Dopo Sergio Rodriguez ed Ettore Messina, è il turno di Shelvin Mack nelle conferenze stampa in casa Olimpia Milano. Il playmaker americano è stato l’ultimo acquisto del club biancorosso, in questo mercato estivo, e dovrà essere “l’autista del pullman” Armani (come detto dal coach nella giornata di ieri) per la prossima stagione, assieme al Chacho.

Shelvin Mack | L’introduzione di Stavropoulos

“Sono molto contento di presentare oggi Mack. Il suo arrivo è molto importante sia per il campionato che per l’Eurolega. Un giocatore con carriera molto importante, due finali NCAA e protagonista da otto stagioni in NBA, giocando minuti importanti. Inoltre è ancora giovane. Il nostro coach aveva provato a prenderlo al Cska ed è stato uno dei primi giocatori che mi ha chiesto di portarlo a Milano. Benvenuto”.

“Paura non si adatti all’Europa? La cosa più importante è la squadra e come è strutturata per accoglierlo e farlo adattare. Milano ha persone di grande esperienza e tutto il personale adatto per farlo sentire a suo agio sin dal primo giorno. Sta iniziando a capire come lavoriamo”.

“Una scelta vincente se? Noi abbiamo scelto Shelvin per le sue caratteristiche, per il suo atletismo, per i punti nelle mani. Noi siamo sicuri che le potrà dare. Se lui sarà costante, credo sarà stata la scelta giusta”.

Shelvin Mack | Le prime parole

“Sono entusiasta di essere qui a Milano. Respiro quasi un ambiente NBA, si vede che c’è una cultura e tradizione di vittorie. Sono felice di iniziare questo nuovo capitolo della mia carriera”.

Shelvin Mack | La leadership all’Olimpia

“In tutte le squadre dove ho giocato sono stato un leader, quando giochi da playmaker sei quello che detta il ritmo della partita. Sono pronto per questo ruolo”

Shelvin Mack | L’arrivo in Europa

“Ogni volta che sono stato free agent, l’Europa è sempre stata un’opportunità. L’Eurolega è un livello molto alto, questa estate c’è stata l’opportunità di venire a Milano ed avere un ruolo importante. L’ho colta”.

Shelvin Mack | Il suo basket

Io posso segnare o giocare più per la squadra in altre: farò quello che servirà per vincere

Shelvin Mack | I consigli da chi ha giocato in Europa

“Ho chiesto consigli, ho tanti amici che giocano in Eurolega, in particolare a Vesely. Vivere qui è probabilmente semplice, quasi tutti parlano inglese e l’approccio sarà semplice”.

Shelvin Mack | I giocatori e allenatori ispiratori

“Ho cercato di prendere un po’ da tutti. Il mio primo mentore è stato Brad Stevens, al college, poi Quinn Snyder a Utah”.

Shelvin Mack | La scelta di Milano

“Coach Messina. Appena ho parlato con lui, mi ha spiegato cultura e tipo di gioco: è stato come un matrimonio perfetto. Per me una grande opportunità”.

Shelvin Mack | La transizione tra USA e Europa. E l’Italia

“La cosa che mi interessava di più era giocare tanto. In NBA sono stato scambiato l’anno scorso e non è stata una stagione soddisfacente. Del campionato italiano non conosco molto, ma mi informerò e sarò pronto per affrontare gli avversari”.

Shelvin Mack | La mentalità da coach

“Ogni playmaker è un po’ allenatore. E’ l’estensione dell’allenatore in campo: a me piace molto studiare i giochi e le rimesse. In futuro, vedo sicuramente la possibilità di diventare un allenatore in futuro”.

Shelvin Mack | Rookie in Europa

“Essere un rookie non mi spaventa certamente. Ti preoccupi se non sei preparato, ma io lo sarò. Ho parlato con Messina delle differenze delle regole con l’NBA, è importante saperlo ed il precampionato serve anche per questo”.

Shelvin Mack | L’Eurolega e come viene vista in USA

“E’ un’opportunità importante. L’Eurolega viene vissuta come un’opzione, perché si può giocare tanto e restare ad un livello altissimo”.

Shelvin Mack | Prime impressioni sulla città di Milano

“Una bella città, tutti ti accolgono a braccia aperte. Per ora sono concentrato soprattutto sul campo, ma voglio vedere la città. Vengo da un luogo diverso, Milano è molto diversa”.

Shelvin Mack | Prime impressioni sulla squadra

“Positiva, tutti vogliono competere. Ovviamente non ci conosciamo, ma l’impressione è una squadra che lavora duro. Questo ci regalerà la possibilità di vincere”.

Shelvin Mack | Preparazione in estate

“Ho avuto tanto tempo libero, ma mi sono comportato come se dovessi giocare la settimana successiva, per essere pronto per la nuova squadra. Non solo nella sala pesi, ma continuando anche a guardare video e giocare con gli amici”.

Annunci

3 Comments »

  1. Se all’amore che dichiara per il gioco e per un futuro da allenatore, corrisponde una velocità di letture e di esecuzione almeno simile a quella che ha Mike James, e me lo auguro, allora io dico che siamo pronti a innamorarci di nuovo 😎

    (palmasco)

Rispondi