Real Madrid vs Olimpia Milano | Le pagelle di RealOlimpiaMilano

I voti ai biancorossi, di una serata con un po’ di rammarico: Alviti e Melli non bastano, partita da dimenticare per Delaney

Melli 7 – Si sbatte tanto in difesa, a rimbalzo (specialmente offensivo) è molto utile. Trova anche una buona serata offensiva. La sua partita è sicuramente una delle migliori della squadra, visto che chiude con 18 punti ed 8 rimbalzi.

Grant 6 – In continuo crescendo durante il match: non è un giocatore che fa la differenza, ma gioca bene in difesa e mette anche un paio di canestri importanti nel quarto periodo.

Tarczewski 6 – Discreto impatto nel primo tempo, realizzando anche una super schiacciata.

L’Olimpia spreca una grande occasione per espugnare Madrid

Ricci sv – Gioca appena 3 minuti.

Hall 5.5 – Sempre solido, sempre prezioso per l’Olimpia. La sua partita, nel complesso, è di altissimo livello, visto che è un rebus irrisolvibile per la difesa madrilena. Il problema sono le due palle perse nel quarto periodo, negli ultimi minuti di gioco, che hanno di fatto regalato la parità al Real Madrid. Perse sanguinose che macchiano indelebilmente la sua partita.

Delaney 4 – Nel primo tempo fa una fatica enorme in attacco, quando dovrebbe essere il riferimento offensivo della squadra in assenza di Rodriguez e Shields. Quando sembra essersi finalmente sbloccato, commette errori imperdonabili in ogni aspetto del gioco: tiri liberi sbagliati, tripla della vittoria sbagliata gestendo malissimo l’ultimo possesso ed il possesso decisivo nell’overtime, quando fa fallo in attacco quando la palla ancora non è messa in campo dalla rimessa. Serata da horror.

Mitoglou 5.5 – Sembra in condizioni fisiche non eccezionali, prova a fare del suo meglio ma ancora non riesce ad essere la sua versione migliore.

Baldasso sv

Daniels 6 – Fa quello che sa fare: tirare da tre punti. In una serata senza i due migliori attaccanti della squadra, è molto importante che si trovino le sue triple. Gioca però poco, probabilmente perché è un mis-match continuo nella metà campo difensiva.

Alviti 7.5 – Nel secondo quarto risulta essere il go to guy della squadra, almeno per qualche minuto. Grande impatto in entrambe le metà campo per lui. Continua la sua partita solida a dir poco anche nel secondo tempo, con grande presenza a rimbalzo e difensiva. La nota più lieta di questa serata.

Hines 6 – Non il miglior Hines: sia chiaro, non una prova insufficiente, ma ci sarebbe stato bisogno di un Hines sontuoso stasera. Restare seduto nei minuti finali in overtime è sicuramente testimonianza della sua serata difficile.

Bentil sv

Coach Messina 6 – Pesca il jolly Alviti ed è sicuramente da elogiare per questo. Qualche domanda sulla gestione di Daniels (10 punti in 12 minuti) e sul mancato utilizzo di Bentil sono lecite. Inoltre, probabilmente Ricci avrebbe potuto essere utilizzato di più.

11 thoughts on “Real Madrid vs Olimpia Milano | Le pagelle di RealOlimpiaMilano

  1. Domanda : Daniels 6, tirando 3 volte dal campo e mettendo 10 punti. Il giorno che tirera con percentuali più basse, visto che più di così non può fare, quanto gli date…? 2…? Bah…..

  2. Domanda: Hall 5 facendo 21 punti e risultando l’unica opzione offensiva per buona parte del finale. Se nelle prossime partite fa 15 punti, quanto gli date…? 3…? Bah…

    1. Aggiungo che Hines, solo per avere eliminato Tavares dalla partita, merita un bel 7.

      Poi sono d’accordo, le pagelle sono un gioco che non metterà mai d’accordo i vari pareri, e sicuramente nascono con questo scopo, però non bisogna neanche esagerare con le provocazioni 😇

    2. Hall palleggio da “campetto ” due palle perse e overtime. partita alle ortiche per colpa sua

  3. Tarcisio almeno 7: ha giocato pico ma il suo lo ha fatto eccome.
    Bentil immagino non stesse bene, altrimenti non si spiega il suo non utilizzo. Sofferto tantissimo sul p&r.

  4. Condivido nel complesso il commento su Hall, per niente il voto; perse due brutte palle (sa fare anche il play ma non è un play) ma non possono cancellare una buona gara.
    Troppo negativo il giudizio su Delaney che ha sì il difetto di accentrare troppo il gioco quando non è in forma o quando è stanco, ma che soprattutto nel secondo e terzo quarto ha fatto il suo e che ha pagato i 35 minuti in campo cui non è abituato. Non è un caso che, senza Chacho e con Delaney poco lucido, negli ultimi minuti abbiamo faticato in attacco e a contenere Lull in difesa, soprattutto in un paio di penetrazioni.

  5. Concordo su Hall, nel finale ha avuto troppo la palla in mano e forse, fin troppo in fiducia, ha creduto di poterla vincere lui, presupponendo troppo da se stesso……stessa cosa per Delaney che aveva cmq fatto una buona partita, fatti salvi i liberi.

    Alviti inizia ad assaporare il basket di alto livello…..e sembra che gli piaccia, nel crunch time è un po sparito, ma ci sta, cmq bravo

    Mitos, come ci si doveva aspettare dopo cosi lunga assenza, fa un po fatica, bene e utile Grant

    1. Daniels ha numeri interessanti nella parte che concerne il rapporto min/pt, cosa che è nelle sue corde, però, se in difesa è un telepass, sempre sul filo del rasoio del canestro subito più fallo, è chiaro che quei minuti giocati saranno sempre pochi, perchè da proficuo diventa dannoso

  6. Sostenere il mio punto di vista su Hall m’interessa il giusto, ovvero molto poco.

    Però voglio fare notare dei fatti relativi alla partita, che non sono stati considerati, e che non riguardano solo lui.
    Molti infatti non si sanno spiegare come mai Daniels abbia giocato così poco pur essendo stato impeccabile in attacco.
    La spiegazione ovviamente si chiama Gabriel Deck che nel primo quarto, marcato da Daniels, ha dilagato, 8 punti nel quarto, mettendoci in crisi seria per mancanza di risposte.
    Il Real continuava a giocare su di lui in post facendoci male.

    Poi l’intuizione di Messina di farlo marcare da Hall, e Deck non s’è più visto.
    Anche perché per stare dietro a Hall, che gli è stato assegnato da marcare, s’è abbastanza consumato, senza molta efficacia, visto che il buon Devon, anzi l’ottimo Devon di punti ne ha fatti 21, molti dei quali quando nessun altro dei nostri riusciva a tirare…

  7. Ma lo staff tecnico quanto bene sta lavorando con Alviti??? Rispetto all’inizio di stagione sembra un altro giocatore.

  8. Ovvio che perdere dopo che si era sopra di 7 a 3 minuti dalla fine dia fastidio perché c’èra la sensazione di portarla a casa. Però mancava il Chacho (e Trey Kell). Delaney si è trovato da solo in playmaking perché per Baldasso vedersi proiettato dalla LBA direttamente a Madrid contro il Real in Eurolega forse è stato un passo troppo lungo. Calcolando Bentil fuori, Shields ancora infortunato, Mitoglou che cerca la condizione fisica, m’avessero detto prima della partita che con una formazione così rimaneggiata si sarebbe perso solo al supplementare contro il Real a casa sua non ci avrei creduto. Significa che la squadra ha raggiunto comunque una certa consistenza e se le gioca tutte a prescindere dagli avversari. Perché vanno riconosciuti anche i loro meriti, vedi Lull. Riguardo alle pagelle, tutto condivisibile tranne il 5.5 a Devon Hall. A mio avviso meritava la sufficienza piena. E Delaney meritava un voto in più, restando insufficiente ma non da bocciare in toto, calcolando anche il minutaggio fuori media obbligato dall’assenza del Chacho.

Comments are closed.

Next Post

Ettore Messina: L'abbiamo un po' buttata via, senza pazienza

Le parole del coach biancorosso in sala stampa, dopo la sconfitta al supplementare del Wiznik Center

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: