Ettore Messina: Quando la partita è diventata da uomini, abbiamo perso

Così il coach biancorosso ha commentato la brutta sconfitta sul campo dell’Asvel Villeurbanne, il quarto ko in fila

È un Ettore Messina ovviamente arrabbiato e deluso, quello che si presenta in sala stampa a Lione, dopo il brutto ko con l’Asvel Villeurbanne. Il coach biancorosso fa i complimenti ai padroni di casa e poi analizza il match: “Ci sono state due partite: la prima parte è per i bambini e la seconda per gli uomini. E nel terzo quarto abbiamo subito 32 punti, con un solo assist per l’Asvel, con tutti canestri facili con penetrazioni al ferro o su rimbalzi offensivi”. 

Le chiavi del confronto: “Sappiamo perfettamente che per vincere in trasferta in qualsiasi competizione bisogna essere solidi mentalmente e duri fisicamente. Non lo siamo stati“.

Ed è un problema già visto nel recente passato: “Lo stesso è accaduto contro il Khimki, con l’Olympiacos o nella prima partita col Bayern. E dopo due o tre volte che accade la stessa cosa… La durezza mentale è una cosa che hai e non puoi comprarla. Credo che i nostri giocatori, che sono brave persone, abbiano queste qualità, ma sono nascoste da qualche parte e e tocca a noi aiutarli a tirarle fuori, il più presto possibile, per poter vincere in trasferta”. In tempi brevissimi: domenica c’è l’impegno a Venezia e poi si va sul campo del Real Madrid. Con il rischio di acuire la crisi.

0 0 vote
Article Rating

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Doc63
Doc63
7 mesi fa

Qui serve il coach e i leaders in campo.
Ultima considerazione se Tarcisio non avesse regalato due tiri liberi con un tecnico idiota forse poteva girare eravamo lì. Ma lui è bacato mentalmente e penso irrecuperabile

Marco
7 mesi fa
Reply to  Doc63

Portroppo Tarcisio non ha un controllo mentale delle proprie reazioni sul campo ma é anche vero che ci mette impegno e fa il meglio che può fare a volte esce fuori dalla linea dei 3 punti in difesa provando addirittura a difendere sugli esterni…secondo me dovrebbe focalizzarci nell’imparare a fare poche cose ma fatte bene in attacco a parte schiacciate volanti non si vede altro (ormai rifiuta anche tiri quando è libero da 3 metri dal canestro) e in difesa è sempre in ritardo con le gambe ed è posizionato non correttamente sul suo uomo proprio a livello di fondamentali… Leggi il resto »

Pino Ganbini
Pino Ganbini
7 mesi fa
Reply to  Marco

Messina, ti devi svegliare! Abbiamo perso per le tue scelte fatte quest’estate. Via James, dentro il tuo Mack che adesso verrà sostituito con un altro 1. Tre play in sei mesi, stiamo buttando soldi a palate solo per il play (che poi, come sempre, se libero a gennaio un gran che non sarà). Via Nunnally, anche lui spesato con gran soldoni per dare spazio a Moraschini e DellaValle che, solo ora ti accorgi non essere all’altezza. Poi, hai voluto White, che ora ti accorgi che non va bene. Non potevi tenere i giocatori forti che avevamo e magari mandare a… Leggi il resto »

orlandoilrosso
orlandoilrosso
7 mesi fa

Una sola domanda: dove si è formata la vostra cultura cestistica?

Tom Sawyer
Tom Sawyer
7 mesi fa
Reply to  orlandoilrosso

Orlando, Orlando… Domanda cattivella.
Io un’idea ce l’ho e l’ho appena scritta in un post lunghetto che mi attirerà gli strali dei piu’.

Tutti professori senza mai essere stati studenti.

Next Post

Asvel vs Olimpia Milano | Le pagelle di ROM

Le pagelle di Asvel vs Olimpia Milano di ROM. Rodriguez è la differenza tra l'essere e il non essere, il voto a Mack è l'unico possibile
Asvel vs Olimpia Milano

Subscribe US Now

5
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: