Olimpia Milano vs Brindisi | Le pagelle di RealOlimpiaMilano

Troppi giocatori sottotono per la squadra biancorossa, non basta un Datome in ripresa e qualche giocata di Shields

Punter 5 – Conferma le difficoltà di Barcellona, manca la brillantezza ed arriva un 3/9 dal campo.

LeDay 6 – I 14 punti e 9 rimbalzi gli valgono una stiracchiata sufficienza, ma sbaglia un po’ troppe conclusioni (4/12) e fa anche un po’ di fatica dietro. 

Moretti ne

Micov 4.5 – Ancora molto indietro. Non riesce ad incidere e chiude con 1/6 dal campo.

Moraschini 5 – Giornata con qualche errore di troppo e qualche disattenzione difensiva, prendendosi più di un rimprovero da Messina

Roll 5.5 – Anche per lui serata di alti e bassi, con sofferenza anche a livello difensivo.

Tarczewski 5 – Apre con due buoni canestri, poi si spegne, perde 4 palloni e gioca meno di dieci minuti.

Biligha sv – Sette minuti senza lasciare particolare traccia.

Cinciarini 5 – Un paio di assist in avvio, poi anche il capitano non riesce ad essere incisivo.

Shields 6 – Gran primo tempo, nella ripresa fatica a trovare la via del canestro, ma serve 8 assist.

Brooks 6 – Lavora in difesa, potrebbe prendersi qualche responsabilità in più in attacco.

Datome 6.5 – Appare in ripresa. È il miglior marcatore biancorosso e l’uomo più preciso dal campo, anche se in difesa non è irreprensibile. E Messina glielo fa notare. 

Coach Messina 5 – Lascia fuori due big, oltre a Rodriguez, e la squadra ne soffre, contro una rivale di ottimo livello ed in grande forma. Così l’AX risponde a tratti, pagando anche gli sforzi dell’ultima settimana, facendo molta fatica soprattutto dietro. Prova a cavalcare Shields, ma nella ripresa anche lui fa fatica, così come altri giocatori solitamente molto affidabili. 

9 thoughts on “Olimpia Milano vs Brindisi | Le pagelle di RealOlimpiaMilano

  1. io non voglio criticare Messina, saprà lui cosa i giocatori possono dare, ma se 0 minuti è quello che può dare moretti, allora deve andare via, perché non si può regalare un giocatore e nemmeno gli si può impedire di crescere o quantomeno di provarci. sono passati un pò di mesi da quando sia unito alla squadra e gioca sempre meno.
    Altrettanto tarcio: se può giocare più di 10 minuti a partita, bene, se no deve partire e lasciare il posto a qualcuno. magari puó dare di più, magari no: non importa a questo punto: se Messina lo relega a 10 minuti a partita deve lasciare il posto a un centro che giochi e che capisca il gioco di Messina. io penso si possano gestire diversamente ia moretti che Tarcewski, ma se Messina li usa così avrà i suoi motivi, quindi devono andare via e esser sostituiti, perché al momento sono due slot regalati.

  2. Giustissimo. Moretti lo scrivo da un po’ ha fatto un grave errore a venire da noi. Kaleb purtroppo è scarso e va sostituito immediatamente.

  3. Concordo su Moretti: risparmiamoci l’ingaggio e risparmiamogli un’anno di non gioco. Su Tarczewsky la questione e’ piu’ complessa. Ha un contratto pluriennale e dovrebbe necessariamente essere sostituito. Ma bisogna trovarne uno grosso e buono. Aspettiamo i saldi dalla NBA…

  4. Gia, concordo completamente con te. Mi ricordo ancora le parole di qualche utente quando abbiamo preso Moretti, scrivevano estasiati, manco avessimo preso LeBron James. Poi mi chiedo: perché non far giocare Tarczewski più di 1o minuti per lo meno in LBA dopo che gli è stato rinnovatoil contratto per ben 3 anni in estate? Il risultato di questa scelta scellerata è che a fine anno ci troveremo l’ennesimo giocatore da transare nella gestione Messina. Ah ma tanto i soldi non lo mette lui….

  5. Sorprende che Messina abbia rinnovato per 3(tre)! anni il Tarc, questo sottointenderebbe che la società ha fiducia nelle prospettive che il giocatore offre. Mi domando quando queste prospettive sono venute meno perchè ai miei occhi tutto era molto chiaro all’interruzione della scorsa tribolata stagione: allora si era ben capito che le garanzie tecniche e di sviluppo prospettico del centro milanese erano venute meno. Preoccupa seriamente l’inconsistenza e involuzione di Punter, tremebondo e pasticcione al cospetto di un luccicante e prestazionale De Angelo degno di una trade di mid-term

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Serie A2, Urania domina Biella a domicilio 74-82

Langston-Raivio-Montano trascinano i Wildcats al secondo successo stagionale in quel di Biella. Wayne Langston dice 18, Nik Raivio e Matteo Montano 17 a testa e l’Urania Milano vince con autorità a casa dell’Edilnol Biella. Pronti via e Wayne Langston realizza 10 dei di 18 punti con i quali Urania comanderà […]

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Ettore Messina Zalgiris
Ettore Messina: Sconfitta che ci fa arrabbiare molto. Difesa inaccettabile

Ettore Messina sul ko in Olimpia Milano-Brindisi: Speriamo che questo ci faccia capire che dobbiamo tornare a giocare in difesa...

Chiudi