Walter Fuochi: Milano da lingue fuori, occhi spenti, cervelli mogi

Alessandro Maggi

Walter Fuochi regala una splendida analisi sull’edizione bolognese di Repubblica in merito alla resa di Olimpia Milano

Walter Fuochi regala una splendida analisi sull’edizione bolognese di Repubblica in merito alla resa di Olimpia Milano. Ecco l’attacco del pezzo:

Se non è ancora lo scudetto, gli somiglia. Bologna impazzisce, vedendo Milano cadere per la terza volta, e molto peggio che nelle altre due. La Virtus vola sul 3-0, a un solo punto dal titolo che le manca da vent’anni tondi, e per il quale giocherà già domani sera, sul suo campo, alle 19. 

Non è bella, stavolta, ma è dura, pratica, terribilmente convinta di sè. Sciupa in un amen un +12 e nel primo tempo, in un altro amen un altro +12 nel terzo quarto, ma se lo ricostruisce, anzi lo allarga, in un quarto finale in cui cancella dal campo ogni concorrenza: 24-6, esaltante e tragico, da reciproca prospettiva. 

E allora la conclusione è che nessuno dei suoi uomini tema mai di rovesciare il secchio del latte appena munto. Ci saranno altre mammelle da strizzare. Si va in fuga, ci si fa riprendere, si riparte. E’ la legge dei più forti, se di fronte hanno lingue fuori, occhi spenti, cervelli mogi, manine gelide.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Vincenzo Di Schiavi: La squadra non ha più un filo comune

Vincenzo Di Schiavi, su La Gazzetta dello Sport, analizza il ko di Milano nelle sue pagelle. Ecco un paio di passaggi

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Flavio Vanetti: Milano 4 vittorie in fila? Più facile scalare l’Everest a piedi nudi

Flavio Vanetti analizza il successo della Virtus Bologna in gara-3. Ecco alcuni passaggi del suo articolo di oggi

Chiudi