Massimo Bulleri: Se dovessimo partire dal mio dualismo con Messina non ci sarebbe gara

Massimo Bulleri, ex di giornata, presenta Varese vs Olimpia Milano di domenica pomeriggio dal sito ufficiale del club

Massimo Bulleri, ex di giornata, presenta Varese vs Olimpia Milano di domenica pomeriggio dal sito ufficiale del club.

«Veniamo da una settimana di lavoro fatta bene, nel corso della quale i ragazzi hanno dimostrato grande partecipazione fisica e mentale, e la cosa mi rende particolarmente soddisfatto». 

«Contrariamente alle ultime sedute, il reintegro di De Vico ci ha permesso di lavorare su differenti aspetti tecnici; la speranza è di riuscire a mettere tutto ciò in campo domenica contro l’Olimpia. Milano è la squadra attualmente più quotata in Italia e ha bisogno di ben poche presentazioni». 

«Ci aspetta una partita che definire difficile è un eufemismo, ma proveremo a giocare le nostre carte con sfrontatezza, umiltà ed audacia indipendentemente dal valore immenso dell’avversario; quando suonerà l’ultima sirena alzeremo lo sguardo e vedremo il risultato finale». 

«Se dovessimo valutare il match basandoci sul dualismo Bulleri-Messina non dovremmo nemmeno cominciare! Scherzi a parte, con Ettore c’è un bellissimo rapporto che dura da tanti anni basato su stima per l’uomo che è e rispetto per quello che mi ha trasmesso quando mi allenava». 

«Per me, così come per chiunque decida di intraprendere questa carriera, è un punto di riferimento; ha un palmares da urlo ed una personalità che non si può mettere in discussione».

2 thoughts on “Massimo Bulleri: Se dovessimo partire dal mio dualismo con Messina non ci sarebbe gara

Comments are closed.

Next Post

Vincenzo Di Schiavi: Hines non può bastare, un tema su cui riflettere

Vincenzo Di Schiavi, su La Gazzetta dello Sport, analizza il passo falso di Olimpia Milano con il Panathinaikos

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Sergio Rodriguez
Olimpia Milano, lo stop di Sergio Rodriguez e il recupero di marzo

C’è ansia in casa Olimpia Milano circa le condizioni fisiche di Sergio Rodriguez. A marzo il miracoloso recupero con Valencia

Chiudi