Buongiorno Olimpia | Lo strano mondo dove Belinelli è solo vecchio e Gallinari un perdente

Buongiorno Olimpia, la rubrica semi-quotidiana di cui non si sentiva il bisogno che ci accompagnerà quasi ogni mattina al risveglio

Buongiorno Olimpia, la rubrica semi-quotidiana di cui non si sentiva il bisogno che ci accompagnerà quasi ogni mattina al risveglio.

Il basket a Milano è quello strano mondo dove più che giocare bisogna riposarsi, dove si accoglie con la puzza sotto il naso un successo in una gara di EuroLeague senza aver mai fatto i playoff in sei anni, dove il Forum “è moscio” come se a palazzo ci andasse qualcun altro, dove contano i calzoncini di Ettore Messina ma non il fatto che lavori anche in ferie, dove Kyle Hines è basso, Mike James una tassa da pagare, Marco Belinelli solo un vecchio e Danilo Gallinari un perdente.

Cari tifosi, noi di ROM vi amiamo, ma a volte ci fate davvero leggere “cose dell’altro mondo”.

Ps. Ovviamente questa è voluta generalizzazione e rientra in un normale confronto di opinioni (a parte che sui calzoncini di Messina e sul valore di Belinelli e Gallinari) .

8 thoughts on “Buongiorno Olimpia | Lo strano mondo dove Belinelli è solo vecchio e Gallinari un perdente

  1. Ho letto anche io che Gallo non e’ un vincente (cosa unpo’ diversa da perdente). Vero che non ha avuto possibilita’ di provare a vincere ma proprio questo puo’ essere il suo limite. In fondo, come tutte le cose, a vincere si impara facendolo. Giusto avere il dubbio ma la (mia) sensazionenon e’ positiva. Beli e’ vecchio? Non e’ certo un giovanotto. Ma farebbe certamente la differenza, probabilmente anche in EL. Prenderlo a Milano? Sarebbe certamente un valore aggiunto ma a condizione di avere uno stipendio limitato altrimenti si sforano i parametri (credo).

  2. D’ accordo al 100%.
    Ho gia’ scritto che alcuni “forumendoli” non avendo niente di meglio da fare, criticano e scrivono cose senza senso.
    IL Gallo e’ un’ monumento del Basket Italiano, Belinelli se ha giocato negli Spurs 2 volte non e’ una pippa, l’ Olimpia di quest’ anno non si fa’ discutere….
    Amici del Forum, non attaccate tutti per partito preso, concentratevi su altre cose….

  3. Nulla da aggiungere. Belinelli nonostante quello che è riuscito a fare rimane il giocatore italuani più sottovalutato. La mia domanda è questa:
    Ma in una situazione dove la possibilità di giocare tutta l’eurolega penso sia bassa, ha senso spendere altri soldi per chiunque.

  4. Che in 3 partite in una settimana ci deve essere turnover non è strano ma buonsenso visto che la stagione è lunga e logorante altrimenti non si spiega perché avere 15 giocatori se tanto poi devono giocare sempre gli stessi..credo che siamo tutti felici per aver vinto a Monaco contro il Bayern ma non si può neanche negare che per le nostre potenzialità e per l’enorme differenza di valori sul campo avremmo dovuto vincerla agevolmente senzail rischio di perderla come stava accadendo..già a suo tempo ho scritto che per me non conta cosa indossa il Messia perché per me non è un tifoso dell’Olimpia Milano (oggi allena da noi donani altrove) ma solo un professionista come giusto che sia e mi aspetto che si comporti da tale e che si impegni a farci vincere.. che Belinelli non sia più giovane (sportivamente si intende) non lo scriviamo noi tifosi ma parla chiaro la sua data di nascita e gli auguri di cuore di rimanere in NBA o di andare a Bologna o in qualche altra squadra europea purché non venga a Milano..che Gallinari sia un perdente è tutto da dimostrare perché non ha mai avuto la possibilista di giocare per una squadra che lotti per il titolo (per i suoi demeriti o per sfortuna non lo sapremo mai) e dove ha giocato ha sempre fatto bene e parlano i numeri a suo favore e cmq il Gallo oltre ad essere un professionista é un cuore Olimpia Milano riconosciuto anche da Giorgio Armani che ha sempre dichiarato che per lui le porte dell’Olimpia Milano sono e saranno sempre aperte..

  5. 100% vero. Alle volte sembra un forum di tifosi canturini o peggio bolognesi. Non voglio una squadra che stravinca ovunque ma una squadra che possa competere ai massimi livelli in tutte le competizioni sia pure con i suoi alti e bassi. Mi ricordo la Simac degli anni 80……. E forse questo anno ce la faremo. Forza Olimpia

  6. Gallinari è un vincente, ovviamente. “Eh ma cosa ha vinto?”. Ok, quindi Dan Marino è un perdente. Steve Nash un perdente. Charles Barkley, Karl frickin’ Malone, John Stockton… tutti non perdenti o non-vincenti. “Vincente” è l’attitudine, la mentalità, la forza, la capacità di non fallire, in generale, davanti all’ostacolo. Belinelli e Gallinari sono vincenti. Gentile un po’ meno, ecco. Lo dico perché mi sembra che il forum sia diventato troppo tranquillo quindi vediamo se escono i calibri pesanti.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Umberto Gandini e i 200 al palasport: A repentaglio la nostra sopravvivenza

Il rischio è che non si possa andare oltre i 200 spettatori nei Palasport dal DPCM che andrebbe in corso dal 15 ottobre
Umberto Gandini

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Coronavirus
Governo-Regioni, prosegue la discussione sulle affluenze a palazzo

Resta aperta la discussione tra governo e Regioni riguardo al nodo sul numero consentito di accessi per gli spettatori nei...

Chiudi