Sandro Gamba: Tutti convinti adesso? Anche chi mugugnava davanti a qualche scelta?

Sandro Gamba firma il suo editoriale su la Repubblica-Milano dal titolo «Armani, i frutti del lavoro di Messina». Ecco alcuni passaggi

Sandro Gamba firma il suo editoriale su la Repubblica-Milano dal titolo «Armani, i frutti del lavoro di Messina». Ecco alcuni passaggi.

Tutti convinti adesso? Anche chi mugugnava davanti a qualche scelta, anche chi storceva la bocca dopo un paio di sconfitte?

Quello che racconta ogni settimana che passa è la bontà delle scelte di Ettore Messina. Di costruzione. Di assemblaggio e gestione della squadra. Il non aver voluto giocatori “selvaggi”, ragazzi magari volenterosi ma frenetici che devono dimostrare a ogni costo qualcosa su ogni singolo pallone.

Riguardatevi i time out di domenica, chiamati anche sul più 30 dopo un paio di leggerezze un po’ così. Ascoltateli, soprattutto: a Milano non siamo tanto abituati a urla del genere. Ma le esecuzioni non le correggi in situazioni punto a punto. Bisogna martellare, ed essendo uno che lo faceva spesso e volentieri in panchina, non posso che essere ammirato.

12 thoughts on “Sandro Gamba: Tutti convinti adesso? Anche chi mugugnava davanti a qualche scelta?

    1. Cremona-Milano ovvero come spompare inutilmente i giocatori in una partita per noi dal valore 0, bravo coach sei il migliore in questa specialità, lo sapevamo già dallo scorso anno…

      1. La partita valeva zero per noi ma molto per Cremona e per Reggio: la partecipazione alla F8.
        Essere una società seria di professionisti corretti significa giocare per vincere, sempre.
        Sono stato abbastanza conciso?

      2. Mah… non sono d’accordo sul valore zero.
        C’è un valore sportivo nelle sfide: parti per cercare di vincere senza spremere i giocatori, come ha dichiarato Messina, poi ti trovi risucchiato in una partita vera e ovviamente la giochi!
        Cosa fai, lasci perdere? Non mi risulta. E non appartiene al mondo sportivo – come dimostra la partita con Cremona di questo pomeriggio.
        È importante ripetere, e tenere bene a mente che non è che abbiamo SCELTO di giocare con tanta intensità, ma ci siamo trovati risucchiati in un vortice e quindi ABBIAMO DOVUTO reagire, perché la sfida è lo sport, e a nessuno piace tirarsi indietro.
        Ci conviene aver giocato così? Certamente no, e non solo per l’infortunio a Brooks, che semplice non pare.
        Ma ripeto, ci siamo trovati dentro e abbiamo dovuto giocarcela. Non si sarebbe potuto fare diversamente.

  1. Ma che cosa stai blaterando? Allora perché non ha fatto giocare anche hines e rodriguez?
    E chi se ne frega se la gara valeva per loro, e poi un conto è cercare di vincerla,questo non deve mai mancare, ma si deve cercare di vincere coi giocatori più freschi, non con quelli che giocano sempre tanto ogni 2 giorni…
    Mi sa che se ti chiedono se è meglio un asino vivo o un dottore morto tu sei uno di quelli che propende per il secondo…

      1. Sottoscrivo in toto il post : Alessandro dovrebbe censurare tutti gli utenti che non la pensano come palmasco…

  2. Io una soluzione l’avevo suggerita ieri a Messina quando l’ho incontrato.
    Gli ho detto fai giocare 40 minuti Cincia, Moretti, Bhiliga, Roberto e il vecchio Iellini.
    Mi ha ringraziato e detto che ci avrebbe pensato. Poi non mi ha richiamato…..peccato

    1. Gamba per me irritante come al solito. Mr. “Io lo sapevo” col senno di noi.
      Tarcisio adesso lo teniamo? O no? Dopo la prossima partita usciamo con un “io l avevo detto”? Miracolo che sta volta non parli “dei suoi tempi”.
      Io non lo sopporto

  3. Leggiti le tue letterine io preferisco Palmasco o anche fab, che non mi trova d’accordo ma almeno argomenta e analizza., e Gamba merita il nostro rispetto per quello che ha dato e per la conoscenza profonda di questo sport.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Che sofferenza a Cremona: l'Olimpia vince in volata, ma Brooks va ko

I biancorossi vincono nei secondi finali al PalaRadi ed eliminano la Vanoli dalla Coppa Italia. Sarà Milano-Reggio alle F8

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Kaleb Tarczewski: Le mie cifre in calo? Per me contano solo vittorie e sconfitte

Kaleb Tarczewski commenta su la Repubblica-Milano il suo momento con Luca Chiabotti nella rubrica “Uomini e Canestri”

Chiudi