Olimpia Milano vs Alba | Le pagelle di ROM

Sufficienze piene per tutti in un Olimpia Milano vs Alba senza storia dalla fine del primo quarto. Convince la crescita di Jeff Brooks

Punter 7 – Inizia con 7 punti nel primo quarto e un bel recupero difensivo, alza quindi inevitabilmente il piede dall’acceleratore chiudendo comunque con 14 e 18 di valutazione.

LeDay 7 – Gara in controllo, con anche un paio di belle letture palla in mano. Alla fine 12 punti e 3 rimbalzi, fa sentire il fisico e mette “le mani addosso”.

Micov 6 – Match che non richiede grandi sforzi, si lancia un paio di volte all’attacco del ferro anche perchè il tiro da fuori non entra (0/2). Condizione ancora molto altalenante, ma 19’ non sono grande sforzo.

Moraschini sv – 5’ per riprendere il ritmo. Sempre in regia.

Roll 6.5 – 15’ dove parte con grande abnegazione difensiva venendo poi meno alla distanza. Poco cercato in attacco dai compagni: 1/4 senza triple.

Rodriguez 7 – 16’ di ottima produzione con 12 punti e 5 assist, per lo più indirizzati nel primo tempo. Controllo silenzioso del match.

Tarczewski 6 – Non ci siamo ancora, ma 18’ in campo sono il giusto tempo per cercare di imparare dai propri errori. Cresce alla distanza, da comprendere se per il calo di valore del match. 3 punti e 6 rimbalzi.

Delaney 6.5 – 9 punti, 4 rimbalzi, 3 assist. 16’ senza troppo spingere, a parte un paio di jumper in avvio, in una gara che non richiede strappi. 

Shields 7.5 – Grande attenzione difensiva in avvio, un paio di fiammate in attacco tra secondo e terzo quarto e tanti saluti. Dà il senso di poter dominare senza neanche farlo. 7 punti, 3 rimbalzi, 2 rubate, 2 assist. Quel che serve.

Brooks 7.5 – 3 punti, 5 rimbalzi, +1 di plus/minus. Non sono numeri da mvp, ma sono numeri da chi lancia un segnale: quello di esserci, soprattutto in difesa, soprattutto quando i compagni si prendono qualche lungo minuto di pausa.

Hines 7 – 20’ di dominio contro gli inesperti lunghi dell’Alba. 5 punti, 3 rimbalzi, +17 di plus/minus. Non sono mai i dati a dire la verità.

Datome 6 – La condizione ovviamente non c’è, ma si ripresenta con una stoppata ad Olinde e una tripla. Non male.

Coach Messina 7.5 – Gara sempre in controllo con 11 uomini ruotati, uno solo sopra i 20’ (22’ Delaney), uno sotto i 10’ (Moraschini, 5’). Cambia la gara passando a zona per qualche istante nel primo quarto. Successo netto al Forum che in EuroLeague non è proprio abitudine negli ultimi anni.

5 thoughts on “Olimpia Milano vs Alba | Le pagelle di ROM

  1. Ma guarda Fabio, proprio per il gusto di partecipare a questo gioco dei voti con leggerezza, io per me toglierei mezzo punto a Roll, che se sbaglia due triple facili merita solo la sufficienza stentata, come si diceva una volta, e lo aggiungerei a Delaney che è il perno della difesa e l’interruttore dell’attacco.
    Sempre 🙂

  2. Dobbiamo commentare fatti di basket e non fare i tifosi, quindi secondo me chiara insufficienza a Roll, Tarczewski e Micov. La squadra la tengono in piedi gli altri 6 + Brooks aspettando Datome

    1. 12 giocatori tutti splendidamente in forma nello stesso momento non li troverai mai, in nessuna squadra.
      Perciò ci si può accontentare e dare ugualmente la sufficienza a chi ha comunque contribuito a una vittoria di squadra così netta.

  3. Doc63 non sono d’accordo.
    1 nel parziale di 16-0 c’era in campo Roll che sa stare in campo ed equilibra la squadra (se guardi bene) poi ha sbagliato 2 triple ma questo non inficia una prestazione non eccezionale ma comunque di sostanza.
    2 su Micov eravamo abituati troppo bene ha fatto il suo con parsimonia
    3 Tarci segni di ripresa sopratutto in difesa
    Quindi in una giornata dove la squadra ha difeso magnificamente meritano la sufficienza…….o la maestra ti cazziava ingiustamente e tu ora ti vendichi?

  4. No @Iellini io sono abituato ad alzare l’asticella e non accontentarsi di una bella vittoria in casa contro l’ultima squadra del ranking di EL. E vero anche che chi si accontenta gode. Quindi non sono d’accordo con il 6 politico. Per me bisogna sempre tenere alta la pressione perché il nostro obiettivo deve essere F4. I 3 ieri erano tutti insufficienti.
    Ps. Ti assicuro non sono un frustrato ma uno abituato a vedere negli anni (il numero del mio acronimo lo mostra) performance di alto livello e li spero di tornare dopo anni secondo me mediocri.
    Forza Olimpia!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Tsunami sull'Alba. L'Olimpia può sognare le Final Four

Berlino dista da Colonia 500 km ma non cadrò nella provocazione di pensare che lo tsunami Olimpia visto sull'Alba ci candidi alle Final Four
La visione del Guaz

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Rodriguez: Se difenderemo come oggi, faremo molta strada

Le parole del 'Chacho', dopo il nettissimo successo dell'Olimpia sull'Alba in Eurolega

Chiudi