Luca Banchi analizza il prossimo avversario di Olimpia Milano: la Reyer Venezia

Alessandro Maggi 1

Luca Banchi analizza per Sportando il prossimo avversario di Olimpia Milano in Supercoppa, la Reyer Venezia. Rimessa e tre punti

Luca Banchi analizza per Sportando il prossimo avversario di Olimpia Milano in Supercoppa, la Reyer Venezia. Ecco alcuni passaggi.

La Reyer si è distinta in questi anni per la capacità di dare continuità tecnica al proprio programma, scelta premiata da numerosi successi sia in campo nazionale che continentale, mostrando una forte identità di squadra ed uno stile di gioco riconoscibile.

Per questo motivo ho pensato di analizzare alcune situazioni successive a time out che evidenziano come il sistema offensivo continui ad evolversi affinando efficacia su collaborazioni varie che spesso fruttano canestri determinanti nell’economia della gara.

La prima clip dimostra l’organizzazione con cui la squadra ha lavorato per costruirsi il tiro del momentaneo pareggio nella gara di Treviso.

Lo schieramento simula un’azione di “spanish p&r” ma in realtà si trasforma in un doppio blocco per il tiratore definito “elevator” perché il modo in cui i bloccanti sbarrano la via al difensore di Chappell ricorda la chiusura della porta di un ascensore.

La seconda clip evidenzia ancor meglio l’efficacia del blocco “elevator” in grado di procurare un tiro da 3pt in uscita per Tonut non dando modo a Punter di inseguirlo né ai lunghi milanesi di poter gestire l’emergenza con un cambio.

Nella terza clip lo stesso movimento d’uscita viene disinnescato da cambi difensivi che generano però inevitabili ritardi nel momento in cui Bramos attacca in penetrazione Udanoh forzando aiuti che grazie ad una perfetta spaziatura di Fotu e Mazzola fruttano a quest’ultimo un tiro aperto da 3pt.

Come dimostrato da questi semplici esempi l’efficacia di una squadra si misura anche dalla capacità di trarre profitto da situazioni “speciali” non facilmente scoutizzabili sopratutto quando, successivamente ad un time out, il coaching staff ha la possibilità di apportare piccole modifiche che possono produrre vantaggi.

One thought on “Luca Banchi analizza il prossimo avversario di Olimpia Milano: la Reyer Venezia

  1. Nelle clips si evidenzia anche che molte delle sliding door dell’azione “elevetor” sono blocchi in movimento, non fischiati dalla terna

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Davide Moretti: Assorbo, copio, ho molto da imparare in Olimpia Milano

Davide Moretti da olimpiamilano.com: L’ambientamento è ancora in atto, ci sono tante cose in cui devo migliorare
Davide Moretti

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: