Enrico Cassì: Scudetto assegnabile, non le retrocessioni

Enrico Cassì, consulente legale di Olimpia Milano: Una retrocessione sarebbe impugnabile. E chi parte ma non torna andrà incontro a un blocco

Enrico Cassì, esperto di diritto sportivo, è da qualche anno consulente di Olimpia Milano. Ecco alcuni passaggi dell’intervista concessa a Tuttosport:

SUI CONTRATTI

Il principale problema è il Preolimpico. Se sarà disputato, non sarà facile concludere nulla. Altrimenti si può allungare la stagione, con l’avvertenza di concedere un mese di riposto agli atleti secondo l’accordo collettivo. Allungare di un mese l’accordo in scadenza 30 giugno è possibile, d’altronde ora sono fermi, ma potrebbe essere chiesto un supplemento di redditività, un costo per i club, preferibile un nuovo accordo collettivo tra le parti

SUGLI USA IN FUGA

La partenza senza permesso in presenza di vincolo contrattuale, in caso di mancato rientro alla ripartenza del campionato, comporterebbe un grave inadempimento da parte dell’atleta, e legittimerebbe anche un blocco dalal FIBA

SUGLI STIPENDI

Le società avrebbero soluzioni per rescindere unilateralmente il contratto e non pagare la residua parte delle spettanze. La prima è fare muro contro muro per l’impossibilità sopravvenuta della prestazione oggetto di contratto, visto che non dipende dal club (articolo 1463 cc). Situazione impugnabile, quindi meglio trovare un punto di incontro tra LBA, GIBA ed agenti

SUI TITOLI SPORTIVI

Bisognerebbe cambiare le DOA ora. Assegnare lo scudetto è astrattamente plausibile perché si può riconoscere il merito a chi ha condotto la stagione superandone la metà, ma privare del titolo sportivo con retrocessione in A2 sarebbe più facilmente impugnabile

SUGLI SPONSOR

Anche qui, dialogo. Le aziende possono già rivalersi ora per mancata o inferiore visibilità rispetto agli accordi

2 thoughts on “Enrico Cassì: Scudetto assegnabile, non le retrocessioni

  1. Difficili questoni. Il mio timore e’ che alla ripresa della “vita normale” (tra tre o quattro mesi, forse) i tribunali si riempiranno di cause per prestazioni non date, stipendi non pagati, caparre e contratti non onorati. Sara’ cosi’ anche per lo sport, se non si trovano accordi tra federazioni, squadre, giocatori, sponsor.
    Sul fatto di poter assegnare lo scudetto ho seri dubbi: bisognerebbe stravolgere tutto e assegnarlo senza play off, anche ridotti, non appare equo, a mio avviso.

  2. Se dovessero dichiarare terminata la stagione per me non è legale assegnare lo scudetto solo sulla base di una squadra che ha condotto in testa il campionato fino a questo momento perché le squadre hanno preparato la stagione sulla base dei Play-Off..sarebbe più giusto ed equo non assegnare lo scudetto..qualsiasi altra soluzione al di fuori di questa la trovo squallida sotto tutti i punti di vista

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Coronavirus | Danilo Gallinari negativo al tampone

Tutti i giocatori e lo staff degli Oklahoma City Thunder hanno fatto il tampone per il coronavirus e sono risultati negativi
Danilo Gallinari

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Andrea Cinciarini
Andrea Cinciarini per il #restiamoacasa: Non commettiamo sempre gli stessi errori

Andrea Cinciarini analizza su IG il difficile momento di questa emergenza Coronavirus. Ne nasce un messaggio a commento di quanto...

Chiudi