Olimpia, stavolta manca la difesa: lo Zalgiris vince al supplementare

I biancorossi lottano e portano la partita all’overtime, dove però non riescono a trovare lo spunto vincente. E c’è un allarme Rodriguez

Le altre volte l’attacco, questa volta la difesa: il risultato è un’Olimpia Milano a cui manca sempre qualcosa per far quadrare il cerchio. Così prosegue la striscia negativa dei biancorossi, anche sul campo dello Zalgiris Kaunas (105-97) e si allontana sempre più la zona playoff. Finisce al supplementare, dopo la rimonta da -10 a tre minuti dalla fine ed una buona gara offensiva, e c’è anche della preoccupazione per una distorsione alla caviglia occorsa a Rodriguez nei secondi finali. 

LE PAROLE DI ETTORE MESSINA IN SALA STAMPA

Le giocate della coppia Chacho-Micov, il lavoro sempre di qualità di Tarczewski e qualche lampo importante anche da parte di Crawford e Sykes non sono bastate, perché quando si concedono più di 100 punti alla formazione avversaria per vincere serve una partita praticamente perfetta offensivamente, mentre qualche errore c’è stato. Male Scola, impalpabile Nedovic, mentre dall’altra parte sono stati tanti i protagonisti a turno, con Hayes, Walkup e Ulanovas sopra a tutti. 

Zalgiris vs Olimpia Milano | La partita

L’escluso per turnover è Cinciarini, mentre Messina manda subito Moraschini in quintetto, al rientro dopo circa un mese e mezzo di assenza. Se l’avvio offensivo è positivo, con buona circolazione e finalmente percentuali decenti dall’arco, dietro la difesa fa acqua e lascia arrivare facilmente al ferro i lituani, in particolare con Jankunas e Ulanovas. La gara resta equilibrata, con 11 punti di Micov, fino all’uscita di Rodriguez: cala l’attacco, 10-0 interno e primo allungo (33-25 al 12’). Hayes punisce dall’arco, Milano reagisce, ma il 9-0 concesso nell’ultimo minuto interno vale il +9 interno al 20′.

LE PAGELLE DI ROM SU ZALGIRIS-OLIMPIA

C’è anche la doppia cifra di vantaggio lituana, però si vede finalmente Crawford ed un parziale di 9-0 vale riaggancio e sorpasso (60-61 al 25’), con l’ennesima tripla milanese firmata dal Chacho. Si va avanti sul filo dell’equilibrio, tra sorpassi e controsorpassi, prima di un allungo interno con un inedito canestro pesante di Jankunas ed uno di Leday per un nuovo +10. I biancorossi provano ad affidarsi a Tarczewski per tornare sotto ed il lungo americano risponde presente, poi i cinque punti in fila di Sykes valgono il pareggio a -40”, che non si sblocca nei secondi finali (con un possibile fallo su Micov). Si va al supplementare, dove i padroni di casa prendono il comando con Lekavicius e non si fanno più riprendere. Ed è un altro ko, con un allarme per quel problema fisico accusato Rodriguez nei secondi finali del supplementare.

Zalgiris vs Olimpia Milano | Il tabellino

ZALGIRIS KAUNAS-AX ARMANI EXCHANGE MILANO 105-97 (27-25, 53-44, 72-71, 91-91)

Clicca qui per il tabellino del match

Olimpia Milano calendario | I prossimi appuntamenti

Non si giocherà domenica in campionato, visto il rinvio per il Coronavirus della gara contro la Virtus Roma, i biancorossi torneranno in campo martedì prossimo al Forum contro il Real Madrid (ore 20.45): gara su cui, comunque, saranno da verificare eventuali provvedimenti per l’emergenza in Lombardia. L’AX poi sarà impegnata a Valencia giovedì 5 (ore 21).  

43 thoughts on “Olimpia, stavolta manca la difesa: lo Zalgiris vince al supplementare

  1. Non ho visto la partita. Ma purtroppo sempre la stessa storia. Manca sempre qualcosa. Mi dispiace li ho difesi fino alla fine ma la conclusione è che sono dei perdenti. Quando 5-6 volte te la giochi e le perdi sempre.

  2. Vediamo come vanno le prossime due partite e se sono negative pure queste concentriamo le energie residue sul campionato.
    In ogni modo sconfitte come queste non mi lasciano deluso per l’atteggiamento e questo al momento e’ l’unico aspetto positivo su cui continuare a credere .

  3. Definire una stagione imbarazzante quella 2019-2020 resta un complimento….
    Con tre abbonamenti acquistati anche quest’anno se prosegue di questo passo saranno i miei ultimi…
    Dalla campagna acquisti…al monopolio del coach…comunque prima di applaudire una persona sarebbe necessario che dimostrasse il Suo vero valore ancora proiettato nel passato

  4. Klifford abbiamo perso con lo Zalgiris e pensi che la settimana prossima vinciamo con Real Madrid in casa e Valencia fuori casa? Svegliati perché altrimenti ti farai male molto male

  5. Un appunto al buon Fabio: 100 punti concessi, ma con 5 minuti in piu’ (supplementare). I 91 dopo i quaranta minuti sono comunque tanti.

    Il futuro in EL e’ segnato perche’ abbiamo perso troppe gare e perche’ la continuita’ (anche solo a livello di presenze dei giocatori) non ci sara’ nemmeno prossimamente, tra distorsioni, influenze, recuperi lenti.

    Sinceramente credo che una eventuale quanto difficilissima (e a oggi impensabile) vittoria di scudetto potrebbe dare comunquevun senso alla stagione zero. Diversamente sara’ difficile dedidere cosa fare. Ricominciare di nuovo con un altro coach (ma chi?), il quale avra’ in dote parecchi giocatori checnon ha scelto lui oppure continuare con Messina e sperando in qualche rinforzo azzeccato. Si dovra’ valutare chi ha il contratto in scadenza, trovare italiani che riescano a performare di piu’ e soprattutto trovare il modo di attirare qualche top player attorno al quale costruire un ciclo.
    Dilemmi futuri. Per ora, viviamo alla giornata.

  6. Eviterei di dare la colpa all’allenatore per tutto, leggendo molti commenti si vede che molti utenti non hanno mai giocato o bazzicato in squadre che perdevano 30 partite su 35. La squadra ha giocato e si è impegnata per la maglia, e questo è l’unica cosa importante per il “tifoso”, poi a me sembra che quello mostrato sia il massimo delle loro potenzialità. La rotazione è corta, ed è una squadra che non sembra avere punti facili nelle mani (al di la che oggi hanno fatto 95 punti). Tutti sanno che se la palla va a Mirotic o wilbekin o larkin o Spanoulis le ultime 3 azioni, in almeno 2 su 3 la butta dentro. Questa squadra invece non ha un giocatore di fiducia che nel momento giusto fa canestro (stile Carraretto ai tempi di Siena). Probabilmente Messina voleva puntare su tanti giocatori che fanno costantemente 8/10 punti rispetto a 2 che ne fanno 20/25 (ed io nelle squadre che ho allenato ho sempre preferito lo stesso approccio che alla lunga porta più risultati).

    Messina avrà la colpa di aver scelto i giocatori sbagliati e probabilmente lo sa. Non è che a farlo dimettere cambi qualcosa. Poi alla fine vediamo agli ultimi anni: Scariolo, Repesa, Banchi, Pianigiani, Messina….non proprio gli ultimi allenatori sulla piazza…e i commenti sui forum erano sempre gli stessi…

    Concludo dicendo che le aspettative tutti gli anni sono troppo elevate e questo non fa performare bene i giocatori e gli allenatori. Avendo bazzicato un po la Siena degli anni d’oro (escludendo gli scandali), nessuno per strada pretendeva dalla squadra di vincere, l’unica cosa che pretendevano era l’impegno e quello non doveva mancare mai (sopra di 30 o sotto di 30), altrimenti eri fuori dalla rosa il minuto dopo. Ci hanno messo 10 anni a costruire questa mentalità mantenendo allenatore e giocatori…

  7. Oltre alla sconfitta la tegola Chacho out può essere la pietra tombale sulle nostre residue speranze di F8. In questi casi si deve guardare avanti senza tormenti. Ed analizzare gli errori per cercare di non ripeterli. Necessario un terzo centro di pari livello della coppia Tark/Guda (ammesso che quest’ultimo sia confermato). Giocare in EL col solo Kaleb ti toglie già un 50% di possibilità di vittoria. Un 4 di fisico e tecnica (alla Singleton dell’Efes) perchè Scola probabilmente si ritirerà dopo il mondiale e Brooks (quello di quest’anno) non ha dimensionalità offensiva sufficiente. Un gruppo di italiani superiore a quello attuale, e qui si fa più dura, perchè Burns Biligha ADV e il Cincia fanno già fatica in LBA figuriamoci in EL. Una guardia tiratrice affidabile, sperando di azzeccarla, perchè con la salute di Nedovic non so proprio come pensarla. Un play vero perchè ad oggi Sykes vive ancora nel regno dell’anarchia, anche se stasera ha dato qualche buon assist.
    Per me Chacho si, Roll si, Sykes ni, Nedovic boh, Morasca si, Crawford si, Micov si, Brooks si, Tark si, Guda mah…..
    Dimenticavo…. Messina si, almeno due anni come agli altri.

  8. Quelli che tu Lebowsky definisci gli “altri” hanno vinto lo scudetto al primo anno altrimenti sarebbero saltati subito e cmq gli “altri” non ricoprivano anche la carica di Presidente Operativo 😂😂😂

  9. Ve lo dico subito (come lo dissi ad ottobre), cambiamo lo spaccone portaborracce ora, serve tempo per preparare il playoff e soprattutto per rifondare la squadra completamente per l’anno prossimo. Se lo teniamo l’anno prossimo sarà un’altra stagione infernale. D’altro canto farlo sarà un’esborso mai pagato prima. Doppia carica = doppio stipendio da favola per altri 2 anni. Bella cazzata.

  10. Concordo con Leboski, su chi tenere e chi lasciare, Nedo non so, se fosse sano sarebbe quello che fa fare il salto di qualità, lo terrei in ogni caso, solo che desse minuti di riposo a qualcun altro. Serve un giocatore alla Shengelia o similare, che abbia punti nelle mani da dentro l’area, ed un 1/2 alla De Colo (non dico di prendere lui) per aiutare Rodriguez. Alla fine al CSKA la palla andava da uno dei due. Eventualmente al posto di Nedo prenderei un giocatore stile Higgings che attacchi il ferro invece di fare 1000 palleggi e sparacchiare da 3.

    Alla fine nella realtà a questa squadra mancano 2 (massimo 3) giocatori che facciano la differenza (a livello di eurolega).

    LBA io farei una squadra a parte con massimo 4 a rotazione (su 12/13) della squadra di EL.

  11. @Mac Hai ragione, ne abbiamo provati solo 20, arriviamo a 23. Scegli tu i prossimi ai quali far fare una figura di M.

  12. Caro Mac tu stai ancora sognando ad occhi aperti però non ti preoccupare ti riporto io alla realtà..i campioni che hai nominato o cmq giocatori simili non verranno mai a Milano perché il Messia è convinto che si vince grazie a lui e non grazie si giocatori..infatti basta vedere chi ha portato quest’anno…giocatori mediocri come Mack White Roll e Biligha giocatori a fine carriera come Scola e ha confermato Burns che non gioca mai Nedovic che ormai è l’ombra del giocatore che era..e l’anno prossimo se sfortunatamente dovesse rimanere non sarà tanto diverso da quest’anno perché lui arrogante e presuntuoso com’è si crede onnipotente ed è comvintissimo che si vince solo grazie a lui..prima va via e meglio sarà per noi

  13. Qualcuno di voi a giugno avrebbe davvero mandato via Nedovic? Nin avrebbe preso Rodriguez? Non avrebbe preso Moraschini? Non avrebbe confermato AdV, per prendere chi?

    Quale top player sarebbe venuto a Milano oltre al Chacho?
    Passi qualche grossolano errore (Mank e White) ma cerchiamo di essere seri….
    Il coach ha le sue idee che magari non si sono dimostrate corrette (colpa sua) ma la facciamo troppo semplice, cosi’….

  14. Qualche perla di saggezza in mezzo a tanti non commenti alla partita conditi da molto odio personale e parecchi preconcetti.
    Anche per me c’è molto da salvate a cominciare dall’atteggiamento, l’allenatore sta facendo bene nel costruire una mentalità che per diventare vincente ha bisogno solo di tre nuovi tasselli: un tre atletico e capace Datome? Un play difesa& ritmo e un lungo alla Shenghelia che aiuti il nostro Tarzan sui due lati del campo.
    Conferma dell’allenatore imprescindibile e un’altro italiano tra i lunghi Ricci? Curerei anche gli sviluppi di Mannion e Spagnolo come futuribili

  15. Caro Di.Me invece di sperperare i soldi per comprare giocatori mediocri come Mack White Roll e pagare lo stipendio a Scola a fine carriera con gli stessi soldi avrebbe potuto comprare un paio di veri campioni perché ricordati che se li paghi i campioni vengono a giocare a Milano..ma lui il Messia ha preferito gregari che non gli offuscassero il suo nome e non intaccassero il suo ego smisurato..e cmq sono i risultati a parlare e non sono a suo favore

  16. Cosa c’è da salvare in una stagione fallimentare cone questa? L’atteggiamento e la cultura della sconfitta perché ora ci si esalta anche quando perdiamo 😂😂😂😂 ovviamente oltre i 2 stipendi del Messia 😂😂😂

  17. Dopo Alba e Kimki qualcuno pensava ancora davvero ai playoff? Purtroppo è andata così, lasciamo stare per ora le colpe e guardiamo al resto della stagione, non voglio uscire ancora in semifinale, questo è l’ultimo appuntamento per il gruppo, coach e giocatori

  18. @giorgio purtroppo con me cadi male, quando gestivo la mia squadretta fino a che è arrivata in serie B d’eccellenza (pochi se la ricorderanno) c’era solo una cosa che non cambiavo mai che si vincesse o si perdesse, l’allenatore e lo staff tecnico negli anni, questo perchè la continuità e lo zoccolo dura della squadra si crea in anni, non in 2. Se io dovessi scegliere, avrei tenuto tutti quelli almeno 5 anni.

    @gae quei giocatori non sarebbero venuti a Milano con o senza Messina, a meno di riempirli di soldi. Se avessi avuto a che fare con Messina sapresti che la sua non è arroganza, ma è solo molto diretto come persona.

    Detto ciò avendo avuto la fortuna di vedere gli allenamenti di svariati allenatori di alto livello tra cui Messina (quando era a Mosca), Banchi (quando era a Siena), Obradovic (al Pana) sia durante clinic sia durante allenamenti a porte aperte, ognuno ha il suo stile, ma tutti sono più che capaci.

  19. Caro GAE, mi dici il nome di…. un paio di veri campioni…. che Milano avrebbe potuto comprare a giugno, per favore?
    Perche’ io in giro non ne avevo visti tanti.
    E’ vero che se li paghi forse anche i top player arrivano ma siamo sicuri che avremmo costruito un gruppo forte? E poi: Mack e White avevano in due il costo di un solo top player. Non e’ che poi si rimaneva con rotazioni limitate?
    Su Scola: credo che non fosse il quattro che si cercava per affiancare Broks. E’ stata una sorta di occasione di fine stagione. Sono sicuro che non si voleva costruire il futuro su di lui e doveva essere semplicemente la ciliegina sulla torta. Non dimentichiamoci che cerri giocatori danno tantissimo anche soli in spogliatoio (ha indubbiamente mentalita’ vincente) e in allenamento. Tutti ci aspettiamo che Guda e Tarcisio imparino un po’ di gioco spalle a canestro. Chi meglio di lui per insegnarglielo?

  20. Caro Mac proprio perché scrivi che gestivi una squadra dovresti sapere che nel basket come in tutti gli sport di squadra l’allenatore nel bene e nel male è colui che paga con l’esonero i fallimenti sportivi e purtroppo noi tifosi di Milano ne sappiamo qualcosa basta vedere cosa è successo a Banchi e Pianigiani

  21. Solo una parola per chi definisce Messina ‘spaccone portaborracce’ e si lamenta che alcuni di noi sono spariti dal blog in questi giorni.
    Ma secondo te perché dovremmo scrivere qua???
    Che cosa potrei mai avere in comune con uno che scrive cose del genere e si ritiene portatore di verità e certezze senza essere niente?
    E lo spaccone sarebbe Messina?
    Ma fatemi il piacere….

    Forza Olimpia.

  22. @Mac Sono abbastanza d’accordo con te. Dico abbastanza perchè in questo caso, terremmo quello che ha fatto peggio per distacco, costa di più, ha più pretese (doppia carica), ha cambiato (e speso) più di tutti (anche qui per distacco), è l’unico ad aver preso distacchi abissali (10 punti) nella RS, con la squadra più costosa di sempre in El è fuori fa febbraio, non allena da lustri. E non mi sto impegnando a ricordare, altrimenti avrei tanto altro da dire.

  23. @Tom Sawyer Solo una parola, poi, ti leggo e so che sei prevenuto e quindi la chiudo qui. Chi è starto estromesso da qui probabilmente insultava altri utenti cosa che io non mi sono mai permesso di fare. Messina è un personaggio pubblico e, ovviamente senza insultare lo si può criticare a piacere.

  24. Carissimo Tom è sempre un piacere leggerti..cmq che compiti svolge il secondo di un allenatore?? Illuminaci tu 😂😂😂 ognuno ha la sua visuone del Messia..per me è solo una persona arrogante e presuntuosa pieno di sé con un ego smisurato e se qualcuno lo definisce spaccone è perché è lui che si pone cosi

  25. @@Tom Sawyer Ahh, per inciso, io per andare a vedere l’Olimpia non prendo milionate ma pago. E quest’anno ho fatto 2 abbonamenti (per me e la mia compagna) piuttosto cari (arrivava il grande Messia…..). Da gennaio, avendo capito l’antifona, l’ho nel cassetto. Stai pur tranquillo che l’anno prossimo non ci vede più. Per venire ha voluto la doppia carica…sto scim…
    Comunque, spero che, non venendo più quelli che criticano, li rimpiazziate voi altri perchè altrimenti si ritorna all’epoca precedente a Proli e gli spettatori torneranno ad essere 2.500.

  26. Caro Giorgio
    Fai parte della famiglia di quello che scrivono ma non leggono. Questa degli abbonamenti me l’hai già detta, sostenendo che ero uno di quello che guarda le partite in TV.
    E io te lo ripeto: sono abbonato da 6 anni…

  27. @giorgio ho capito il tuo punto di vista ed in parte lo condivido, sta facendo molto peggio degli altri con più risorse, e questo è indiscutibile. Ha/sta sbagliando, sicuramente si, ma secondo me se ne sta anche rendendo conto.

    Spesso non avere risorse è un vantaggio più che uno svantaggio

  28. Quando le cose vanno male (in ogni campo) ci sono due approcci cercare di capire trovando errori e responsabilità oppure rendere tutto ancora più complicato accusando offendendo e rendendo l’aria irrespirabile. Io preferisco il primo.
    Messina ha sbagliato acquisti? SI
    Messina ha difficoltà nel mettere in campo la squadra? SI
    Messina ha il controllo della squadra? Finora si, non so ancora per quanto?
    I risultati dipendono dal doppio ruolo? NO anche se mi sembra che non siamo tutti d’ accordo.
    I giocatori sono tecnicamente mediocri? NO non peggio dello Zalgiris e di almeno metà delle squadre?
    Gli infortuni hanno inciso sul gioco? SI essendo la coperta un po’ corta
    Lo mandiamo a casa? NO ed è su questo che verte la discussione e sulla capacità del tifoso di accettare il verdetto del campo (lo Zalgiris ne aveva perse 9 di fila e nessuno pensava al cambio dell’allenatore)

    Ps: non ho l’abbonamento per cui capisco che i miei commenti valgono meno

  29. @Tom Sawyer No, ancora una volta sbagli (e rispondi solo a ciò che ti fa comodo tralasciando il resto). Ti ho appena detto: “Solo una parola, poi, ti leggo, e so che sei prevenuto e quindi la chiudo qui”. Forse dovevo dire “leggevo” ma il senso mi sembrava egulmente chiaro. Non è che il discorso cambi se tu sei abbonato, Milano non è Pioltello, se non c’è il basket ad alto livello c’è altro. Sei tu il primo a dimostrarlo dicendo: “sono 6 anni che mi abbono (appunto da quando vince)”. Pensa che io andavo in trasferta a vederla quando era in A2 e mi devo sentire fare paternali da tifosi di primo pelo:-). La questione è che se spendi 31 milioni e fai pietà perdendo Con Venezia (che costa 4) mi metti in difficoltà. O vinci di 20 e te la giochi il EL con le tue pari o faccio fatica a tifare Golia.
    @ Iellini, vedo con piacere che ti stai approcciando diversamente. Penso di avere risposto anche a te. Ho però una curiosità… Dicevi le stesse cose anche quando allenavano Pianigiani o Banchi ? Mi piacerebbe se rispondessi onestamente.

  30. Ma si cerchiamo sempre di trovare dei motivi per giustificare il Messia tanto quello che paga è Giorgio Armani..vorrà dire che ci sciropperemo per 3 anni il Messia senza vincere nulla così almeno saremo tutti felici e contenti 😂😂😂

  31. @Giorgio è tempo perso con Tom.perché lui è uno di quelli che capisce solo quello che gli fà più comodo 😂😂😂😂

  32. Giorgio de sisto la risposta è SI
    Ho sempre pensato alla serietà e professionalità degli allenatori che sono venuti a Milano e avrei dato ancora un opportunità a ciascuno.
    Inoltre penso che la ricerca del capro espiatorio sia stupida e non serva a risolvere i problemi.

  33. #GAE aspettavo una tua risposta, qualche nome convincente….
    Resto dell’idea che rifare tutto da capo, esonerando ora il coach e sostituendolo con chissachi che deve prendere in mano una sqyadra acciaccata (anche nel morale), che deve comunque finire la stagione e programnare le prossime gestendo il parco giocatiri che eredita dalla gestione Messina e del quale magari non ne apprezza molti.
    Insomma: non sono convinto che cambiare ora, in corsa, sia davvero conveniente. Magari a fine anno….
    Ma forse se mi fate qualche nome, qualche proposta, magari cambio idea.

  34. @Iellini Bene, sei una persona coerente. Comunque non è questione di cercare il capro espiatorio; la questione è che Messina non allena da tanti e in Europa non bazzicava da altrettanti. E’ in grado di allenare ancora ? Conosce i giocatori europei ? La risposta ad entrambe le domande sembra essere no. Infatti la squadra va malissimo e continua a cambiare giocatori che evidentemente non conosce.
    In quanto a coerenza credo di non essere da meno, come ti ripeto quando è arrivato Messina ho fatto subito 2 abbonamenti ma, purtroppo ci sono grosse evidenze che non andrà bene nemmeno il prossimo anno.
    Comunque noto con piacere che la conversazione tra le 2 “fazioni” sta cominciando a essere piacevole e magari, più avanti qualcuno di noi cambierà idea. Spero di essere io 🙂

  35. @Di.Me ormai per questa stagione secondo me non ha senso né cambiare coach né cambiare giocatori ma dobbiamo arrivare fino in fondo con questa squadra e sopratutto con il Messia poi a fine stagione si dovranno tirare le somme considerando come andrà a finire il campionato italiano..io a meno che non si vinca lo scudetto (probabilissimo) opterei per il cambio perché con questo allenatore i risultati sportivi dell’anno prossimo saranno fallimentari come quest’anno

  36. Mi pare sempre più evidente che da una parte ci siano persone che accettano la sconfitta come parte dello sport, dall’altra persone che non la comprendono semplicemente perchè si ha un budget milionario, perchè siamo Milano e cribbio noi dobbiamo vincere, perchè ci soffrono e si incazzano e via così. In EL ci sono 18 team ma solo uno vince, che fanno gli altri 17? cacciano tutti ogni anno? ovviamente no, continuano cercando di limare gli errori commessi e sperando di aggiungere giocatori più validi al roster oppure cambiando coaching staff affidandogli un programma pluriennale. Milano viene da una serie di tentativi tutti abortiti al secondo anno per mancanza di risultati o conferme ad alto livello con conseguente cacciata del coach e ricostruzione del team. I risultati sono ben visibili, qualche successo casuale ma nessuna continuità ad alto livello, mancanza di identità e carattere, facilità alla depressione. Oggi che ci sia Messina o un altro poco cambia, quello che importa è che continuando a cambiare rotta sicuramente non arriveremo mai alla meta di avere un Olimpia solida e stabilmente tra le più forti in Europa.
    I grandi successi di Milano sono arrivati con 2 coach e basta: Cesare Rubini (25 anni di capo allenatore) e Dan Peterson (9 anni + 3 del suo vice Casalini). e per finire cito A. Einstein “la follia sta nel fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi”

  37. @ Lebowsky ma ad un post come il tuo tappezzato di frasi di questo tipo: “EL ci sono 18 team ma solo uno vince, che fanno gli altri 17?” uno cosa dovrebbe rispondere ?

  38. In parte posso anche condividere il tuo pensiero Lebowsky però rispetto agli d’oro che tu giustamente citi (Rubini-Petersom) ora c’è un’anomala nel doppio ruolo che ha preteso il Messia perché a livello Europeo nessuno ha una struttura societaria come la nostra e neanche negli altri sport esiste una cosa del genere..detto ciò anche gli altri allenatori sono stati accusati di aver sperperato parte del budget e ora non lo si può rimproverare al Messia?? Appena arrivato ha mandato via i 2 giocatori più forti che avevamo come James e Nunnally per sostituirli con 2 giocatori mediocri come Mack e Roll..io avrei capito se li avesse sostituiti con 2 giocatori di pari livello ma non con 2 scommesse mediocre quali si sono rivelati appunto i sopracitati Mack e Roll..poi ha speso il budget a disposizione per prendere (a parte Rodriguez) gregari che non offuscassero il suo ego smisurato perché voleva dimostrare che si vince grazie a lui e non grazie ai giocatori dimenticandosi che a scendere in campo sono i giocatori e che lui in passato a Bologna a Treviso a Madrid e a Mosca ha vinto grazie anche ai campioni che aveva in squadra…posso comprendere che in Europa possiamo avere difficoltà perché il livello è elevato ma in Italia non mi sembra che stia andando così bene ovviamente dobbiamo aspettare i Play-Off italiani per avere un quadro più chiaro ma le sensazioni non.sono positive

  39. @Lebowsky. Milano e’ piazza strana e particolare. Pero’ al tifoso in genere e a quello milanese piace vincere. Ora, credo che nessuno all’inizio della stagione si aspettava di vincere l’eurolega. Pero’, visti i risultati dello scorso anno (fuori per poco dai PO), il budget investito (che autorizza serenamente a sperare in buoni risultati) e l’arrivo di un coach dalla nomea (concreta) di vincente un po’ di delusione si puo’ comprendere. Guardando freddamente il tutto in effetti sembra che quest’anno si siano peggioratoi i numeri. Il play off sembrano sfumare, in coppa Italia non abbiamo nemmeno centrato la finale ed e’ la peggior regilar season in lba degli ultimi anni. Insomma: un po’ di delusione e frustrazione sono piu’ che normali, specie se la squadra e’ ancora priva di una sua identita’ interiore e se vi sono gare come la penultima in EL nelka quale e’ mancato il coraggio a chi stava in campo.
    Milano ha fretta, anche di vincere, ma un pizzico di delusione, oggi, ci puo’ stare.
    Ecte lo dice uno che e’ pro Messina!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Messina: Spiace per i miei ragazzi. Rodriguez? Vedremo domani

Le parole del coach biancorosso in sala stampa, al termine di Zalgiris Kaunas vs Olimpia Milano
Olimpia Milano Mercato

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: