Lo show del Chacho, lo show dell’Olimpia: Reggio è travolta

I biancorossi dominano l’anticipo dell’ora di pranzo al Mediolanum Forum, con una super prova del play spagnolo

Sulle ali di uno stellare Sergio Rodriguez, l’Olimpia Milano si regala un mezzogiorno di gran gioco e spettacolo al Mediolanum Forum, dove la UnaHotels Reggio Emilia (102-73) non può fare altro che la comparsa.

Radio RealOlimpia
Radio RealOlimpia

Il playmaker spagnolo mostra tutto il suo repertorio nei primi minuti di gioco, indirizzando subito la gara, poi il resto dei compagni proseguono sulla stessa strada. Così non c’è mai partita, con l’AX già avanti in doppia cifra dopo cinque minuti, di 20 nel secondo periodo e poi controllando senza alcun problema. Ruotando tutti gli uomini e regalando gloria a tutti.

Olimpia Milano vs Reggio Emilia | La partita

Lo show del Chacho apre la sfida del Mediolanum Forum: 9 punti, 2 recuperi e 2 assist in 5′, di cui uno straordinario in no look, per far scappare immediatamente i biancorossi. La squadra di Messina colpisce con regolarità dall’arco, trova ottime risposte anche dall’ingresso di Moretti ed allunga il parziale fino al 17-0, con cui sale a +15. Gli ospiti hanno buone percentuali da fuori, però sono forzati dall’AX a perdere molti palloni, così restano sotto nettamente, pur rientrando a -11 con Bostic. Datome e LeDay puniscono e fanno 41-22, poi cala un po’ la concentrazione e Reggio ne approfitta.

Un parziale di 12-2 riporta gli ospiti in singola cifra di ritardo e l’Olimpia risponde nella maniera più bella: 19-2 milanese, ancora Rodriguez e Roll protagonisti, per un 62-36 sul tabellone che, all’intervallo lungo, è già più di una sentenza. Cala un po’ il ritmo, come le percentuali, ma i biancorossi controllano senza alcun problema la partita, permettendo a Messina di ruotare ampiamente i propri uomini a disposizione, in vista dei prossimi impegni. E senza perdere efficacia ed intensità dietro. L’unica nota negativa è l’assenza del pubblico. Questa squadra meriterebbe un Forum pieno. 

Olimpia Milano vs Reggio Emilia | Il tabellino

AX ARMANI EXCHANGE MILANO-UNAHOTELS REGGIO EMILIA 102-73 (31-18, 62-36, 82-58) 

Clicca qui per il tabellino del match

Olimpia Milano calendario | I prossimi appuntamenti

La squadra di Ettore Messina tornerà in campo martedì (ore 17) per il recupero di campionato sul campo della Vanoli Cremona, mentre giovedì (ore 20.45) ci sarà l’impegno europeo al Mediolanum Forum contro il Bayern Monaco

Olimpia Milano vs Reggiana | Le scelte di Ettore Messina

Che come sempre tengono banco in Serie A. Shavon Shields e Vlado Micov non saranno ancora a disposizione, Ettore Messina rispetta la fisicità degli avversari ma dovrà valutare le forze a disposizione dopo un proficuo doppio turno di EuroLeague.

Le parole di Ettore Messina

Di fatto un solo giocatore dovrà restare fuori con due infortunati, il reparto esterni è già abbastanza falcidiato, e le rotazioni in EuroLeague hanno permesso di non forzare troppo il Chacho Rodriguez.

Squadra allora al reparto lunghi, dove Zach LeDay è ormai il trascinatore tricolore, contro Pesaro è toccato a Hines e contro la Virtus Bologna a Kaleb Tarczewski. La sensazione è che possa toccare al senatore di Sicklerville.

Parlando di campo, Olimpia che deve difendere il primato con un record 12-1, per un’occasione di nuovo allungo visto che Brindisi se la vedrà con una Venezia in netta ripresa.

Olimpia Milano vs Reggiana | Il momento concitato di Martino

Momento non semplice per la Unahotels Reggio Emilia. In società si parla di crisi dopo tre sconfitte in fila (-20 nell’ultima con la Reyer), quattro nelle ultime cinque.

Infortuni, Covid e il fallimento-Blums hanno alla fine hanno chiesto il conto, e lo stop di Justin Johnson ha imposto rivoluzioni di mercato. 

E’ arrivato così Dominique Sutton, atteso all’esordio, in una squadra che parte dal “razzente” Brandon Taylor in gestione di palla, con il bomber Joshua Bostic in ala piccola, e il produttivo Filippo Baldi Rossi al fianco dellì’esplosivo ex Frankie Elegar.

Non ci sarà invece Petteri Koponen, ufficialmente arrivato dal Bayern Monaco solo ieri, e dunque non tesserato in tempo per giovedì a mezzogiorno. Fondamentale la presenza nel ruolo di guardia di Leonardo Candi, verso l’esclusione il lungo Mouhamet Diout più che l’esterno Tomas Kyzlink.

I precedenti (da LBA)

Gara numero 30 tra Milano e Reggio Emilia giocata in Lombardia.

Nelle precedenti 29 solo 4 vittorie per la Pallacanestro Reggiana, l’ultima nella stagione 2012/13

Nelle ultime otto gare tra le due società tutte vittorie dell’Olimpia Milano, l’ultima vittoria di Reggio Emilia è casalinga e risale alla stagione 2016/17.

Tra Milano e Reggio Emilia la finale scudetto della stagione 2015/16 (Milano 4-2) e la Finale di Supercoppa della stessa stagione (Reggio Emilia 80-68)

Allenatori

Due i precedenti tra gli allenatori con una vittoria per parte.

Vittoria di Martino nella gara tra Fortitudo Bologna e Milano della scorsa stagione e di Messina nella gara di andata di questo campionato

14 thoughts on “Lo show del Chacho, lo show dell’Olimpia: Reggio è travolta

    1. Resta il solito dubbio: perché, con partite ogni 2 giorni, tra le quali quella fondamentale col Bayern, impegnare per così tanti minuti i vari hines e rodriguez, ma anche punter e leday, che avrebbero bisogno di rifiatare : cosa serve vincere di 30 punti contro nessuno?
      Passando alle cose positive, bene il riposo di delaney, bene i tanti minuti agli italiani ( anche se potevano essere molti di più per cincia) e bene la consapevolezza acquisita dai giocatori di essere una grande squadra.

      1. Perché si allenano e si divertono.
        Semplice e lineare.
        E se non fosse così ci si dovrebbe preoccupare!

      2. Roberto, povera stella, questa è la tua opinione, vero? O così credi tu, perché vedi, stella, le opinioni per essere tali, hanno bisogno del sostegno dei fatti, e i fatti ti danno torto, ampiamente torto.
        Allora eccoti un po’ di dati sui quali riflettere: Hines 16 minuti; Rodriguez 17 minuti; Punter 21 minuti; LeDay 20 minuti! (fonte Legabasket qui http://web.legabasket.it/game/1672903/ ) – su una partita quasi scrimmage, di nessuna intensità agonistica (perché nel basket la stanchezza mentale conta più di quella fisica, come saprai, come spero che tu sappia, stella).

        Se questi sono minutaggi che possono “impegnare” – come dici tu – campioni di questo livello, allora sospendiamo la maratona, la NBA, le gare di resistenza, il tennis e teniamo soltanto il curling!

        Ma non basta, caro Roberto, perché vedi quando tu ritieni che campioni di questo livello siano “impegnati” inutilmente, non soltanto offendi i tifosi e la vittoria di Milano, ma manchi profondamente di rispetto ai giocatori stessi, all’allenatore, e allo staff: perché stai tranquillo, stella, che se quei giocatori non se la sentissero, o non potessero, di certo non avrebbero giocato.

        Tieni presente, Roberto, ed è l’ultimo consiglio che ti do, che questa partita era poco più che uno scrimmage.
        Ti prego di ritirare la tua “opinione” e di chiedere scusa ai giocatori e allenatore e staff, se proprio non ti senti di scusarti con noi tifosi per le parole offensive che hai usato.
        Offensive perché inutili, come ti ho dimostrato col computo esatto dei minutaggi.
        Sarebbe davvero bello che tu ti scusassi.
        Grazie.

  1. Vabbé, garbage time di trentacinque minuti, trentello in campo e doppiati in termini di vaslutazione, avanti alla prossima.
    P.S.: Bravo Biligha che s’é costruito anche il tiro dalla media.

    1. Sarebbe utile che l’amministratore del blog prendesse in considerazione il post di palmasco qui sopra : questo strano personaggio è passato dal mandare tutti a f.. c… a queste prese per i fondelli a utenti che hanno l’unico difetto di non pensarla come lui. Tali comportamenti andrebbero a mio parere subito censurati…

  2. Disarmante come giocano e come si divertono. Divertente ed istruttiva la discussione fra Rodriguez e Brooks alla fine del primo tempo su quel pallone perso a 2 secondi dalla fine con uno che diceva all’altro : forse si poteva fare un altro tiro. La dice lunga sulla mentalità della squadra.
    Oggi Moretti in campo 16 minuti e Bhiliga 21 che ci dice come le rotazioni stanno ampliandosi (Delaney in panca tutta la partita) sempre con attenzione agli equilibri della squadra. Questo è l’imprinting vincente di un allenatore che non vuole mai deconcentrazione ed approssimazione.
    Credo anch’io Roberto, che 15 minuti non siano un impegno impossibile soprattutto con questo ritmi quasi da allenamento e comunque in campo 5 giocatori ci devono andare
    Comunque micidiali

    1. Iellini “Disarmante come giocano e come si divertono. Divertente ed istruttiva la discussione fra Rodriguez e Brooks alla fine del primo tempo su quel pallone perso a 2 secondi dalla fine con uno che diceva all’altro : forse si poteva fare un altro tiro. La dice lunga sulla mentalità della squadra”, mi piace.
      Ho premuto il bottone adatto, ma non risulta. Allora te lo scrivo 😀

      1. Palmasco, tesorino, con la tua opinione puoi farci la birra . E scusati per le banalità che dispensi in attesa di esplodere…

  3. Episodio molto significativo e notato pure da me, ma d’altronde quando per 3, 4, 5 volte la palla parte da te la toccano tutti e sul ribaltamento torna di nuovo a te che sei libero… puoi non divertirti?

  4. Io ho giocato a basket, naturalmente a livelli molto bassi, ma mi ricordo che quando facevi un “dai e vai” od una circolazione buona era un godere giocare e non c’era fatica , mentre quando la squadra non girava e ti arrivavano palloni ingiocabili era tutto molto faticoso sia mentalmente che atleticamente. Quindi penso che oggi il discorso sui minutaggi non abbia senso perchè si sono divertiti….forse non hanno neanche avuto bisogno di fare la doccia.

  5. Domani il Guaz ce lo farà godere per una seconda volta, ma lo show del Chacho, come ricorda il titolo di questo post, è stato talmente straordinario che perfino Zach Zainet, quando il Chacho gli ha alzato un alley oop da favola, anzi da fantascienza, anzi da pattinaggio artistico, quando il Chacho gli ha alzato quell’alley oop era talmente bello, che Zach Zainet LeDay s’è gasato come un pazzo, e ha inventato la danza che teneva dentro lo zainetto davanti a tutto il pubblico presente, anche se non c’era 🤪

  6. Visto che questo è un nuovo corso, bisognerebbe avere rispetto per le opinioni altrui. Per confutare l’opinione di Roberto, che ammetto non essere centrata, bastava citare opportunamente i dati statistici di Legabasket senza collocarli in un contesto pieno di sberleffi per il povero Roberto che non aveva nessuna colpa nel dire, magari a torto, quello che ha detto. RESPECT! Per quanto riguarda la partita buon allenamento e primo tempo illegale da parte del Chacho

    1. Che palle però… ancora con sti battibecchi… e checcazzo però… imparate a dare la vostra opinione e basta…
      Anche io penso che messina ha gestito bene i minuti dei giocatori… se roberto non la pensa così ok va bene opinione sua… mamma mia…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Messina: Difesa seria, importante aver limitato i minuti dei veterani

Il post gara del coach biancorosso, dopo il nettissimo successo dell'ora di pranzo al Forum

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Olimpia Milano vs Reggiana | Ettore Messina rinuncia a Kaleb Tarczewski

Ufficiali le scelte di Ettore Messina, che oltre agli indisponibili Shavon Shields e Vlado Micov rinuncia per turnover a Kaleb...

Chiudi