Massimo Pisa: E’ il verbo di Ettore. Sacrificarsi. E così si si vince

Massimo Pisa su la Repubblica: È il verbo di Ettore. Sacrificarsi, passarsi la palla, prendersi le responsabilità. Così si vince

La lettura di Massimo Pisa su la Repubblica Milano dopo il trionfo di Olimpia Milano in Supercoppa. Ecco alcuni passagi.

I vincenti. Quelli che sanno come si fa, quando i canestri non ti piovono più in mano, ma devi andare a sudarteli, nella giungla. Ne aveva già uno, l’Armani, l’anno scorso: il Chacho Rodriguez che dimentica tutte le fatiche di una finale in salita quando cancella l’ultimo assalto della Virtus, tornata alle calcagna e con lo sparo del meno 1 appena sprecato da Teodosic

Vincenti come Gigi Datome, che aveva cancellato il riaccosto precedente, due piazzati di gran classe con la Segafredo ancora arrampicata a meno 4 (60-64), senza tremare, e non lo aveva fatto nemmeno dalla linea del tiro libero. 

E poi Kyle Hines, vincente totale, manuale vivente di difesa a tutto campo, di cattiveria e lucidità sotto canestro e sui due lati del campo, il cemento difensivo di un’Armani molto più messiniana di quella dell’anno scorso.

La personalità mostrata sotto le ricche canotte è la promessa migliore per il futuro prossimo.

È il verbo di Ettore. Sacrificarsi, passarsi la palla, prendersi le responsabilità. Così si vince.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Next Post

Luca Banchi e Massimo Maffezzoli analizzano la difesa di Olimpia Milano

Luca Banchi e Massimo Maffezzoli analizzano la difesa di Olimpia Milano per Sportando. All'interno clips e commenti in video
Luca Banchi

Subscribe US Now

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: