I club di EuroLeague: Le dichiarazioni di Giannakopoulos non saranno tollerate

Alla luce delle recenti dichiarazioni effettuate dal Sig. Dimitris Giannakopoulos, dieci club di EuroLeague con licenza desiderano esprimere quanto segue:

  1. Tutti i dieci club, con nessuna eccezione, hanno creduto nel progetto collettivo di Euroleague Basketball e continuano a crederci.
  2.  I club restano uniti e forti nel loro insieme, avendo ottenuto successo proprio grazie a questa unità.
  3.  La positiva evoluzione dell’EuroLeague nei 20 anni trascorsi, e soprattutto nell’ultimo decennio, ha solo rafforzato questa convinzione e la determinazione del gruppo di continuare a costruire su questo successo al fine di portare il basket europeo ad un livello ancora più alto. Questa crescita è stata impressionante per penetrazione, consapevolezza e seguito ottenuti da EuroLeague presso gli appassionati, ma anche rispetto alla parte economica del prodotto. Questo ha attirato all’interno dell’ecosistema EuroLeague numerosi partner che vedono in questa proprietà lo strumento perfetto per generale un’ulteriore crescita per le loro organizzazioni.
  4. Fin dal 2000, i club di EuroLeague con licenza hanno stabilito i più alti standard di integrità. Questo include gli aspetti finanziari, regolamentari, di trasparenza, disciplinari e di arbitraggio, per menzionare solamente quelli che sono stati messi in dubbio. Questi standard possono essere paragonati solo a quelli delle migliori organizzazioni sportive del mondo.
  5. L’EuroLeague, in base a tutte le proiezioni e analisi, continua a godere di un immenso potenziale di crescita futura. I club rimangono totalmente determinati a continuare a effettuare tutti i passi necessari per portare il basket europeo professionistico ad un livello ancora superiore, offrendo ad una base di appassionati sempre crescente una competizione del più alto livello qualitativo possibile.
  6. Tutti i club hanno espresso il fermo desiderio che il Panathinaikos Atene continui a percorrere il suo cammino insieme all’EuroLeague, perché il club è stato parte integrante di questo percorso negli ultimi 19 anni. Tuttavia, le ripetute gravi e infondate dichiarazioni diffamatorie rese dal Sig.Giannakopoulos non saranno tollerate. I club ricorreranno ad ogni azione ritenuta necessaria per proteggere la reputazione e l’integrità delle loro proprietà individuali e collettive, e per assicurare che il club adempi in pieno ad ogni obbligo per il quale si è impegnato come membro del gruppo.

Firmato da: Anadolu Efes Istanbul, AX Armani Exchange Milano, CSKA Mosca, FC Barcelona, Fenerbahce Beko Istanbul, KIROLBET Baskonia Vitoria-Gasteiz, Maccabi FOX Tel Aviv, Olympiacos Pireo, Real Madrid e Zalgiris Kaunas.

6 thoughts on “I club di EuroLeague: Le dichiarazioni di Giannakopoulos non saranno tollerate

  1. Sta cosa della solidità finanziaria che contraddistingue chi gioca in EL qualcuno me la dovrebbe spiegare. Tutti i top club perdono una botta di soldi ogni anno. Milano compresa. Si reggono tutti solo sul fatto che qcn in qualche modo ripaga le perdite. Il successo economico della EL è una balla, x me.

  2. Sinceramente non so cosa credere. Il commento di @Alessandro e’ condivisibile. D’altra parte questa superlega esiste da vent’anni ed e’ migliorata per qualita’. Bho….

  3. Non mi sembra che Milano ci abbia perso e poi per un club che vuole uscire c’è ne sono almeno 4 che vorrebbero entrare. Qualcosa vorrà dire.

  4. Giorgio armani mette come sponsor circa 15 milioni come sponsor. Ovvio che il club sia formalmente in utile.

  5. C’è una cosa che bisogna sempre valutare: Il ritorno di immagine. Pensa a quanto costerebbe acquistare pagine e pagine di giornali, presenze televisive e sul Web per propagandare il tuo marchio. I diritti TV che ricevi, Nona caso Giannakopoulos li reclama forse indebitamente da maggio in poi, Il ticketing, il marketing ed il merchandising derivante dalla popolarità della manifestazione

  6. 15 milioni all anno per sponsorizzare Olimpia Milano? Proli disse che era adeguato. Io ho piu di qualhe dubbio.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Luis Scola, Varese può sognare la superstar argentina?

Non poteva passare inosservato l’articolo di Roberto De Ponti, ieri, sul Corriere della Sera. E soprattutto la sua domanda a Luis Scola
Bayern vs Olimpia Milano

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Scudetto
Quattro anni fa lo Scudetto di Sanders | Giocatore per giocatore, il rapido ricordo

Quattro anni fa, il 27esimo scudetto. Il secondo dell’era Armani. Il penultimo della gestione di Livio Proli. Un rapido ricordo,...

Chiudi