Malcolm Delaney sulla vicenda Mike James: Prima viene sempre la famiglia

Malcolm Delaney, dopo la grande prestazione nel successo di Olimpia sull’Olympiacos, ha preso la parola sulla vicenda Mike James

Malcolm Delaney, dopo la grande prestazione nel successo di Olimpia Milano sull’Olympiacos, ha preso la parola sulla vicenda che ha coinvolto Mike James, con cui il play di Baltimora ha ottimi rapporti.

«Quindi le squadre puniscono i giocatori per voler partecipare ai funerali e rendere omaggio alle persone che per loro contano più del basket. A volte questo è un brutto affare ed è triste che ci mettiamo in situazioni in cui ti viene chiesto di dimenticare la tua famiglia per un gioco. Così non sarà mai per me».

Un parere forte, in totale difesa del collega, e che pare sottintendere una reale conoscenza di quanto sta accadendo a Mosca.

«Quando tutti i siti pubblicano questi “resoconti” si assicurino di raccontare la storia completa in modo che i “fan” comprendano la vicenda. Questo è tutto ciò che noi giocatori chiediamo».

Una “frecciata” alla stampa europea? Quest’ultima, a dire il vero, ha fatto riferimento al confronto dopo la richiesta di Mike James di fare ritorno negli Stati Uniti per la morte del nonno.

Malcolm Delaney ha poi condiviso il parere di un redattore di Vavel Spagna, dove si sottolinea la preminenza della vita sul lavoro, e un vecchio video di Sarunas Jasikevicius.

L’allora coach dello Zalgiris Kaunas commentava il permesso concesso al giocatore Augusto Lima alla fine del primo tempo di una semifinale per il compleanno del figlio.

Quindi, ecco la risposta al tweet di Romeo Travis: «Vai a un funerale. Un team ti punisce. Non è il tuo posto».

«Questo è un fatto. Nessuno può decidere se parteciperai o meno. Solo tu puoi farlo».

Dopo aver ribadito come nulla venga prima della famiglia per lui, Delaney ha poi risposto ad un altro follower come i protocolli della pandemia non centrino nulla. Mike James infatti, per lasciare la Russia per gli Stati Uniti, avrebbe dovuto osservare una lunga quarantena a Portland, che peraltro difficilmente gli avrebbe permesso di presenziare ai funerali.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

La Visione del Guazz | Difesa, difesa, difesa...

L’adagio è vecchio e sempre valido: “Gli attacchi fanno vendere i biglietti, le difese fanno vincere i titoli”. Ora che i biglietti non sono più in vendita per ovvie ragioni di pandemia globale, resta solo la difesa. E quella dell’Olimpia Milano può solo far brillare gli occhi. Risposta piccata in […]
La Visione del Guazz

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Kevin Punter: Abbiamo mantenuto la calma e la concentrazione nel finale

Le parole dell'MVP di serata, grande protagonista del successo dei biancorossi sull'Olympiacos

Chiudi