Il mercato di Olimpia Milano al dunque. Il confronto con le corazzate Barcellona ed Efes

Olimpia Milano attivissima, come in Europa solo il Maccabi Tel Aviv. Sono Barcellona ed Efes le due che impressionano maggiormente

Olimpia Milano attivissima, come in Europa solo il Maccabi Tel Aviv, ma mentre il Real Madrid ufficializza il divorzio da Pablo Laso, sono Barcellona ed Efes le due che impressionano maggiormente. Vediamo un primo confronto.

Olimpia
Milano
RuoloBarcellonaRuoloAnadolu Efes
PANGOS (?), MITROU-LONG,
Baldasso
PGCalathes (?), Jokubaitis,
SATORANSKY, Laprovittola
PGLarkin, Micic,
Balbay
Hall, TONUT, BARONGHiggins, KuricGBeaubois, Gazi
Shields, Datome (?), AlvitiSFAbrinesSFCLYBURN, Bryant,
Tuncer, Arna
Melli, Ricci, XPFMirotic, MartinezPFSingleton (?), M’BAYE
DAVIES, Hines, BilighaCVESELY, Sanli, OriolaCZIZIC, Dunston,
Pleiss (?)
MessinaCOACHJasikeviciusCOACHAtaman
In Maiuscolo i nuovi, (?) giocatori ancora non firmati o in dubbio di permanenza

C’è ancora qualcosa da definire, con Milano che deve firmare Pangos e la nuova ala forte, mentre il Barcellona deve risolvere la questione Calathes e quindi trovare un altro esterno quanto meno.

Nell’Efes sono invece da comprendere i futuri di Singleton e Pleiss in primo luogo, con inevitabile effetto a cascata.

Per il resto Olimpia che pare per profondità e bilanciamento adeguata alle due avversarie, soprattutto se dovesse arrivare anche un’ala fisica in più al fianco di Shields.

Al momento il principale “gap” è nel reparto esterni, dove Pangos e Mitrou-Long devono dimostrarsi all’altezza del massimo livello, al cospetto di gente come Larkin e Micic, mentre il Barcellona ha un Satoransky superstar (che però non conosce la competizione lasciata sei anni fa) ma anche un reparto nutrito con gente come Laprovittola (certezza) e Jokubaitis (giocatore in crescita).

Altro aspetto di confronto, come sempre, il reparto lunghi. Milano ha più certezze con veterani come Davies e Hines, il Barcellona dovrà cavare qualcosa da Sanli, mentre nell’Efes la scommessa è Zizic, che al Maccabi non ha fatto il salto di qualità, e difensivamente non è una certezza.

47 thoughts on “Il mercato di Olimpia Milano al dunque. Il confronto con le corazzate Barcellona ed Efes

  1. Grande esercizio di ottimismo del nostro ottimo Maggi.
    Pur con il massimo rispetto per l’estensore non credo che le cose stiano esattamente come descritte da lui e se non arriveranno (almeno) due elementi al top io comincerei a guardarmi pure da squadre non di primissimo piano come il Maccabi.
    Quest’anno in Europa sarà veramente molto più duro l’accesso ai piani alti ed al momento la squadra dello scorso anno mi sembra ancora assai ben più forte di quella attuale,ma restiamo in trepida attesa di buone notizie.

    1. E che dire del Fenerbache dove Gherardini sta facendo l’ennesimo egregio lavoro ? Oltre a KP reputo ci servano altri due elementi: uno in spot 3 x sollevare il carico di lavoro a Shields e consentire a Datome il giusto impiego/riposo. Il secondo in post 4,5 .. fermo restando la situazione di Mitoglu (😢) del quale non si sa più alcunché, ma come mai x gli altri c’è stata risoluzione per lui non ancora ? O non vi sono notizie (scandaloso) oppure c’è dell’altro ? Bentil seguitano a farlo in uscita, ma i vari Nebo Mickey Poythress ecc. si sono accasati. Vediamo questa settimana che ritengo cruciale da quel che leggo qua e là. Io reputo real barca Efes Fene e Maccabi un gradino sopra di noi attualmente .. e poi abbiamo anche la abortisce che qualcosa farà pure lei anche se in situazione non semplice. A noi servirebbe un Pleiss se a posto fisicamente piuttosto che Voigtmann al quale preferirei Bentil. Forza Olimpia e buon scudetto a tutti.

      1. Il greco non è più presente nel roster sulla home page … avranno chiuso il rapporto e magari fargli pure una comunicazione ufficiale è sembrato fuori luogo? … boh … 🤷🏻‍♂️

      2. @holden a dir la verità c’è ancora il Chacho (sulla App nel roster) direi che non è un riferimento certo 😀

      3. Finché non arriverà la sentenza ufficiale, la società non può procedere alla risoluzione del contratto. Fino a quel momento, il suo stipendio è sospeso. L’unica certezza è che, in qualunque caso, non farà mai più parte della nostra squadra.

      1. Ciao! Si l’app vive di vita propria 😁 … strano perché di solito aggiornando il sito si dovrebbe aggiornare l’app …

    2. Non sono d’accordo, il mercato non è ancora finito e la squadra che ha vinto lo scudetto c’ è ancora tutta tranne il Chacho. Ora se consideriamo migliori gente che ha fatto zero minuti persino nei playoff italiani come il buon Kaleb, Kell, Daniels, oppure gente perennemente infortunata e altro come Dinos e Delaney a gente che l’eurolega la fa da protagonista come Davies o Baron allora è un parere personale errato. Se arriverà Pangos che è forte e nel fiore degli anni dico che anche il Chacho sarà sostituito degnamente, e il confronto Dino-Voigtman a guardare i numeri che dicono poco a volte ma vanno letti, raccontano del tedesco che gioca di più segna di più e tira col 69% da due e 39,5 da tre…..

    3. Non condivido il fatto che la squadra dell’anno scorso sia ben più forte, o meglio, dipende da che squadra ti riferisci… a quella con Mito e Delaney al 100%(durata credo nemmeno un mese), o a quella della seconda parte dì stagione, con Mito out e Delaney nemmeno al 50%? In ogni caso per ora abbiamo sostituito in meglio i giocatori(Davies-Tarc, Baron-Daniels, Tonut-Grant, NML-Delaney dell’anno scorso). Certo il Chacho è insostituibile e solo KP potrà prenderne le redini tecniche(per quelle emotive non sogniamocelo nemmeno), mentre per il sostituito dì quel maledetto dì Mito dovremo accontentarci(come abbiamo fatto con Big Ben).

  2. tre elementi dovranno arrivare, o forse due tenendo bentil, ci vorrebbe un datome straniero piiù giovane e atletico in grado di giocare anche da 4, e un play di valore, o pangos o un altro di pari valore.

    1. Io tifo per Big Ben … che di 4/5 forti e disponibili e abbordabili non è che ce ne siano tante in giro … Voigtmann quando visto giocare … si … forte… ma mi sembra troppo compassato .. non so come spiegarlo … ecco … diciamo che Big Ben mette in campo quell’energia che contagia … Voigtmann meno … wait and see

    2. Ci sarebbe Calathes ma costi e mancanza tiro da fuori non credo siano in linea con i desiderata di Messina. Sperem !!

  3. questi siamo 🥸

    Ha piovuto edition

    🐼: sempre i Magnifici 7

    Stranger Things: Mitrou-Long Hall Shields Bentil Hines Davies Baron

  4. Fontecchio, perchè non lo riprendono? E’ italiano ed è bravissimo……like like like

    1. Fontecchio è stato “triturato” … forse è arrivato troppo giovane e non ha retto di testa? Peccato perché è un ottimo giocatore con ampi margini di crescita … si riprenderlo sarebbe interessante … ma lui sarà interessato? (a parte vedere se poi lo mollano)

  5. un’ala fisica in più al fianco di Shields —> FONTECCHIO . Troppo bravo.
    l’ala alta , la X, che dovrebbe essere Voigtmann —-> mi piace l’alternativa TOBEY

  6. Io continuo ad essere ottimista, l’ossatura della squadra è quasi la stessa degli ultimi anni in cui abbiamo perso contro Barcellona in sf per un tiro allo scadere di Higgins e c’è la siamo giocata alla pari contro i futuri campioni con una squadra zoppa e fuori forma. Sulla carta secondo me noi ci siamo rinforzati, mentre le altre hanno si preso gente nuova, ma hanno anche perso qualche pezzo per strada (da valutare poi cosa farà micic). Con ciò non vogliono insinuare che siamo più forti, però potremmo giocarcela con tutti. Poi come ricordava qualcuno ci sarebbero anche maccabi, Fener e Real, senza dimenticare tutte le altre, il livello è altissimo e l’Eurolega è competizione lunga e logorante, la differenza la faranno condizione e dettagli.

  7. Credo sia giusto capire che questo non è l’ennesimo anno di questa squadra che cerca l’EL ma che è il primo anno di un nuovo corso, con protagonisti chiave completamente diversi. Due play nuovi che entrano al posto di un veterano e di una leggenda; il centro nuovo che farà il grosso dei minuti; reparto guardie quasi tutto nuovo. Non è una rivoluzione nel senso che l’Olimpia finalmente sta mettendo le pedine al posto giusto invece di dover trovare solo ricambi per i giocatori che non hanno covinto, però si riparte con diversi uomini chiave nuovi ed è una situazione che va gestita.

  8. Che sia la prosecuzione dei tre anni precedenti o l’inizio di un nuovo corso, cambia ben poco la sostanza: solo qualche giorno fa Messina ha dichiarato che l’obiettivo della prossima stagione sono le F4, dando per scontato i play-off, che sono l’obiettivo minimo europeo.

    1. Assolutamente d’accordo, i due play nuovi ok, però contro l’efes il play era hall con il chacho a mezzo servizio e Delaney e Melli out. Quest’anno in più Davies darà respiro allo stesso Melli e Hines più di quanto non facessero Tarczewski e biligha e Baron dovrebbe dare un po’ più di qualità di quanto ne dava Daniels. Non si può pensare ad un altro anno di un transizione, zero scuse e si punta al bersaglio grosso.

      1. Anche perché non credo proprio che Giorgio Armani ha confermato Messina per un altro biennio con l’intenzione di ripartire da zero. E come il basket ci ha insegnato, ogni anno i roster cambiano, è nella natura delle cose.

      2. Se avessi scritto che si riparte da zero avresti detto una cosa sensata, così invece è l’ennesima volta che mi rispondi per attaccare briga senza comprendere quello che scrivo ed è veramente insopportabile.

      3. Smettila di nasconderti dietro le parole, scrivendo una cosa per farne intendere un’altra. Da te non c’è nulla da comprendere perché il senso del tuo commento era chiarissimo.

      4. Il commento è lì da leggere, sei tu che ti inventi le cose come i 7 giorni che non sono una settimana, ricordi? Ci provammo in 4 a farti comprendere il semplice concetto ma dovemmo rinunciare. Il problema è che l’italiano è lì da leggere, quindi fai solo la figura di quello che non comprende la sua lingua quando trasforma “Non è una rivoluzione … si riparte con diversi uomini chiave nuovi ed è una situazione che va gestita” in “si riparte da zero”. Se il mio linguaggio per te è troppo complesso, passa oltre e commenta altri, così eviti imbarazzi. Oppure commenta le parole scritte invece di inventarne e allora si dialoga normalmente.

      5. Il discorso sui 7 giorni è diverso da quello che tu vuoi far passare, ma non importa perché tu sei abile a mescolare le carte, come lo sei atrettanto nello scrivere un messaggio per poi dargli un’altra interpretazione, naturalmente a tua convenienza lasciandoti aperta la porta. Si chiama doppio gioco e su questo tu sei un maestro.

      6. Tu scambi l’uso della lingua italiana, che come ogni lingua ha sfumature, per un fantomatico “doppio gioco” che ti inventi tu. Ho scritto una cosa precisa, tu ti sei inventato un’altra cosa (come hai fatto con Messina, attribuendogli il pensiero opposto solo perché è il tuo pensiero) e quando sei stato preso in castagna hai deciso di buttarla sul “Eeeeeh ma volevi dire altro”.

        Se dico una cosa, è quella, fine. Se voglio dire che l’Olimpia riparte da zero, scrivo “l’Olimpia riparte da zero”. Se non lo scrivo e invece scrivo una cosa diversa significa che, pensa te, penso una cosa diversa. Ogni singola volta che mi rispondi inventando qualcosa, io tiro fuori la cosa vera scritta, che tutti possono leggere, fino a quando non smetti di inventare cose.

      7. “Nelle ultime tre stagioni siamo riusciti ad ingaggiare dei giocatori di grande qualità che hanno mostrato al resto della squadra come arrivare alle Final Four. Siamo riusciti a farlo l’anno scorso, quest’anno ci siamo andati molti vocini. E il nostro obiettivo è tornare alle Final Four. Ma prima devi assicurarti un posto nei playoff, in un campionato a 18 squadre dove tutte hanno un livello da prime otto. Ecco perché essere ai playoff è già un successo e spero che lo rifaremo»”
        Queste sono le parole di Messina: parla che l’obiettivo è raggiungere le F4 e questo significa che arrivare ai play-off è l’obiettivo minimo che ovviamente va conquistato.
        Da qui ho scritto che sia la prosecuzione dei tre anni o l’inizio di un nuovo corso (come scritto da te) non cambiano gli obiettivi. Dove è la parte inventata su Messina?
        Forse tu sei abituato a usare la supremazia del tuo pensiero verso chi non la pensa come te girando e rigirando le parole a tuo uso e consumo ma ti rode perché con me non ci riesci e mai ci riuscirai.
        Per il resto ognuno legge e interpreta come meglio crede, questo a quanto pare è più un tuo complesso (quello di apparire) che mio.

      8. Nell’intervista che tu hai citato c’è scritto, testuale (il maiuscolo è mio per facilitare la comprensione….):
        “[…] Ma prima devi assicurarti un posto nei playoff, in un campionato a 18 squadre dove tutte hanno un livello da prime otto. Ecco perché ESSERE AI PLAYOFF È GIÀ UN SUCCESSO e spero che lo rifaremo”
        TU hai citato quel pezzo eh. E letto quel pezzo tu hai pensato di scrivere: “Messina dà per scontato i play-off.”
        Dopo che Messina ha detto “essere ai playoff è già un SUCCESSO” tu hai capito “essere ai playoff è SCONTATO”. Ti risulta chiaro o no? Ti è chiaro che ha detto che l’obiettivo sono le F4 MA fare i playoff sarebbe già un successo perché la competizione è elevata? È scritto lì eh, nero su bianco, lo ha detto lui, è il pezzo che TU hai incollato.

        “Forse tu sei abituato a usare la supremazia del tuo pensiero”: tu hai questo giochetto in cui pensi di far passare la realtà dei fatti come una mia idea. No, è la realtà dei fatti, è scritta nero su bianco, l’hai copiata e incollata tu. Io più di così non so aiutarti, quindi se neanche Messina in persona ti convince, rimani dell’idea che Messina abbia detto che è scontato fare i playoff, che ti devo dire.

      9. Chi fa questi giochetti sei proprio tu, e non solo con me, ma anche verso altri utenti che non la pensano, fortunatamente, come te. Tu credi di avere in tasca la VERITÀ ASSOLUTA, mi dispiace deluderti,ma non è così, la tua è solo presunzione ed egocentrismo, della serie “IO SO TUTTO, VOI NON SAPETE UN C…O!

    2. Messina in conferenza stampa, notizia di ieri: “[…] Ma prima devi assicurarti un posto nei playoff, in un campionato a 18 squadre dove tutte hanno un livello da prime otto. Ecco perché ESSERE AI PLAYOFF È GIÀ UN SUCCESSO e spero che lo rifaremo”
      Tu: “Messina dà per scontato i play-off.”

      1. Messina deve tenere l’asticella bassa, ma è il primo che sa che se non dovessimo arrivare neanche ai play-off sarà un annata deludente a livello europeo. Se non sai leggere tra le righe è un problema tuo, non mio.

      2. lol certo, di fronte all’evidenza dei fatti delle testuali parole l’unica è inventarsi il “fra le righe”, come se un allenatore del livello di Messina potesse dare per scontato qualsiasi risultato.

      3. Forse dimentichi un particolare: Messina, fin dal giorno del suo insediamento, ha sempre detto che Milano deve stabilizzarsi ad arrivare sempre ai play-off di EL, traguardo raggiunto negli ultimi due anni con anche l’accesso alle F4 nella stagione 2020/2021.
        E ti ripeto, visto che fai fatica a capirlo, che in caso di mancato raggiungimento dei play-off, Messina sarà il primo a parlare di stagione deludente a livello di EL.

      4. Oh ragazzi calma! È evidente che avete posizioni discordanti, non è più semplice accettarle senza dover per forza convincervi a vicenda? Se avessimo tutti le stesse idee a che servirebbe l’esistenza di questo forum?

  9. A mio avviso, la vera corazzata, si chiama Real Madrid. Dopo aver battuto, ai playoff di eurolega, il Maccabi per 3 a 0, ha liquidato il Barcellona, in semifinale e, perso la finale per mezzo canestro. Dopodiché, ha battuto per altre tre volte, il Barcellona, per il titolo spagnolo. A questa squadra, ad oggi, ha aggiunto un certo Sergio Rodriguez….

    1. Perso la finale peraltro per una gestione dei 40 secondi finali veramente incomprensibile, quindi ancora più episodico come evento.

      1. Concordo: più che perda, quasi buttata!
        Però ora cambia il coach, con una squadra che aveva il suo equilibrio, anche nello spogliatoio. Non è scontato un risultato positivo. Ma resta una signora squadra

  10. Qui ci si stracciava le vesti per Mannion e Sampson l’anno scorso.
    Mentre il chacho era vecchio. Ora senza chacho sono guai e la compagna acquisti con nebo Baldwin e l.brown fa paura.

    L’erba del vicino…..

    1. Però è indubbio che Efes Maccabi e Fenerbache stiamo allestendo degli squadroni con Barca e Real che le stanno ulteriormente rinforzando .. come ho già detto molto dipenderà dai 2/3 innesti finali di Milano x collocarla, sulla carta xke poi come sempre sarà il campo il vero giudice, al pari di queste sue compagini o un gradino sotto. Forza Olimpia

    2. Piano però, solo pochissimi che non hanno molta comprensione del basket dicevano che il Chacho era vecchio. Su di lui c’era quasi totale consenso sul fatto che fosse sempre molto forte.

  11. Anyway al momento ….

    questi siamo 🥸

    🐼: sempre i Magnifici 7

    Stranger Things: Mitrou-Long Hall Shields Bentil Hines Davies Baron

  12. Una differenza importante la fanno gli allenatori, oltre ai giocatori.

    Jasi, per esempio, ha dimostrato che il suo metodo del bastone prolungato crea scontento e inibisce l’energia dei giocatori: con lo squadrone che aveva quest’anno non ha vinto niente. Molte voci dicono che i suoi giocatori clutch gli abbiano fatto una specie di sciopero bianco.
    Le voci sono voci, ma ci potrebbe stare.
    Inoltre, quando hai problemi di questo genere, acquistare figurine è la soluzione più facile, ma sarà anche la migliore? Ne dubito.

    Il Real ha sostituito Pablo Laso.
    Uhm… potrebbe bastare questo.
    Erano i più forti? No. Però Pablo ha tirato fuori tutto il meglio che avevano. Sa farlo.
    E il suo sostituto?
    Vedremo. Ma ci vuole carisma con quei veterani. Ne ha? Non so, non lo conosco.

    L’Efes è il più forte per la coppia tremenda.
    Erano necessari i cambiamenti che ha fatto.
    Certo li hanno ritenuti così, ma hanno davvero ragione?
    Vedremo.

    Salgono molto, invece, secondo me, le quotazioni di Fener e Maccabi.

    E poi noi con un grandissimo Messina che raffina ulteriormente la sua squadra e le scelte per le sue necessità.
    Il progetto ha dimostrato di averlo in testa ben chiaro, e ha dimostrato di poter ottenere dai suoi e di aver costruito uno spogliatoio “fatato”.
    Ha fatto sostituzioni ottime sulla carta: ma certo si aspettano i due colpi che faranno la differenza che al momento non si vede come si potrebbe farla.
    Arrivati i due mi sento di poter competere con chiunque. Con Shields e Hall che, non dimentichiamolo, sono ancora in piena crescita…
    E spero anche che per il karma, questo nuovo anno ci toccherebbe un po’ meno sfortuna.

  13. A proposito di costruzione e consolidamento di una squadra e parlando quindi di chimica che si crea all’interno della squadra stessa, in quest’ottica sono convinto che la permanenza del binomio giocatore-persona Jerian Grant ci avrebbe giovato …..ho già nostalgia di lui

  14. Ho letto in qualche articolo che il mercato di EL è fondamentalmente una lunga ed importante serie di spostamenti di pedine, di uomini che già giocavano in EL. È vero. Manca completamente la componente USA, quei giovani già forti da svezzare, quei giocatori già affermati ma non rinnovati oltreoceano. Magari un’ala piccola fisicata la troviamo la. Vedremo. Comunque l’Olimpia mi sembra rinforzata. Forza Milano

  15. Dall’alto della mia incompetenza mi terrei Big Ben e farei un all in su una SF che quando leggi il nome … svieni … a livello di un Bob McAdoo per intenderci

Comments are closed.

Next Post

Olimpia Milano Speciale Mercato | La Top10 dei colpi più fruttuosi dell'era Armani

Top10 dei colpi più fruttuosi dell'era Armani: quelli che hanno impattato oltre le attese, o oltre la storia stessa del ciclo di Re Giorgio
Top10 dei colpi più fruttuosi dell'era Armani

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: