L’Olimpia sogna e s’illude per 30 minuti, poi è gioia Real

I biancorossi vanno anche a +17, sono ancora avanti nel terzo quarto, poi Fernandez e Tavares la decidono

Il tabù Real Madrid resta tale. Le sconfitte consecutive dell’Olimpia Milano contro la squadra spagnola salgono a quota 14, così come sono 11 gli anni senza successi, eppure in questa strana serata a porte chiuse c’era stata la speranza di interrompere la striscia. I biancorossi vanno anche a +17, sono ancora in doppia cifra di vantaggio nel finale di terzo quarto e lottano fino alla fine, però sono gli iberici, soprattutto con Fernandez e Campazzo, a trovare le giocate vincenti (78-73).

Due parziali terrificanti (0-17 nel primo tempo, 0-16 nel quarto periodo) sono quelli decisivi di una partita giocata bene e con il giusto atteggiamento dall’AX per il resto della sfida. Però, contro formazioni di questo livello, non basta ed sono cinque le sconfitte in fila nella massima competizione continentale. La miglior prova in Eurolega di Moraschini non è sufficiente, così come un’ottima difesa per tre quarti, dall’altra parte, oltre al già citato Rudy, c’è un Tavares dominante.

Olimpia Milano vs Real | La partita

Il primo quarto biancorosso è praticamente perfetto: ottima circolazione di palla, precisione dall’arco e difesa che concede solamente 11 punti al Real, con Moraschini e Micov protagonisti. C’è spazio (a sorpresa) anche per un Rodriguez subito disponibile, dopo il doppio infortunio di Kaunas, ed un canestro del Chacho e tre liberi di Nedovic valgono il +17 (30-13 al 12’). Scola fallisce la tripla del +20 ed un’antisportivo del play spagnolo manda in crisi l’AX: Tavares domina vicino ai tabelloni, arrivano i canestri pesanti ed è un terrificante parziale di 17-0, con cui gli spagnoli pareggiano in 4 minuti. 

Sei punti in fila del ‘solito’ Morasca risvegliano Milano, poi c’è anche il lavoro di Gudaitis vicino a canestro ed un 13-3, manda i biancorossi sul +10 (45-35) all’intervallo lungo. Il distacco è mantenuto anche in un terzo quarto con tanti errori e pochissimi punti da ambo le parti, però arriva un altro momento di grande difficoltà in avvio di ultimo periodo. Thompkins e Fernandez lanciano il parziale di 16-0, con cui gli spagnoli trovano il primo vantaggio del match ed allungano (55-61 al 34’). È ancora Moraschini a sbloccare Milano, che ci prova fino alla fine ed ha anche la palla del nuovo sorpasso a 2’ dalla fine ed anche del pareggio nei secondi finali, ma i due tiri di Micov non vanno a bersaglio ed è un altro ko per l’Olimpia.

Olimpia Milano vs Real | Il tabellino

AX ARMANI EXCHANGE MILANO-REAL MADRID 73-78 (25-11, 45-35, 55-46)

Clicca qui per il tabellino del match

Olimpia Milano calendario | I prossimi appuntamenti

I biancorossi torneranno in campo giovedì sera (ore 21) sul campo del Valencia, poi domenica (ore 17) saranno impegnati in trasferta con l’Openjobmetis Varese in Serie A. Le due partite si giocheranno entrambe a porte chiuse.

28 thoughts on “L’Olimpia sogna e s’illude per 30 minuti, poi è gioia Real

  1. Chiedo scusa a tutti i critici di Messina coi quali ho dibattuto tutto l’anno. Hanno ragione lore. Squadra vergognosa con giocatori che sembrano già in vacanza. Ultima azione decisiva emblematica. Perdere con mezzo Real, arrivato due ore prima e che ci ha regalato 15 punti è vergognoso.

  2. Noi ora possiamo continuare il gioco di insultare e massacrare l’allenatore, ma giocare con Scola Nedovic Gudaitis e Rodriguez in queste condizioni è dura.
    A loro mancava mezza squadra , I nostri titolari non sono scesi in campo.
    Consoliamoci con Moraschini e Skyse e pensiamo al futuro

  3. @doc63

    Complimenti,tu hai almeno l’umiltà di ammetterlo…..invece Tom Sawyer sarà a nascondersi

    REAL SENZA 5 GIOCATORI, 5 , 5 !!!! E PERDI??

    RIPETO : UNICA SOLUZIONE, ARMANI DEVE RIMANERE SOLO COME SPONSOR E CON BUDGET DIMEZZATO O PIÙ . VERRANNO GIOCATORI MENO FAMOSI MA CON PIÙ FAME (VEDI SASSARI) ED UN ALLENATORE CON LE PALLE (INVECE DI UNO FUORI DALL’EUROPA ED INCAPACE DI GESTIRE), ROSA DI MAX 14 GIOCATORI E PIU’ SPAZIO AGLI ITALIANI

  4. Peccato per i ragazzi però la squadra è troppo discontinua un tesoretto di 17 punti non può essere sprecato contro una delle squadre più forti del torneo nonostante le numerose assenze.

  5. Iellini sono anni che pensiamo al futuro. Questa di doveva vincere. Comincio a credere che i giocatori sanno che l’anno prossimo tranne 3-4 non ne rimane più uno. Comunque la colpa in primis è di Messina.

  6. Non ho capito da chi devo nascondermi… ma sei serio???
    Ma vi rendete conto che state parlando di basket?

    Bella partita, nonostante ambedue le squadre abbiano giocato con le panchine in un’atmosfera non semplice.
    Eppure hanno onorato il gioco e questo fa onore ad entrambe.

  7. No sono anni che non si costruisce un futuro, ma si pensa solo al presente e questi sono i risultati. Non si da tempo alla squadra , ai giocatori e all’allenatore di costruire. Lo dicono quelli che capiscono di basket (Dan, Bianchini, Gamba,…..) mentre ai tifosi piace più la lapidazione e fare il Tafazzi della situazione.

  8. Squadra a cui manca sempre qualcosa o qualcuno. Il Paradosso è che con veteranissimi si sbagliano spesso le scelte nei finali e ancor piu spesso si prendono parziali che compromettono le partite. Oggi nedo e scola improponibili, brooks non saprei, crawford fa 2 mini, 25 poi 3… abbiam giocato 30 min con sykes moraschini che avran fatto 30 min assieme in tutte le altre partite…

  9. @Tom Sawyer

    Ovvio che si parla di basket, il nascondersi era un modo di dire per il non poter più difendere l’indefindebile Messinucchi

    @ iellini : ah va bene, difendiamo una squadra con 25 mio di budget presa a pallate in italia e Europa. Va bene, se dici che basts partecipare hai ragionissima.

    L’errore è stato non premiere Jasikevicius

  10. Vittoria gettata e senza scuse, con un Real semivacanziero….. poi è ovvio se questi sentono l’odore del sangue ce la mettono e ci fottono, a nessuno piace perdere… noi però dei tonti a permettere al Real di pensare di vincere comunque. Quando sei +10 all’inizio del 4Q, graziato dal Real che sbaglia 1 TL e pure la palla dell’antisportivo pochi secondi prima e tutto crolla con un parziale 16 a 0 puoi solo prendertela con te stesso!
    Continuo a credere che sia essenziale avere un 4 muscolare, tosto cattivo e possibilmente non vegano, nel senso che sbrani gli avversari quando si avvicinano al nostro ferro. Ci penserà il CoVir19 a raccontare il seguito di questa stagione.

  11. Messina è in difficoltà tecnica, troppa poca stabilità nel roster a causa di scelte sbagliate e infortuni in serie. Detto questo è che provabilmente anche quest’anno non faremo i PO di EL io continuo veramente a non capire tutto l’astio che gli viene riservato. A leggere molti commenti sembra che i tifosi non aspettino altro che le ns sconfitte….bah

  12. Pensi che gli infortuni abbiano permesso a Nedovic di apparire un giocatore importante perché più gioca e peggio sembra. E se lui doveva essere il più importante realizzatore….qualche punto manca ad ogni partita.

  13. Mah! Io non capisco la gestione della partita. Che senso ha non far giocare Crawford e Brooks, insistere su uno Scola chiaramente cotto da circa un mese e preferire Roll, quando ADV qualche segnale lo ha dato, bene o male?
    Note positive: ovviamente Moraschini e mi pare qualche segnale di vita da Gudaitis, più un buon Sykes, penso motivato da Rodriguez a (meno che) mezzo servizio.
    Boh! Speriamo in Dio…

  14. Perdere così lascia l’amaro in bocca perché il Real non ha fatto niente di speciale, però… troppi rimbalzi lasciati sotto il nostro canestro, cambi non all’altezza, senatori che ormai mostrano l’usura del tempo, Moraschini unico vero produttore di punti. Non sarà facile mettere insieme i pezzi per il PO di LBA, e anche per la prossima stagione bisogna ripartire da capo, con la sensazione di un anno buttato

  15. @SGARBO ormai è risaputo che Tom non è un tifoso di Milano ma è un fans sfegatato di Messina altrimenti non si spiega il fatto che trova sempre le scuse più assurde per giustificare il Messia come quando ha scritto “Bella partita, nonostante ambedue le squadre abbiano giocato con le panchine in un’atmosfera non semplice. Eppure hanno onorato il gioco e questo fa onore ad entrambe”..secondo lui ora abbiamo perso perchè c’era un atmosfera non semplice e anche perdendo abbiamo onorato il gioco? ma quale gioco se da quando è iniziata la stagione non ne abbiamo uno? Ma questo che partite guarda? Lui scrive per aria fritta io in base ai risultati…questa è la differenza tra me e lui..a settembre Tom come tutti quelli che ora difendono a spada tratta l’indifendibile si esaltava per il semplice fatto che avevamo vinto 10 amichevoli su 10 peccato per lui che non contavano ahahhahahah….mentre io non appena il Messia ha formato la squadra scrissi di andare piano con i complimenti perchè secondo me non eravamo all’altezza dell’Eurolega e infatti i risultati mi stanno dando ragione e sopratutto sono sotto gli occhi di tutto…quindi lasciamo vivere Tom nel suo mondo dei sogni..a me personalmente fa ridere leggere i suoi commenti ahhahahahhhhahh

  16. C’è ancora qualcuno che scrive che ci serve uno lì uno qua ma non hanno capito che ormai in questo finale di stagione non arriverà nessuno? Piuttosto sarebbe ora che il Messia lasci perdere l’Eurolega e si concentri sul campionato italiano dove possiamo ancora dire la nostra anche se dubito che faremo grandi cose visto e considerato che siamo a inizio Marzo senza un minimo di gioco e sopratutto siamo già spremuti ahahahhahahahaha

  17. @ GAE non riesco a pensarla diversamente. All’inizio cercavo di convincermi che era una questione di tempo. Che non si doveva aver fretta e lasciar che Messina costruisse le basi anche a costo di perdere un altro anno.. Pero’ adesso faccio fatica a vedere quali sarebbero le basi da cui ripartire il prossimo anno ( perche’ penso sia chiaro a tutti ormai che questo e’ un anno andato… no chance nemmeno in Lega… ) . Del roster attuale immagino che ne salveranno 2/3 ( sempre che non arrivino offerte e ci salutino loro) al massimo.. Steccati in pieno gli innesti, infortuni, feeling della squadra che mi sembra ai minimi storici… Avete letto le parole di white? benche’ non fosse un fenomeno questo e’ chiaro, bisognerebbe leggere tra le righe… I giocatori NON amano il “mood” creato da Messina …. e si capisce benissimo !! Non parlo dei metodi di allenamento sia chiaro, ma dell’aria che si respira.. Se non si crea un gruppo affiatato ( staff tecnico incluso) puoi avere 10 Lebron.. Non vai da nessuna parte.. Sarei anche pronto ad accettare la continuita’ con Messina, ma qualcosa dovra’ per forza cambiare !!!

  18. Dopo aver letto tutti i commenti sono giunto alla conclusione che la soluzione c’è ed è semplice.

    Togliere la carica di presidente a Messina e darla a Gae.
    Lui sa tutti, anzi lo sapeva già ad Agosto.
    Per questo gli faccio i miei complimenti e mi martello le dita per non averlo capito prima.

    Sono veramente un deficiente, perché capire lo stesso concetto ripetuto più di 100 volte negli ultimi mesi non dovrebbe essere difficile.
    Ma io niente, ho perdurato nella mia cocciuta miopia.
    Tutta colpa di Messina, anzi del Messia, anzi di Messiggiani che mi ha obnubilato la mente.

    Faccio ammenda e mi scuso anche a nome dei miei compagni di merenda (Palmasco, Orlando, Iellini, Mr Tate,…) come me rincretiniti e incapaci di credere a Gae fino ad oggi.

  19. Tom che io l’abbia già scritto tra agosto e settembre ci sono le prove…se vuoi ti faccio il copia-incolla per dimostrartelo ma non credo ce ne sia bisogno e come sempre io mi riferisco a fatti concreti..apprezzo il tuo tentativo di ironia ma ti è venuto proprio male ahahhahaha…non è colpa mia se ti ho dovuto ripetere lo stesso concetto più di 100 volte ma noto con estremo piacere che non è bastato ahahhahahahah…è sempre un piacere leggerti e risponderti mi allunghi la vita ahahahahahahhaha

  20. Tom avrai capito che l’ironia non è di questo blog. Comunque Pianegiani ha pagato l’essere senese (un peccato capitale mai espiato) insultato ancora prima di iniziare e Messina paga l’essere Virtussino e soprattutto la scelta coraggiosa di tagliare James che ora si ritorce contro di lui.

  21. L’ironia, cosa ben diversa dal sarcasmo, non è né di questo blog ne’ di questo mondo.
    Ahimè….

  22. @Doc63 Ti fa onore quello che dici, riconoscere i propri errori non è da tutti. Guarda qui che arrampicate 🙂 E’ da settembre che si cerca di fare notare gli evidentissimi problemi, ora non ci perdo più del tempo, alcuni sono irrecuperabili. C’è gente addirittura onorata. Vogliono costruire con il pongo, e le fondamenta le abbiamo viste tutti. :-))

  23. @Giorgio non mi abbandonare..lo so che alcuni sono irrecuperabili ma almeno ci facciamo 2 risate nel leggere dove arriva la mente umana o meglio dire la demenza delle persone che difendono l’indifendibile 😂😂😂😂😂

  24. Partiamo dal presupposto certo che criticare gia’ a ottobre, sentenziando che la squadra e’ sbagliata, che Messina porta borracce, che sara’ un anno schifoso, che “ah, se fosse rimasto questo o quello…” non e’ onestamente corretto. Il fatto non e’ esprimere opinioni ma emettere sentenze cosi’ affrettate.
    Farlo ora, dopo sei mesi di lavoro, sei mesi di delusioni, di batoste (coppa Italia), di belle gare, di qualche bella vittoria, di brutte e inopinate sconfitte ha un altro senso. Le classifiche (EL e LBA) parlano chiaro: non e’ certamente la miglior stagione degli ultimi cinque anni!
    In fondo, riguardando un po’ indietro, Banchi,  Repesa e Pianigiani non avevano lavorato cosi’ male, anche se forse avrebbero dovuto vincere di piu’.
    Ora stiamo tutti pensando gia’ alla prossima stagione: “prendiamo un 4 col fisico” “mandiamo via quello” “prendiamo gli italiani forti”  “mettiamo un presidente capace” “rinunciamo all’Europa”. Tutti bei pensieri, buoni propositi. Ma…
    Bisogna trovare i nomi, le persone. Creare un sistema che attiri sponsor, giocatori, top coach.
    A mio modesto avviso questo non puo’ che passare attraverso un necessario  ridimensionamento per poi costruire  un progetto a lungo termine, senza l’ansia di vincere subito, con l’idea di gettare le basi solide per un edificare.
    Solo cosi’, secondo me, si puo’ uscire da questo circolo vizioso. Ma attenzione: ReGiorgio non credo che abbia cosi’ tanta pazienza e tempo, ahinoi.

  25. Bloom.condivido molto di quello che hai scritto però ti voglio solo precisare che se già a settembre scrissi che secondo me la squadra era stata assemblata male non è perché sono un tifoso masochista ma bastava semplicemente leggere il roster per capire che non sarebbe stato un anno positivo perché ha preso solo gregari a parte Rodriguez che è si un campione ma cmq è un suo fedelissimo (altrimenti non avrebbe preso neanche lui)..ha formato una squadra priva di talento offensivo perché nessuno dei nostri giocatori ha una media di 20 punti a partita e se andiamo a vedere tutte le squadre più forti hanno almeno um giocatore con tanti punti nelle mani..ha preferito mandare via James e Nunnally? Ok era un suo diritto però almeno li doveva sostituire con 2 campioni non con giocatori mediocri come Mack e Roll..invece lui per la sua ingordigia personale voleva dimostrare a tutti noi che si vince grazie a lui e non per merito dei campioni che poi alla fine sono loro che decretando la fortuna di ogni allenatore..ha preteso la doppia carica per decidere tutto da solo e ora è giusto che ne paghi le conseguenze

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Ettore Messina: La storia di questa stagione nei momenti cruciali

Ettore Messina commenta così il ko in Olimpia Milano vs Real Madrid: Un’ottima prestazione per trequarti, poi la solita mancanza di attenzione
Olimpia Milano Mercato

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Coronavirus
Coronavirus, il Comitato Scientifico propone 30 giorni di stop

Evitare per 30 giorni manifestazioni, anche quelle sportive, che comportino l’affollamento di persone e il non rispetto della distanza di...

Chiudi