Annunci

La questione budget in casa AX Armani Exchange Milano: cifre importanti, ma inferiori a quelle dei tre top club europei

Si è tanto parlato di budget in casa AX Armani Exchange Milano in questi giorni, dopo un articolo di profonda analisi servito da La Gazzetta dello Sport sul suo inserto settimanale Time Out.

Una premessa: la stampa estera ha mal interpretato i dati forniti dalla stampa italiana, confondendo budget e monte ingaggi complessivo. Oggi come oggi, in uno o nell’altro caso, quelli di Cska, Fenerbahce e Real Madrid sono superiori rispetto a quelli di AX, dai 5 ai 15 milioni di euro secondo varie fonti più che attendibili. Ricordiamoci infine che paragoni in stile Nba, in Europa, sono fuorvianti, anche solo per il fatto di tassazioni totalmente differenti di paese in paese.

Un’analisi sui conti del Cska

In Italia conoscere appieno le valenze dei contratti dei giocatori di club di LBA non è consentito, ma basandosi su esperienza e rapporti con addetti ai lavori del nostro movimento, possiamo valutare l’ammontare complessivo degli ingaggi netti di AX Armani Exchange Milano poco sopra i 10.000.000 di euro, dove di poco sotto i 2 troviamo Mike James e superiore al milione e mezzo Nemanja Nedovic.

Budget dunque intorno ai 20.000.000 di euro lordi per AX Armani Exchange Milano, cui va aggiunto l’ingaggio di coach Simone Pianigiani, e tante altre note di costo (compreso il contratto di Jordan Theodore, ancora in essere). Ovvero quelle di staff e dirigenti vari, oltre che le spese aree (ad esempio, in direzione Istanbul la squadra si è mossa in charter e non con aereo di linea), e di trasferta, anche se certamente LBA è logisticamente superiore (anche per semplici ragioni di distanza), rispetto a leghe come la VTB o la TBL turca.

Un’analisi sui conti del Real Madrid.

Senza dimenticare che, nel regime di fair play finanziario di EuroLeague, il payroll (elaborazione buste paga dipendenti e attività ad esso correlate) non può superare il 65% degli introiti del club stesso.

Un’analisi sui conti del Fenerbahce

Nuovo sponsor per il Fenerbahce

E secondo il lavoro proposto da La Gazzetta dello Sport, i 25 milioni hanno copertura assicurata per AX Armani Exchange Milano. Dal 50% garantito da sponsor, agli oltre tre milioni del ticketing (media spettatori intorno agli 8.500, e tanto altro), ai due di diritti tv e merchandising. La restante parte, tra i sette e gli otto milioni di euro, arriva direttamente dalla Giorgio Armani attraverso il marchio AX, con un ritorno di investimento che secondo il presidente Livio Proli sarebbe pari al 3.5.

Ps. Abbiamo fornito alcuni focus di altri siti di informazione sui top club europei. In alcuni casi sono datate, ma comunque tutte riferite alla New Era di EuroLeague, quindi assolutamente attendibili.

Annunci

4 thoughts on “La questione budget in casa AX Armani Exchange Milano: cifre importanti, ma inferiori a quelle dei tre top club europei

  1. Il bilancio ufficiale della società parla di cifre ben inferiori come monte ingaggio per la squadra, con un netto in tasca ai giocatori che è almeno la metà se non meno per i due specificatamente indicati

  2. Ho buone fonti

    Una che non c’entra nulla col bilancio, ma è pubblica, è Chema, il primo che ha parlato di James a Milano, che ha esplicitamente parlato di un ingaggio di circa 1,9 milioni di dollari lordo su base annua

    Cmq aspetta pure il bilancio ufficiale 2018 poi ne riparliamo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

L'AX Armani Exchange Milano ha un solo obbligo contro il Bayern Monaco: la vittoria

Serata fondamentale di EuroLeague per AX Armani Exchange Milano, attesa alle ore 20.45 dal Bayern Monaco nel tredicesimo round di EuroLeague. Dopo quattro sconfitte in fila, avversario battuto due volte su due nei confronti precedenti: il 23 dicembre 2014, in una inconsueta palla a due al Forum alle ore 19, […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: