Buongiorno Olimpia | Ora EuroLeague ci sveli la sua reale natura: vittima o carnefice?

Alessandro Maggi 7

Buongiorno Olimpia, la rubrica semi-quotidiana di cui non si sentiva il bisogno che ci accompagnerà quasi ogni mattina al risveglio

Buongiorno Olimpia, la rubrica semi-quotidiana di cui non si sentiva il bisogno che ci accompagnerà quasi ogni mattina al risveglio.

Domani EuroLeague si confronterà con alcune leghe nazionali, dalle parole di Umberto Gandini alla Gazzetta dello Sport («Dobbiamo confrontarci a livello europeo e lo faremo nei prossimi giorni») sappiamo che la LBA sarà presente. 

Tuttavia, stante le parole ufficiali e ufficiose messe in giro da EuroLeague, ci chiediamo quale sia il senso.

«La video conferenza che si terrà questa settimana con le leghe nazionali ha l’obiettivo di condividere e coordinare le informazioni per un miglior piano per le prossime settimane e mesi. Non ci sono piani per presentare format alternativi alla competizione, come è stato speculato negli ultimi giorni» Eduard Scott, COO di EuroLeague.

«Si procede con l’impianto elaborato e approvato in luglio. Massimo rispetto per l’opinione personale di Messina, ma una strategia alternativa non è mai stata discussa a nessun livello», fonte interna di EuroLeague a La Gazzetta dello Sport.

A prescindere dal fatto che quello di Ettore Messina non è un parere personale, ma la posizione di uno dei club fondatori, se EuroLeague non valuta format alternativi, né stop temporanei, per quale motivo ha voluto convocare le leghe nazionali? Per interpretare una versione ispanico-turca del Marchese del Grillo («Io so io, e voi…»)?

Perché in fin dei conti, tutto si può dire della lettera di Ettore Messina. Dalla decisione di tagliare fuori la stampa italiana, alla sensazione di fuga in avanti rispetto al resto del movimento, all’abbandono della filosofia del «bene comune» per una strada più concreta e terrena, il «bene personale».

Si può dire tutto, e il contrario di tutto, ma alla base di quelle poche righe c’è una necessità, e un invito, che i leader dei vari fronti del basket europeo non possono più evadere senza rivendicare una posizione precisa scevra da ogni dialettica da due soldi: sedersi ad un tavolo e parlare. 

La comunicazione di EuroLeague, la scelta dei tempi e delle parole, ci dicono oggi che per l’organizzazione di Jordi Bertomeu la risposta è «no, non ci siederemo a parlare». Via la maschera, ognuno si riveli per quel che è, senza celare dietro i panni da vittima la propria natura da carnefice.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Doc63
Doc63
23 giorni fa

Francamente non capisco il senso di questo articolo/discussione. Ma perché Eurolega dovrebbe cambiare format?
Dopodiché trovo assolutamente sbagliato il modo scelto da Messina per comunicare. Non si fa con lettera aperta ma lo si chiede privatamente nelle opportuni Sedi istituzionali di eurolega.

orlandoilrosso
orlandoilrosso
23 giorni fa

Probabilmente lo aveva già fatto, con risultato pari a zero

Mr. Tate
Mr. Tate
23 giorni fa

Non mi risulta che Messina abbia chiesto di cambiare format

Andrea
Andrea
23 giorni fa

Infatti Doc63 non ha scritto che Messina ha chiesto di cambiare format ma solo che ha sbagliato modo di comunicare le sue idee. Sempire a cercare il pelo nell’uovo. FInalmente uno che ragiona con la sua testa senza seguire il gregge.

Mr. Tate
Mr. Tate
23 giorni fa

E chi stava parlando con lui? Cerca quantomeno di capire il contesto prima di fare il cavaliere bianco altrimenti diventa imbarazzante fra cose che non ho mai detto e cose che fraintendi.

orlandoilrosso
orlandoilrosso
23 giorni fa

Ripeto: chi ti dice che non ci abbia provato a dialogare con EL ( i suoi rappresentanti) e abbia fatto solo un buco nell’acqua, visto che srivono e parlano senza saper leggere ( come molti qui)

Andrea
Andrea
23 giorni fa

Vabbé tu sei quello dalle idee geniali come l’alternanza delle competizioni.

Next Post

Arturas Gudaitis: Ho scelto lo Zenit perchè volevo lavorare con Xavi Pascual

Arturas Gudaitis protagonista su sdna.gr alla vigilia della sfida tra il suo Zenit e l’Olympiacos, ecco le sue parole a George Zakkas

Subscribe US Now

7
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: