Messina: Vittoria che ci regala fiducia, ma bisogna vincere domani

Fabio Cavagnera 2

La conferenza stampa del coach biancorosso, dopo la vittoria in semifinale di Coppa Italia 2021

Così Ettore Messina ha commentato la roboante vittoria in semifinale di Coppa Italia contro Venezia: “Siamo contenti, abbiamo battuto Venezia, non certo una squadra di secondo piano. Siamo partiti stranamente un po’ contratti e nervosi, un po’ indecisi, la difesa ci ha tenuto in partita. Una volta che siamo saliti di tono, i nostri giocatori, soprattutto Hines e Rodriguez, hanno avuto momenti offensivi di grande livello, ma tutti hanno dato un contributo importante. L’unico problema è che non conta, perché dobbiamo vincere domani. Comunque, una vittoria che ci regala fiducia”.

Un messaggio per il resto della stagione? “Loro hanno aggiunto anche Clark, che l’anno scorso con Cantù ci ha distrutto. Una volta finita se la dimenticano. Se li troveremo in campionato, sarà in una serie. Loro hanno accusato la stanchezza un po’ più di noi, rispetto ad una partita che hanno investito energie fisiche e nervose per vincere il quarto di finale. Il nostro è stato dispendioso. Non credo le dimensioni del risultato lancino un messaggio”. 

Può una prova del genere ed un successo così netto essere un rischio verso la finale? “I rischi sono tanti. Prima di tutto gli avversari, formazioni di tiratori che aprono il campo. Pesaro gioca anche una zona ben fatta, Brindisi mischia spesso le carte. L’altra è che, dopo due buone partite, magari ti viene l’ansia di buttare via tutto. Speriamo di avere tranquillità e continuare a difendere, come stiamo facendo da tutto l’anno”.

È la decima finale personale di Coppa Italia per Messina: “Se la vinciamo sarà un bel record, se la perdiamo butto via il filmato”. 

Olimpia Milano vs Venezia | Le parole di De Raffaele

È ovviamente deluso Walter De Raffaele, dopo il pesante ko del Forum: “Speravamo in una partita diversa o, per lo meno, che durasse più di 25 minuti. Per vincere contro Milano servono 40 minuti in cui tutti giocano al limite ed al massimo delle sue potenzialità. Quando siamo stati dentro il sistema ed al piano partita, la partita l’abbiamo giocata. Poi, come è salita l’intensità fisica, Milano ha fatto vedere perché è meritatamente prima in campionato e terza in Eurolega”.

L’analisi del match: “Quando si è alzato il livello fisico, noi con tanti possessi regalati e perse gratuite, abbiamo perso fiducia nelle nostre cose, poi con il talento si è ampliato il divario. Dobbiamo imparare da questa partita: se la basiamo sul talento, non c’è partita con Milano. Per riuscire a competere, serve una durezza mentale per tutti i 40 minuti”. 

2 thoughts on “Messina: Vittoria che ci regala fiducia, ma bisogna vincere domani

  1. – Eh ma Hines ha giocato troppo, alla sua età…
    – Solo 18 minuti, veramente.
    – Ah.
    – Eh ma Rodriguez ha giocato troppo, alla sua età…
    – Solo 22 minuti, con 22 punti e 9 assist.
    – Ah.
    – Eh ma così non arrivano a marzo.

    I 16 giorni fisicamente più duri del mondo!

    La verità è che Olimpia Milano ha messo su uno spettacolo di forza straordinaria, compresa e inclusa la grande emozione iniziale, che li ha fatti partire con rincorsa – per rendere più allegro il gioco.
    Ciò detto riconosco che le assenze di Venezia fossero pesanti e importanti, Watt senza cambi, come lo sono state per tutta la stagione, ma la forza della loro squadra è quella di essere arrivati comunque a giocare questa partita.
    Complimenti!

  2. Non si è vinto nulla, e questo è il pensiero migliore che Messina trasmette a tutti noi. Ancora una partita e contro la sorprendente Pesaro di coach Repesa.

    Resta il fatto che contro la Reyer giochiamo un secondo e terzo quarto da EL, durezza mentale, concentrazione difensiva e il Chacho a fare il fuoriclasse quale è con Kyle Hines a dominare. Bel messaggio a tutte le rivali italiane, bella lezioncina al buon De Raffaele che sperava di imporre il gioco di Watt sotto i tabelloni e si ritrova con Bramos annullato da Shields e Datome e Tonut limitato dal buon lavoro di Delaney e dello stesso Shields. Sottolineo che a 4 minuti dal termine con 34 punti di vantaggio entrano le riserve (un quintetto con Cincia Moretti Morasca Biligha e Wojce….) che prendono subito una bella imbarcata di 10 punti ma tengono botta, lottano e chiudono a +31, dimostrando a Messina di meritarsi il campo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Olimpia Milano vs Venezia | Le pagelle di RealOlimpiaMilano

I voti ai biancorossi: Rodriguez e Hines incantano il Forum, Biligha si fa trovare pronto

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Olimpia, che spettacolo al Forum! Venezia travolta ed è finale

La squadra di Messina 'parte' da -12, poi domina la semifinale con i lagunari, volando anche oltre il +30. Domani...

Chiudi