Olimpia Milano post Treviso | Una vittoria da corazzata, e gli USA in crescita

Alessandro Maggi 3

Olimpia Milano post Treviso con temi molteplici che svilupperemo, inevitabilmente, per tutto il giorno. Restate su ROM

Olimpia Milano post Treviso con temi molteplici che svilupperemo, inevitabilmente, per tutto il giorno. Restate su ROM.

La partita

Treviso senza due giocatori chiave, poco da dire, ma la dimostrazione di lucidità e compattezza biancorossa è impressionante. Non ci sono altri termini, e in certi casi serve dirsi tutta la verità.

L’Olimpia ha approcciato da corazzata il match e lo ha vinto da corazzata, la dimostrazione nel 24-12 del primo quarto ma anche in quel parziale di 16-0, o 20-2 dal 51-40 che ne terzo quarto costringe Messina a chiamare timeout.

Alla fine, a dover fermare due volte la gara è Max Menetti. Invano.

Gli americani

Jerian Grant. 25’ in campo con un +37 di plus/minus. Per lui anche 6 punti, 3 rimbalzi e 5 assist. E’ un giocatore che con applicazione sta trovando il suo posto. Da tenere d’occhio, perchè a livello difensivo può dare qualcosa che altri, in questo roster, non sanno dare. E in fondo parliamo di un giocatore che in Europa si colloca in fondo alle rotazioni. Ma con profitto in Italia.

Troy Daniels. Il talento difensivo è lì da vedere, contro Treviso si sente anche a rimbalzo. Vi è poi un dialogo con Ettore Messina da sviluppare, e molte cose da comprendere. Piegando le ginocchia, e ritrovando Delaney in regia (dunque con migliore circolazione di palla), può essere un’arma letale a tutti i livelli.

Le rotazioni

Siamo a novembre, le gerarchie sono chiare, e contro Treviso i biancorossi vincono senza Sergio Rodriguez, il migliore in campionato in queste ultime settimane.

Melli viene gestito in stile NBA, Kyle Hines non supera i 17’ e Datome non si muove da 11’. Si chiede di più ai vari Grant, Ricci e Daniels. Questa è perfezione anche per fisiologi e materassai.

3 thoughts on “Olimpia Milano post Treviso | Una vittoria da corazzata, e gli USA in crescita

  1. Effettivamente sono rimasto anch’io sorpreso da questa vittoria così ampia, alla viglia ero quasi sicuro che si perdesse perchè mai come in questa occasione c’erano tutti i motivi per far sì che la partita venisse affrontata svagatamente e con scarso impegno, tra assenze, stanchezza, trasferte lunghe e faticose e fusi orari vari.
    Complimenti quindi a staff e giocatori per la serietà e la professionalità dimostrata ancora una volta. E se si impegnano anche quelli che finora sono stati ai margini delle rotazioni, tipo Grant o Daniels, o Tarc che in settimana ha giocato pochissimo e poteva essere demoralizzato, allora vuol dire che si sta lavorando molto bene.

  2. Sono stato sorpreso anch’io dall’ampia vittoria di ieri, alla vigilia ero abbastanza sicuro di una sconfitta perchè mai come questa volta c’erano tutte le giustificazioni possibili per una brutta prestazione, tra assenze, stanchezza, viaggi lunghi e faticosi, fusi orari vari e morale un pò giù dopo le 2 sconfitte russe. Invece staff e giocatori han mostrato ancora una volta, se mai ce ne fosse stato bisogno, grande serietà e professionalità. E se anche i giocatori che finora sono stati un pò ai margini delle rotazioni hanno approciato e disputato bene questa partita, significa che si sta facendo proprio un bel lavoro di gruppo.
    Chapeau.

Comments are closed.

Next Post

Olimpia Milano vs Treviso | Gli highligts del nono successo in nove gare

Le immagini di Olimpia Milano vs Treviso: largo successo per la squadra di Ettore Messina che resta a punteggio pieno in classifica
Olimpia Milano Treviso highligts

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: