Ettore Messina: La difesa del Real nella ripresa ha cambiato tutto

Il commento del coach biancorosso, al termine della sfida in terra spagnola contro il Real Madrid

Un ottimo primo tempo, un nuovo calo nella ripresa. La prova dell’Olimpia Milano a Madrid è simile alle uscite europee precedenti, seppur ovviamente questa volta c’è da fare la tara con la grande forza del Real. Così Ettore Messina commenta la sconfitta: “Il Real Madrid ha giocato una gara eccellente, complimenti a loro e a Pablo Laso per cui ho grande rispetto. Noi abbiamo giocato una partita intelligente nella prima parte di gara, soprattutto abbassando il ritmo. Poi la difesa fisica e atletica di Campazzo, Taylor e Deck specialmente ha cambiato tutto”.

Cosa è cambiato nel secondo tempo? Quando la squadra di casa ha ribaltato il confronto con il 24-13 di parziale: “Ci hanno fatto soffrire nel costruire gioco e l’abbiamo pagato, ma torno a casa soddisfatto perché lo sforzo c’è stato. Queste partite se le vinci valgono doppio, perché questa è una squadra di livello superiore. Campazzo è un giocatore fenomenale e nel secondo tempo gli abbiano permesso di giocare di più in campo aperto rispetto al primo tempo”.

LE PAGELLE DI REAL-OLIMPIA SECONDO ROM

Le cinque sconfitte consecutive in Eurolega: “Il nostro problema è stato aver perso con la Stella Rossa in casa. Con l’Efes siamo stati in pari fino a due minuti alla fine ed e’ squadra che non perde quasi mai. Come il Barcellona per cui la nostra vittoria contro di loro vale doppio. In trasferta non è mai facile: quella sconfitta dovremo riprendercela da qualche partita, ma c’è un gruppo ampio di squadre che lotteranno per i playoff”.

Il pensiero alle prossime uscite: “Ora abbiamo due gare su tre in casa. Chiaro che dobbiamo vincere, ma con la Stella Rossa eravamo senza Micov, Gudaitis e poi anche senza Nedovic e allora subentra anche un po’ di frustrazione. Tutte le squadre hanno 14 giocatori ma alcune hanno cinque o sei giocatori di un livello più importante per cui una condizione fisica precaria o un infortunio fanno la differenza, mentre in altre squadre, di altissimo livello, la differenza tra i primi e gli altri è minima”. 

16 thoughts on “Ettore Messina: La difesa del Real nella ripresa ha cambiato tutto

  1. Ora parla di squadre che hanno 5/6 giocatori di un livello più importante..ma si è dimenticato che è stato lui a formare il roster?? Ha scelto comprimari invece di campioni e ora parla che le altre hanno i campioni?? Perché invece non fà il mea culpa e ammette di aver sbagliato nelle sue scelte?? In fondo ammettere di sbagliare è umano..perseverare è diabolico..

  2. prima che andavamo bene faceva una falsa autocritica, ora cerca scuse improponibili. Ha mandato via pezzi da 90 e puntato sugli italiani e ora si lamenta.

  3. Hai ragione per i miei gusti e troppo pieno di se. Hamandato via un campione per acquistare giocatori normali.RIschiamo probabilmente una stagione peggiore di quella scorsa-

  4. Complimenti a tutti per l’entusiasmo, la passione e la gioia da veri tifosi.

    Seguo U.fo e mi ritiro dal blog sfogatoio…

    1. Vedove, vedove dappertutto (e probabilmente per l’eternità).
      Messina bollito perché ha mandato via il loro cocco e sta allenando la stagione e le prossime, perdendo inevitabilmente qualche partita.
      Il vero problema di Milano: l’impazienza dei tifosi, afflitti da criticatio præcox.

  5. Caro Tom e U.fo credo che la strategia migliore sia ignorare i commenti aggressivi e pieni di rabbia. Passare oltre.
    Quando c’è una preda sofferente i corvi/avvoltoi fanno il loro lavoro perché è quello che sanno fare e no sanno fare altro, quando la preda non ci sarà più spariranno così come sono venuti improvvisamente (perché quando l’Olimpia vinceva non si vedevano). Per cui bisogna avere pazienza sia con la squadra sia con gli avvoltoi.

    Mi spiace perché in questo dibattito diventato velenoso si è travolti tutti anche GAE che rispetto anche se non sono d’accordo con lui. Vedi Gae hai ragione a dire che

  6. Vedi Gae hai ragione a dire che Messina ha un trattamento diverso rispetto agli allenatori precedenti (Pianegiani in primis che era stato condannato ancora prima di iniziare) ma io credo che l’errore non è in comportamento nei confronti di Messina ma quello che è stato tenuto rispetto a Repesa, Banchi Scariolo. sulle questioni tecniche abbiamo idee diverse, che in questo posto non voglio approfondire, ma non mi è mai passato per la testa di offendere o provocare qualcuno

    Leggete Velasco e le sue parole sulla mancanza della cultura della sconfitta.

    Il moderatore pensa di intervenire ???

  7. Seriamente qualcuno pensa che James sarebbe stato il messia Salvatore? Oggi l’Olimpia è seconda in LBA e tra le prime otto in Europa. L’anno scorso tracollo per sufficienza in coppa, qualcuno aveva deciso che non era importante, lo stesso forse che non amava le sedute video, e scoppiatura collettiva in campionato e Euroleague, assenze, sfruttamento dei soliti, atleti dimenticati in panca spogliatoio diviso assenze importanti e un gioco per me noioso e prevedibile, 5fuori e palla a James, difesa un optional riservato a pochi. Oggi il gruppo c’è e Il gioco si sta formando quindi pazienza gente e forza Olimpia

    1. Il problema secondo me non è neanche il concetto di James come salvatore della patria. Se uno pensa che James sarebbe stato meglio del Chacho, per me è una questione di punti di vista e d’accordo o meno è una posizione logica e rispettabile. Il problema nasce dall’idea che l’Olimpia sarebbe stata perfettamente equilibarata con Rodriguez E James. Magari sì eh, ma chi lo sostiene dovrebbe spiegare esattamente come sarebbero stato i ruoli anche tenendo conto dell’esperienza a Milano di James l’anno scorso. Altrimenti diventa un gioco di figurine in cui basta togliere Mack, mettere Teodosic (un altro che l’Olimpia avrebbe dovuto pagare 6 milioni e dirgli che gioca il secondo quintetto…) e siamo alle Final Four.

  8. Carissimi Mr Tate e Orlando il Rosso,
    mi fa piacere che siate ancora sul pezzo a tenere alta la bandiera del buon senso. Altri, forse più saggi, si sono allontanati.
    Io sto un po’ in mezzo.

    Mi dispiace che si sia perso lo spirito del blog dove si discute e si critica e ci si trova su posizioni diverse ma sempre in modo educato e con la voglia di capire i diversi punti di vista e di cambiare il proprio se si leggono argomenti convincenti.

    Purtroppo in questo momento non è così e a me riesce difficile ignorare gli atteggiamenti maleducati e supponenti che si sono diffusi perfino qua.

    Peccato.

    Stasera sarò al forum a tifare e divertirmi come sempre. Area B9.
    Un po’ di basket reale e un po’ meno di Real Olimpia non può che farmi bene…

    Forza Olimpia!!!!!

    1. Ciao Tom, ciao a tutti, mi sono sentito chiamato in causa amichevolmente dal riferimento agli “allontanamenti”.
      Semplicemente sono in USA e non riesco a vedere le partite, purtroppo. Senza di quelle non ho molto da dire.
      A presto 😁

      1. Ti aspettiamo.
        Approfitto per una piccola comunicazione. La forza di questo sito siete voi. Voi che avete scelto, come noi, di parlare di Olimpia Milano con passione. Con passione positiva, genuina, senza posizioni da difendere a priori, senza alzare la voce, senza prevaricare o tentare di prevaricare. Siamo un’isola felice, inizialmente piccola, con il passare del tempo sempre più grande. Crescere non è un difetto, anzi, ma un’occasione per lanciare un messaggio. Quel messaggio deve rimanere. E quel messaggio si chiama rispetto.
        Grazie
        Alessandro Maggi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

L'Olimpia Milano post Madrid | La volontà, le scelte e Vlado Micov

Analisi dopo il ko di Olimpia Milano a Madrid: una squadra oggi non da playoff che mostra volontà, le scelte chiare di Messina, inno a Vlado Micov
Olimpia Milano

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Real Madrid vs Olimpia Milano | Le pagelle di RealOlimpiaMilano

Micov è ancora una volta super, non basta un gran primo tempo, mentre delude l'ex Rodriguez

Chiudi