Gianni Petrucci, parole clamorose su Hackett: Mi ha chiamato. Ci incontreremo presto

Gianni Petrucci, ancora una volta, stupisce tutti. Sul Messaggero la clamorosa rivelazione di una chiamata di Daniel Hackett

Gianni Petrucci, ancora una volta, stupisce tutti. Sul Messaggero, il presidente della FIP rivela di aver ricevuto, dopo il successo sulla Georgia valso la qualificazione ai mondiali, una chiamata di congratulazioni da Daniel Hackett.

Gianni Petrucci, parole clamorose su Daniel Hackett

«Sì, Daniel Hackett – la sua rivelazione – Mi ha chiamato e mi ha fatto tante felicitazioni: è stato qualcosa che non mi aspettavo e che mi ha riempito il cuore di gioia. Con Daniel stiamo ricostruendo pezzo per pezzo un rapporto che si era interrotto. Una bella cosa». 

E addirittura, si parla di un possibile ritorno in azzurro del play ora alla Virtus Bologna: «Posso dire che ci incontreremo quanto prima con Daniel per valutare le sue prospettive future. La concorrenza in Europa ormai è fenomenale, abbiamo bisogno dei migliori».

Un rapporto difficile

Un rapporto da sempre complesso quello tra Daniel Hackett e Gianni Petrucci. Prima il no alla convocazione nel 2013, quindi la fuga dal ritiro nel 2014, quando poi il giocatore scontò mesi di squalifica in maglia Olimpia Milano.

Daniel ha ritrovato l’azzurro nella stagione successiva, per poi lasciarlo nell’autunno 2019 dopo il Mondiale. «Ora è tempo di farsi da parte per ragioni che ritengo tanto personali quanto giuste» la rivelazione a Eurodevotion.

La scorsa estate, con la chiamata di Gianmarco Pozzecco, un abboccamento finito nel nulla. E in fondo, in questi giorni, lo stesso Petrucci non aveva fatto mancare “punzecchiature” al giocatore.

La prima il 29 ottobre alla Stampa: «Su Belinelli decide Pozzecco. Hackett ha avuto attenzioni uniche da noi, ma è meglio che su di lui stia zitto». L’ultima, solo la settimana scorsa: «Se un giocatore dice che non vuole più venire in Nazionale, il CT non può che prenderne atto. Un altro conto è che uno metta una scusa. Vi ricordate il caso di Hackett?».

Ora il riavvicinamento, che nasce da un grande gesto, da sottolineare, di Daniel Hackett.

6 thoughts on “Gianni Petrucci, parole clamorose su Hackett: Mi ha chiamato. Ci incontreremo presto

  1. Eh già quando si può andare al Mondiale saltano fuori tutti.

      1. Il cadavere persicetano ha già dichiarato in un’intervista la sua disponibilità per il Mondiale. Questi fenomeni, lui e Hackett, prima fanno qualficare gli altri per il Mondiale, poi quando c’è il miraggio di andare a fare i valletti alla corte di Banchero si dichiarano disponibili per Mondiale (e per i Giochi l’anno dopo).

      2. Ammesso e non concesso che Banchero accetti di giocare con la nostra nazionale, che non è così scontato, anzi..
        Petrucci sa riciclare quei due tre temi per tenere viva l’attenzione e basta, e ci sono gli allocchi che ci cascano, non riferito a te.

  2. Forse Petrucci pensa che Banchero e i due reietti possano dare alla squadra intanto visibilità nei media e magari fare un bel risultato al Mondiale per farsi rieleggere ancora una volta. Secondo me invece i due bolognesi imboscati farebbero gran male ad un gruppo che Poz ha costruito intorno all’entusiasmo e non a personaggi tipo Marchese del Grillo.

    1. Dimentichi che Petrucci non può più farsi eleggere alle prossime elezioni. Ha esaurito il numero massimo di mandati. Per cui (e per fortuna) a prescindere dei risultati della nazionale, nel 2024 vedremo passare lungo il fiume il cadavere della presidenza Petrucci.

      Per quanto riguarda il Beli, Scariolo lo sta tenendo ai margini delle rotazioni in Eurolega e lo impiega in LBA come un Panda qualsiasi, proprio dopo che Belinelli si era dichiarato entusiasta dell’avventura in EL. Penso che lui e Datome ormai siano alla frutta perché purtroppo alla fine l’età vince sempre, e il Poz quando formerà la nazionale per il mondiale non potrà non tenerne conto.

Comments are closed.

Next Post

Accadeva oggi... Mantas Kalnietis rimonta e batte il Bamberg. Forum in delirio

Accadeva oggi… cinque anni fa Mantas Kalnietis giocava la sua ultima grande gara in maglia Olimpia Milano. Contro il Bamberg
Accadeva oggi Kalnietis

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: