La stagione di Shavon Shields. Un potenziale mvp in maglia Olimpia Milano

La stagione di Shavon Shields. Ogni romanzo ha un suo crescendo e una sua svolta. Il capitolo che tutto cambia

La stagione di Shavon Shields. Ogni romanzo ha un suo crescendo e una sua svolta. Il capitolo che tutto cambia. Anche la percezione di una bellezza che si fa splendore. Chiunque, da coach Ettore Messina sino all’ultimo sostenitore del club, sa di essere prossimo a voltare la pagina giusta. Almeno quando si parla di Shavon Shields.

Shavon, in Olimpia Milano, si è presentato sotto voce. Parlava per lui l’essenza di una memoria che riporta all’ultimo scudetto biancorosso, al «The Block» che chiuse momenti di assoluta onnipotenza in canotta Aquila Trento.

Una recita prossima alla perfezione, come solo grandissimi interpreti recapitati a domicilio in quel del Forum d’Assago. Dal Nando Gentile casertano, al Vassilis Spanoulis degli anni del dominio Olympiacos. 

Luci, dannate, ma talmente accecanti da innescare un involontario applauso di ammirazione. Sotto voce il ritorno con la canotta giusta, ma accecante la presentazione, con tiro vincente in quel di Monaco di Baviera.

Poi, dimostrazioni costanti di grandezza. Proprio da ex, nel giorno dei morti contro Trento. O a Sant’Ambrogio, con i 26 contro il Khimki. E non cancellando i 23 con lo Zalgiris, come dimenticare i i 35 con la Virtus del 17 aprile e i 34 nella notte chiave con il Bayern Monaco…

Secondo quintetto di EuroLeague la consacrazione fin troppo timida, per chi si è rivelato massimo interprete del sistema messiniano su ambi i lati del campo, colpendo quando serve, soffocando la prima opzione offensiva altrui con costanza.

Sono le stigmate già intraviste di un fuoriclasse che ora prende la squadra per mano, giocando da all-around, non disdegnando la palla in mano, iniziando a mostrare senza la consueta timidezza i segnali del leader.

E allora, in un gioco europeo che nel ruolo può solo opporre Will Clyburn nella ricorsa al primato, ecco che un rinnovo lancia un messaggio: in Olimpia Milano c’è un potenziale mvp. Il suo nome è Shavon Shields. E questa può, deve, essere la sua stagione.

2 thoughts on “La stagione di Shavon Shields. Un potenziale mvp in maglia Olimpia Milano

  1. Shields mi piace tantissimo. Letale in attacco e generoso e operativo in difesa. Sono felice che l’Olimpia l’abbia rinnovato per un altro anno, e contento che lui abbia deciso di restare in un team che lo vede perfettamente integrato, con un coach grazie al quale ha fatto un deciso passo avanti nel rendimento.

  2. Per migliorare ulteriormente Shields, che tecnicamente è al top, deve strutturarsi muscolarmente aumentando la sua fisicità, laddove nella scorsa stagione ha dimostrato di poter soffrire alcune difese dal trattamento “intensivo”

Comments are closed.

Next Post

Treviso in finale del QR di BCL: saranno due gare in meno di 24 ore

Treviso, avversaria di Olimpia Milano nelle Final Eight di Supercoppa, al centro del nostro basket, impegnata nel QR casalingo di BCL
Olimpia Milano vs Treviso

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: