Giovanni Tam, dall’Olimpia Milano agli USA: Un giorno, sono sicuro, tornerò

Giovanni Tam, classe 2003, ha lasciato l’Olimpia Milano per la Cu­shing Academy negli USA: Un sì molto sofferto, è successo tutto in poco tempo

Giovanni Tam, classe 2003, è considerato da italhoop il dodicesimo giocatore più promettente della sua classe a livello nazionale. Il prodotto del settore giovanile di Olimpia Milano si è accordato nelle scorse settimane con la Cushing Academy del Massachusetts, ed è ora negli Stati Uniti per questa nuova, straordinaria avventura.

207 centimetri, ruolo centro, Tam alla scorsa NextGen ha giocato 3 gare con i biancorossi, producendo 5 punti e 3 rimbalzi di media in 18.3’ in campo. Nelle scorse settimane, prima della partenza per gli USA, ha rilasciato una lunga intervista a Elisabetta Andreis del Corriere della Sera.

«Diversi licei america­ni si erano fatti avanti ma con lo scoppio della pandemia e la chiusura di scuole e confini pensavamo non se ne sarebbe fatto nulla. Mi dicevo che sa­ rei partito magari l’anno pros­simo, invece è successo tutto in pochissimo tempo. Dieci giorni fa, inaspettatamente, i consolati americani in Italia hanno riaperto per il rilascio dei visti agli studenti e la Cu­shing Academy del Massa­chusetts ha organizzato un appuntamento urgente. Ho sostenuto il colloquio via Skype e ottenuto il visto. Si è trattato di scegliere nel giro di quarantotto ore se andare o meno. Per un ragazzo come me non è facile decidere tra un bellissimo presente e una incognita». 

«Per me è stato un sì, anche se molto sofferto. Ho pensato che è un’opportunità che capita una volta nella vita. Ma all’Olimpia dico un arrivederci, non un addio­. Senza i miei compagni non sarei ciò che sono oggi. Hanno creduto in me anche quando io ero il primo a dubitare. Mi hanno dato l’occasione di allenarmi con la prima squadra e di esordire in serie A a 16 anni». 

Nella scorsa stagione Giovanni Tam ha ottenuto un minuto in LBA contro Trieste, il 26 gennaio 2020. Per lui un rimbalzo difensivo, il primo dato nella massima serie della sua carriera.

«Io considero i compagni dell’Olimpia, che arrivavano da tutta l’Italia, più che fratelli. Ci siamo sostenuti a vicenda, mi hanno aiutato a costruire la fiducia in me stes­so. Ogni volta che verrò a Mi­lano correrò a trovarli e a tifa­re per loro. Anche se lontano, l’Olimpia sarà sempre nel mio cuore. Non so bene quando o in che ruolo, ma sono certo che all’Olimpia farò ritorno».

«Il futuro è sempre un’ipotesi ma io ho una certezza. So qual è l’adrenalina che corre in campo, quando tutti e cin­que i giocatori sono coinvolti nelle azioni. Non ci sono ruoli fissi né tempi morti. Sogno di giocare nella prima divisione lega Ncaa perché c’è qualcosa che mi piace pro­fondamente nel basket: ogni secondo, ogni singola mossa può svoltare l’intera partita. Nella vita ­ aggiunge ­ non è proprio così».

3 thoughts on “Giovanni Tam, dall’Olimpia Milano agli USA: Un giorno, sono sicuro, tornerò

  1. Vai Giovanni, tanti anni fa’ quello che Tu andrai a fare era il mio grande sogno, e’ purtroppo rimasto tale…
    Ora Tu hai questa grande occasione, sfruttala!
    Quando tornerai, l’ Olimpia che e’ una grande Societa’ ,Ti dara’ sicuramente la chance che meriti…

  2. In bocca al lupo Tam per la tua carriera..speriamo di rivederti al Forum con la nostra maglia addosso

Comments are closed.

Next Post

Eurolega: le Final Four 2021 si disputeranno a Colonia

La città tedesca è stata confermata come sede dove verrà assegnato il titolo 2021, ma con una sorpresa sulle date della manifestazione

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: