Il valore di chiamarsi Shavon Shields. Da “dimenticato” in attacco a risolutore

Alessandro Maggi 2

Il valore di chiamarsi Shavon Shields. L’uomo del successo a Monaco di Baviera da riviversi in 45’ contraddittori

Il valore di chiamarsi Shavon Shields. L’uomo del successo a Monaco di Baviera da riviversi in 45’ contraddittori, ma vissuti sempre sul pezzo. Sino alla tripla che ha portato la prima W d’oltreconfine all’Olimpia Milano.

1° QUARTO

Shavon Shields parte in quintetto, un rimbalzo difensivo, una tripla e un jumper sparacchiati nel nulla. Roll bombarda coprendo i suoi limiti difensivi su Nihad Dedovic. Accoppiato ad un Lucic un po’ pasticcione, il danese esce dopo 8’ di applicazione.

2° QUARTO

Dopo un minuto e mezzo scarso Ettore Messina abbassa il quintetto e ripropone Shields per Brooks, riportando Gigi Datome in ala grande. In campo da guardia c’è Riccardo Moraschini per cercare di arginare Dedovic. 

Shavon è accoppiato a Zipser, che ha appena segnato una tripla mandando fuori di testa Messina per la confusione difensiva proprio del Morasca. Due rimbalzi difensivi, un recupero di qualità su Weiler-Babb, una tripla e un jumper che finiscono nel vuoto. Si chiude un primo tempo da 0/4.

3° QUARTO

Si riparte, e dopo quasi due minuti Shavon si sblocca con la tripla del 34-37 milanese. E’ l’unica luce di un quarto di grande sofferenza, per lui e per la squadra. Due palle perse, nessun’altra conclusione tentata.

4° QUARTO

3’ a guardare, Dedovic fa quello che vuole, il doppio play non paga, e Messina inserisce Moraschini e Shields per Roll e Delaney. Un recupero, poi dopo tanta difesa, una tripla fondamentale a rispondere al mancato colpo del ko a 2’ di Paul Zipser. Improponibile la preghiera sulla sirena.

OVERTIME

Shields è equilibrio, e Ettore Messina decide di non rinunciare più alla sua ala. La squadra lo cerca poco in attacco, Shavon si sbatte qua e là, quindi riceve il primo pallone “tirabile” dopo quasi 7’ di attesa. E’ un passaggio in controtempo di Delaney dopo l’ennesimo uno contro uno fallito.

Shavon Shields, tuttavia, lo riceve in bello stile piedi a terra. Ed è la tripla della vittoria. 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Docu
Docu
27 giorni fa

Shavon un vincente

GAE
GAE
27 giorni fa

Ecco la differenza tra Shields e Rol..Shields ha pasticciato per quasi tutta la partita ma poi con una giocata é stato fondamentale e decisivo per la nostra vittoria mentre Roll a parte qualche partita decente non è mai stato decisivo per una nostra vittoria in un anno..

Next Post

Olimpia Milano post Bayern | Una squadra mai a suoi agio, vincente senza attacco

Olimpia Milano post Bayern tra mancanza di certezze, circolazione di palla e immobilità, e attacco che tradisce la difesa

Subscribe US Now

2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: