Dominio Olimpia Milano: annientata la Dinamo Sassari

Vittoria mai stata in discussione in Sardegna, con un’Olimpia Milano che ha dominato la partita sin da subito e che è riuscita ad effettuare la fuga nel secondo quarto, dilagando nel punteggio contro una Dinamo Sassari anch’essa in difficoltà. Potrebbe essere un segnale di risveglio, perché l’Olimpia ha ampiamente convinto in entrambe le metà campo, divertendosi e segnando con costanza da dentro l’area e da tre punti. Dominatore del match è stato Luwawu-Cabarrot, che dimostra di saper essere anche un ottimo attaccante oltre che un gran difensore. Altri buoni segnali da parte di Davies e Baron, che hanno giocato ottime partite. Sarebbe stato importante tenere i 40 punti di vantaggio, o anche i 35, a livello mentale avrebbe potuto aiutare la squadra, ma oggi poco o nulla si può rimproverare alla squadra, che ha dato molti buoni segnali.

Dinamo Sassari vs Olimpia Milano | La partita

L’Olimpia Milano parte forte vicino al ferro della Dinamo, trovando due canestri con Davies e Melli. Il buon avvio milanese continua firmando il 2-8 iniziale, ma Jones risponde tenendo la Dinamo in partita con 6 punti su 6 totali di squadra. Luwawu-Cabarrot con 7 punti consecutivi segna l’11-17 a metà primo quarto. La Dinamo Sassari resta a contatto grazie a punti dalla lunetta, ma Mitrou-Long segna la tripla del +5. Jones segna da tre e finisce il primo quarto sul 20-22. Baldasso segna da tre punti in apertura di secondo quarto dando il +7 all’EA7 Emporio Armani Milano e costringe Bucchi al timeout. Gerald Robinson segna 4 punti in fila ed a metà secondo quarto è coach Messina a chiamare timeout, con l’Olimpia sopra di soli 3 punti. La partita ora vede pochi canestri realizzati, a sbloccarla è Baron che segna il nuovo +7 milanese sul 24-31. Ancora Baron segna da tre punti, a cui segue un canestro con fallo di Melli: l’Olimpia tenta la fuga sul 26-37. Davies prima e Luwawu-Cabarrot poi firmano il 26-41. La difesa milanese ora ruba palla praticamente ad ogni azione e Baron segna da tre punti il +20. Hines segna dalla media distanza sulla sirena e il primo tempo si chiude sul 26-50.

Nel secondo tempo l’Olimpia ricomincia da dove aveva lasciato, ovvero martellando da due punti andando vicino a canestro. Luwawu-Cabarrot segna anche da tre punti e firma il 7-0 di parziale. Il parziale si allunga, la partita è ormai a senso unico con la squadra milanese che tiene benissimo difensivamente ed è precisa e concentrata in attacco. Luwawu-Cabarrot firma il 29-70, a cui risponde Diop con un canestro con fallo. Billy Baron colpisce ancora da tre punti con una grande tripla, a cui seguono 4 punti di Dowe e Diop. Hall segna da dietro l’arco al termine di una bellissima azione e firma il 36-78. Il terzo quarto si conclude con la Dinamo Sassari che piazza un parziale di 10-4, portando il punteggio sul 46-82. Il quarto periodo si apre con qualche errore al tiro da entrambe le parti. La Dinamo Sassari trova una buona giocata con la schiacciata di Stephens e con la tripla di Kruslin tocca il -30. Alviti appena entrato segna una bella tripla per il 55-89, a cui segue il tiro da tre realizzato da Baldasso. La Dinamo trova un parziale di 6-0 e torna -31. La partita si chiude sul punteggio di 63-92.

Dinamo Sassari-Olimpia Milano (20-22, 26-50, 46-82, 63-92)

Clicca qui per il tabellino del match.

Olimpia Milano calendario | I prossimi appuntamenti

L’Olimpia Milano tornerà in campo in Eurolega giovedì 8 dicembre per affrontare il Panathinaikos ad OAKA alle 20.00 italiane. Successivamente i campioni d’Italia in carica scenderanno in campo in LBA per affrontare la UnaHotels Reggio Emilia domenica 11 dicembre alle ore 16.00 al Mediolanum Forum. Martedì 13 dicembre al Mediolanum Forum arriverà invece il Maccabi Fox Tel Aviv per il primo match del doppio impegno di Eurolega, con palla a due fissata alle ore 20.30.

10 thoughts on “Dominio Olimpia Milano: annientata la Dinamo Sassari

  1. Ad un certo punto Milano era +41, tipico punteggio di una squadra che non segue il proprio coach e di uno spogliatoio spaccato.

    1. Allora avete ragione voi: tutti i nostri sono dei brocchi colossali perché in lba stravincono (e ci mancherebbe) ma l’EL non è proprio il nostro livello.

      Invece è una vittoria importante. Bene così

  2. Un piccolissimo cenno di ripresa,giovedì ci attende una sfida nella quale certi segnali dovranno avere obbligatoriamente un seguito.a prescindere dal risultato.Se poi viene una vittoria ovviamente tanto meglio.

  3. Facendo la tara a Sassari comunque si sono impegnati fino alla fine anche se la vittoria era già acquisita. Però sono stupito delle difficoltà di Davies di maneggiare la palla e dal livello di Hall almeno in attacco.

  4. A me sembra che il livello tra LBA ed Eurolega si sia ampliato a dismisura e le partite in campionato sono un allenamento.

  5. Non capisco perchè Sassari sarebbe un avversario facile, abbiamo sempre sofferto là. Stasera ottima difesa e si è vinto. Bisogna attaccare di più il ferro (stile TLC) e muovere di più la palla (Vero Naz?). Non si è tirato troppo da 3 ma il gioco “dentro” va migliorato.
    Speriamo che Tonut dia una ulteriore mano .
    Adesso proverei a recuperare (psicologicamente) Thomas e Voigtmann od almeno uno dei due !

  6. “Sarebbe stato importante tenere i 40 punti di vantaggio, o anche i 35, a livello mentale avrebbe potuto aiutare la squadra”: davvero? E perché?

    1. Mi associo ai dubbi dell’ottimo Palmasco ed alle 02.41 della notte non riesco ancora a prendere sonno perché non trovo una risposta che abbia un minimo di senso,probabilmente neppure esiste…

Comments are closed.

Next Post

Dinamo Sassari vs Olimpia Milano: il tabellino di una netta vittoria

BANCO DI SARDEGNA DINAMO SASSARI – EA7 EMPORIO ARMANI MILANO 63-92 (20-22, 6-28, 20-32, 17-10). (20-22, 26-50, 46-82, 63-92). Dinamo Sassari: Jones 9, Robinson 12, Dowe 11, Kruslin 6, Gandini n.e, Devecchi, Treier, Chessa, Bendzius 15, Gentile, Diop 4, Stephens 6. Coach Bucchi. Olimpia Milano: Davies 16, Luwawu-Cabarrot 21 (6 […]

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: