Olimpia Milano vs Maccabi | In campo alle 20.45 per Dino ed il riscatto

Fabio Cavagnera

È la notte di Dino Meneghin, con il ritiro della maglia numero 11. Ma anche una partita molto importante per i biancorossi

Olimpia Milano vs Maccabi Tel Aviv è una classica del basket europeo e Dino Meneghin ha fatto la storia di queste sfide, nella doppia finale di Coppa Campioni 1987 e 1988. Questa sera (ore 20.45, diretta Eurosport 2 e Player) le due squadre si ritrovano al Forum di Assago e sarà la notte dedicata al mito del basket italiano e biancorosso, con il ritiro della leggendaria maglia numero 11. Un evento da brividi, ma anche un match importante per un’AX chiamata al riscatto, dopo i ko contro Khimki e Fortitudo.

Olimpia Milano vs Maccabi Tel Aviv | La Dino Meneghin Night

Partiamo dal grande Dino. La serata dedicata a Meneghin sarà aperta dalla conferenza stampa del fuoriclasse di Alano di Piave, anche se il clou si terrà all’intervallo della partita, quando la maglia numero 11 sarà ritirata e non potrà più essere indossata da nessun giocatore dell’Olimpia Milano. Come era accaduto con la 8 di Mike D’Antoni e la 18 di Arthur Kenney.

Olimpia Milano vs Maccabi Tel Aviv | I precedenti

L’Olimpia ha vinto due delle sue tre Coppe dei Campioni battendo in finale appunto gli israeliani. A Losanna il 2 aprile 1987, finì 71-69 per la Milano di coach Dan Peterson. Un anno dopo, a Gand, finì 90-84 sempre per i biancorossi, nella prima edizione della Coppa dei Campioni assegnata tramite Final Four. E Dino Meneghin fu grande protagonista di entrambe le sfide.

IL DOSSIER DI ROM SUL MACCABI TEL AVIV

Il bilancio complessivo è favorevole agli israeliani, con 18 vittorie e 15 per l’Olimpia, con un divario allungato (11-5) nella nuova era di Euroleague. Lo scorso anno ci fu una vittoria per parte: all’andata fu il Maccabi ad imporsi per 94-92 con l’errore di Brooks sulla sirena, mentre al ritorno i biancorossi si presero la rivincita (87-83) con 19 punti di Mike James. Le due squadre si sono affrontate questa estate: 78-69 per l’Olimpia ad Atene, nella finale del Torneo Giannakopoulos.

Olimpia Milano vs Maccabi Tel Aviv | I temi della sfida

Sempre senza gli infortunati Gudaitis e Della Valle, credibile Ettore Messina mandi ancora in tribuna Burns (anche se i segnali di Bologna sono stati positivi) tra i 13 giocatori del roster disponibili. Due saranno i temi chiave della sfida: rimbalzi e ritmo. L’atletismo della formazione israeliana vicino a canestro, con Acy, Hunter e Black, dovrà essere in qualche modo arginato dall’AX Armani Exchange, se la squadra biancorossa vorrà avere le sue chance di vincere il confronto.

LA PRESENTAZIONE DI ETTORE MESSINA

Al Maccabi piace correre ed andare in transizione e, di conseguenza, sarà in egual misura importante riuscire a dare il ritmo alla partita, evitando banali palle perse, che possono mandare in contropiede i giocatori della squadra di Sfairopoulos. Pur non mancando gente capace di fare canestro, Wilbekin e Wolters su tutti, la squadra israeliana potrebbe soffrire di più tra gli esterni. Rodriguez, Nedovic e Roll dovranno punire con costanza il canestro avversario.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Next Post

Nemanja Nedovic: Anche un anno fa partimmo 6-2, restiamo umili

Luca Chiabotti, firma di Repubblica-Milano, ha incontrato Nemanja Nedovic: Gli infortuni, per ora gioco più perimetrale e meno in penetrazione… per ora
Nemanja Nedovic

Subscribe US Now

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: