Panathinaikos vs Olimpia Milano | Le Pagelle di RealOlimpiaMilano

Alessandro Maggi 17

Punter improvvisamente spara a salve, Tarczewski e Moraschini in campo troppo poco, il Chacho non segna più da fuori: le pagelle di ROM

Punter 5 – Parte travolgente, poi non vede più il canestro, chiudendo con un 5/15 dal campo. Nel finale un errore dalla lunetta costa caro.

LeDay 5 – Buon primo tempo, dominando a modo suo, poi nella ripresa viene sottomesso a rimbalzo.

Micov 6 – Una discreta prestazione per lui, in una stagione difficile: 15 punti con 5/7 al tiro.

La cronaca del match

Moraschini sv

Roll 6 – Non impressiona, ma il suo infortunio cambia le carte in tavola.

Rodriguez 5.5 – Parte dominando nel primo tempo, con anche la giocata della serata. Alla fine 10 punti, 5 rimbalzi 5 assist, è vero, ma anche quello 0/6 da 3 che conferma una tendenza nelle ultime uscite.

Tarczewski 6 – Primo tempo importante, toccando rapidamente il 7+3. Chiude a 12+6, ma a rimbalzo anche lui viene meno nel finale.

Cinciarini sv

Shields 5 – Uno squillo nel terzo quarto, poi la sua gara in attacco finisce lì. Prova a reggere in difesa.

Brooks 5.5 – La sua gara inizia con due falli fantasiosi su Bentil. E questo ne caratterizza troppo il match.

Hines 5 – In chiaro debito di ossigeno, non riesce ad essere fattore nei 28’ in campo.

Datome 5.5 – Prova a venire fuori nel finale, ma in questo momento la sua presenza è ai minimi stagionali. 7 punti.

Coach Messina 5 – Obiettivo centrato, e gara che sostanzialmente non cambia il mondo, anche in virtù di una condizione di squadra da ritrovare. Ma quando subisci fisicamente, con le modalità della gara di andata, serve cambiare: 17’ Tarczewski, 1’48’’ nel finale a Moraschini, con Roll e Delaney fuori dai giochi. Affonda senza cambiare le carte in tavola.

17 thoughts on “Panathinaikos vs Olimpia Milano | Le Pagelle di RealOlimpiaMilano

  1. Sinceramente il 6 a Tarci mi sembra non corretto: sono almeno quattro partite consecutive che il nostro Tarzan confeziona una buona prestazione: stasera è stato molto presente, sia in attacco che in difesa e sarebbe stato molto utile anche nella fase finale del supplementare. Poi è evidente che se lo paragoni a Vesely e compagnia, non è a quel livello, ma comunque impegno e voglia di fare per riportarsi ad un buon livello non gli mancano e stasera l’ha ampiamente dimostrato.

    1. Si è fatto sfuggire due rimbalzi dalle mani sanguinosi… Poi nel secondo tempo, in generale, i loro lunghi hanno pasteggiato sotto il nostrto canestro. Però, rispetto al nulla di altre volte, ha fatto un passettino avanti. Che certo non basterà contro i vari Vesely, Dunston, etc.

      1. Nello specifico effettivamente Tarc è specializzato nel perdere rimbalzi o palle vaganti da rimbalzo conteso che sembrerebbero sue: in tutto ciò è recidivo, è una sua costante e non è una bella cosa.

        Dan Peterson usava dire: “ha bisogno di una forchetta”, il povero Tarc ha due mani che proprio non sembrano due tenaglie

  2. Per me I peggiori della serata sono stati Hines, Datome e Brooks ma mentre per i primi due può capitare qualche passaggio a vuoto visto che in moltissime occasioni sono stati determinanti sia in LBA sia in Eurolega, il discorso su Brooks è diverso perché sono molto più le partite opache rispetto a quelle dignitose anche perché decisivo non è mai stato. Tutti a massacrare e a criticare Tarczewski che ha dei limiti evidenti e al quale non si perdona mai nulla, al contrario tutti sempre pronti a trovare una giustificazione plausibile alle deludenti prestazioni di Brooks al quale ultimamente gli sono bastate 2/3 partite decenti per affermare che era tornato il Brooks che conosciamo. A mio giudizio rimane solo un giocatore sopravvalutato.

    1. Brooks ha un visto italiano e quindi lo devi paragonare agli altri “italiani” del roster e non a chi è “straniero”, decisivo o non decisivo va giudicato in quest’ottica

      1. In Eurolega non ci sono distinzioni tra italiani e stranieri…

      2. Il roster tiene conto del regolamentoLBA sugli italiani da schierare e Brooks ai tempi fu firmato in quest’ottica, poi lo puoi tranquillamente criticare anche da “italiano”, certo è che il suo emolumento è da straniero

      3. Ho già specificato in altro post che Brooks é stato confermato per il suo status di italiano. Per me è un giocatore sopravvalutato indipendentemente dal suo status perché può giocare sia in Italia sua in Eurolega. Il tuo ragionamento potrebbe valere nel caso di Evans che può giocare solo in Europa o di Kuba che può giocare solo in Italia ma non in quello di Brooks che può giocare indistintamente in entrambe le competizioni. E cmq le mie critiche sono relative al suo valore non sul suo passaporto. Spero di essermi spiegato meglio.

  3. Concordo sulla serata ed i tre menzionati. Non sono d’accordo sulla sopravvalutazione di Brooks. Anche io credo che Tacio sia troppo bersagliato dalle critiche e ho sempre avuto ammirazione per il suo impegno. A tutti serve una dose di autostima specialmente in questi tempi. Infine – piaccia o no – in questo momento se Brooks non fa il suo abbiamo un bel problema a tenere in difesa Nel secondo tempo l’abbiamo visto purtroppo. Sappiamo anche che Messina non ha certo un debole per lui. Alla fine della stagione si vedra’. Per il momento che tutti si tirino su le brache che si fa dura!

    1. Io spero proprio che iMessina a fine stagione lasci andare via Brooks, gli preferisco cento volte Polonara che, anche se mi sta antipatico, nel frattempo è cresciuto in modo esponenziale a livello europeo mentre ormai Brooks è in parabola discendente.

      1. Cambi nomi ma il tuo giudizio su Brooks non cambia…
        Che si sia perso per colpa sua ieri è semplicemente ridicolo.

        Imvece perdi l’occasione di criticare chi hai sempre criticato e ieri sera ha cannato al 100%, cioè Messina.
        Se conosco il tipo, si starà fustigando per la pessima partita che ha giocato dalla panchina, non solo in termini di rotazioni.
        La responsabilità di ieri sera per me è sua.

        Ci sta, come va ricordato che grande merito di essere dove siamo è ancora sua, perché l’eurolega è lega degli allenatori e lui è un top.

        Avanti, niente è perduto e tutto fa vissuto, come diceva il buon Piane.

      2. Finora abbiamo disputato tra Supercoppa, Coppa Italia, LBA ed Eurolega più di 60 partite e quelle dove Brooks é stato positivo si contano sulle dite di una mano e non mi pare che il nostro coach stravede per lui, anzi..Per cambiare giudizio avrebbe dovuto fare una stagione diversa e sopratutto più continua. Se Messina a fine stagione lo lascerà andare via vorrà dire che non mi sono sbagliato più di tanto visto e considerato che già l’estate scorsa la sua conferma era in dubbio poi la penuria di italiani gli ha dato questa chance di rimanere.

  4. Erano tutti in debito di ossigeno nel secondo tempo,si è persa la partita non avendo fatto giocare cinciarini e moraschini e di più Tarzcewsky stavolta è stato Messi a che comunque stimo molto a perderla

  5. Giudizi troppo severi. Ci sta dopo un percorso lungo e faticoso crollare come abbiamo visto? Forse si . Brutta sconfitta parzialmente inattesa ma considerare così male i nostri non mi trova d’accordo.

  6. Sconfitta pesante, secondo me in parte frutto delle rotazioni poco condivisibili in lba. Quinto/ sesto posto mi sembra il reale valore della squadra.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Serata amara per Olimpia Milano, e Trinchieri si tuffa in una piscina di vino rosso

Il Bayern si prende i playoff e Andrea Trinchieri promette una lunga bevuta
Trinchieri vino rosso

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Messina: Spenta la luce, loro ci hanno creduto con la leadership di Mack

Le parole del coach biancorosso, dopo l'incredibile sconfitta al supplementare ad Oaka

Chiudi