Annunci

Messina: Buon movimento di palla, un po’ preoccupato per Micov

Fabio Cavagnera 8

Il commento di coach Ettore Messina dopo Olimpia Milano vs Reggio Emilia, con un possibile infortunio per il serbo

Annunci

Così Ettore Messina commenta la vittoria su Reggio Emilia: “Pur non tirando bene abbiamo fatto 90 punti e serviti 23 assist. A parte alcuni momenti, ho visto la squadra muovere la palla. Difensivamente siamo stati un po’ fermi sulle gambe, però ci lavoreremo e ci metteremo a posto. È veramente difficile giocare in campionato ed in Eurolega, vediamo che oggi ha perso ancora il Fenerbahce e sono in difficoltà altre squadre. Oggi abbiamo giocato contro un’ottima Reggio Emilia, complimenti a Buscaglia“.

Il tecnico è soddisfatto della prova offensiva: “Se c’è una cosa che mi ha fatto piacere, è la fluidità della squadra. La fase di transizione è stata piacevole. Ho fatto anche qualche esperimento difensivo“.

Il finale della conferenza stampa non porta buone notizie, con un possibile ulteriore infortunio: “Micov ha avuto un dolore al piede, siamo un po’ preoccupati. Vediamo domani con gli esami“. 

Annunci

8 thoughts on “Messina: Buon movimento di palla, un po’ preoccupato per Micov

  1. 22 minuti Micov. 23 Rodriguez.  19 Scola. 27 Brooks. 2 Cinciarini. 9 DellaValle. 2 Burns. White non convocato. Cosi’ schiattiamo prima del panettone.

    1. Esattamente! Se non fai giocare le seconde linee durante queste partite quando pensi di usarle? E poi sull’ennesimo riposo a White e Mack , qual’è il motivo? troppo stanchi? ma se giocano poco (shelvin) o quasi nulla (aaron)….?!

  2. Io la vedo in positivo: pur non avendo fatto una bella partita, abbiamo vinto facendo quello che serviva.
    Ci sta, e va bene così – per me.

    Della partita mi porto a casa un’immagine secondo me molto significativa: Brooks nell’ultimo minuto di gioco vola sopra il ferro e con una schiacciatona corregge a canestro il tiro da 3 di Scola.
    Flette i muscoli, torna in panchina dando energici 5 a chiunque gli tenda la mano, si siede, si toglie il paradenti e, ancora carico a bestia per l’azione, lo scaglia per terra con forza – come per levarsi un peso.

    Ai miei occhi questo gesto così estremo e così potente, dopo un’azione personale così maestosa, segnala una specie di magone che hanno i giocatori dell’Olimpia, la squadra in generale, di non riuscire a dare tutto quello hanno dentro, pur facendo spesso cose molto buone.
    Come un corpo che senta di potere dare di più, ma non ci riesce.

    La nostra partita oggi non è stata bella, perché a parte l’imprecisione al tiro, che secondo me ci sta come frutto di una concentrazione minore, non è stata bella perché troppo spesso in attacco siamo stati confusi, pur facendo 89 punti che non sono pochi.
    Non sono pochi, ma non abbiamo mai dato quell’impressione di dominio tranquillo, come per esempio riesce a fare Bologna quando gioca in Italia.
    La confusione in attacco che oggi s’è vista contro Reggio, secondo me è quella che ci è costata la sconfitta ad Atene, Olympiacos.
    Lì, certo, la loro difesa ha preparato e giocato una gran partita, e i loro grandi hanno dato il massimo, ma se la loro difesa è riuscita a spegnere la brillantezza dei nostri esterni, e il nostro gioco, il motivo vero secondo me risiede in quella confusione che abbiamo visto oggi contro Reggio – che ovviamente ha avuto effetti meno devastanti vista la differenza tecnica tra i due nostri avversari recenti.

    È lì, in quella confusione, che bisogna cercare per trovare cosa bisogna correggere davvero per superare anche i momenti difficili, quando il livello degli avversari ci richiederebbe di riuscire a dare il massimo.
    Ed è in quella confusione, che oggi si è espressa chiaramente, e venerdì ad Atene, che va cercata e spiegata anche l’immagine di frustrazione di un Brooks che a nome di tutti esprime quel non riuscire a dare tutto, pur facendo spesso ottime cose.

    Forse il gioco di Messina è davvero molto complesso, ricco di sfumature: i giocatori lo sentono, si impegnano, ma non sempre riescono a sfruttare i vantaggi che quel sistema così articolato offrirebbe.
    È come avere una Ferrari, ma non riuscire ancora a farla andare, perché comunque è una macchina molto difficile da portare al limite.

    Le buone notizie, secondo me, è che al momento abbiamo almeno 7 giocatori di valore, che ruotando riescono ad assicurare un gioco di livello senza ammazzarsi di fatica: Rodriguez, Scola, Nedovic, Micov e Brooks su tutti, ma poi anche Roll e Mack – sul quale magari non tutti saranno d’accordo, ma che invece ha il suo peso specifico in squadra: non come risolutore, ma come validissimo sostituto – e ci metterei anche in parte Tarczewski, che in Italia soprattutto è una presenza molto valida e comunque preziosa.
    Sono dunque 8 giocatori affidabili a ruotare, che permette a ciascuno di giocare sui 20/22 minuti, che sono sostenibilissimi.

    È chiaro quindi che non sono per niente d’accordo con quelli che si lamentano di quello che chiamano un ricambio insufficiente.
    Intanto ruotano bene in 8, e poi ci sono circa una quarantina di minuti divisi tra tutti gli altri, che garantiscono in pratica l’intera partita di un quinto uomo – che siano Biligha, Della Valle, Moraschini, Cinciarini.
    E nelle rotazioni non ho contato ancora Gudaitis.
    Sono atleti, non dimentichiamolo, sostenere che scoppino prima di Natale perché giocano 20 minuti a partita è più frutto di un’impressione, che della realtà dei fatti.

    E in che cosa si differenziano i magnifici 8 dagli altri?
    Secondo me dal fatto che più velocemente degli altri stanno incamerando il sistema Messina, scoprendone i vantaggi in campo.
    Gli altri ancora non ci arrivano, ed è un peccato che siano proprio gli italiani, ma questa appare ormai una sentenza senza scampo.

    Ultima cosa: il gesto immagine di Brooks, che ho chiamato di frustrazione, ma anche di scarico di un peso, secondo me significa anche quella specie di rabbia interiore che ti viene quando sei a un passo dal trovare la soluzione per un problema che ti assilla.
    Sai quando batti la mano sul tavolo, perché hai trovato una soluzione?
    Ecco, quello!

    Potrebbe significare che i migliori ci stanno arrivando davvero.
    Allora vederli giocare sarà ancora più bello, e magari di partite ne vinciamo ancora di più.
    (non che finora siano poche).

  3. Si Palmasco d’accordo con te sulle rotazioni, anche oggi 8 giocatori sopra i 15 minuti e sotto i 25. Messona sta cercando di preservare tutti e di trovare quintetti atipici a seconda dell’avversario. Speriamo che arrivino anche gli italiani. Speriamo che torni presto Gudaitis perche’ vi serve come il pane.

    Speriamo sopratutto che Micov stia bene perche’ e’ lui il vero faro di questa squadra. Oggi 4 assist di fila e l’ha vinta lui.

    Una vittoria non esaltante ma importante

  4. Mack fuori per dare responsabilità a Moraschini credo, e Moraschini+Mack con fuori Rodriguez non si può, oggettivamente, giusto per far capire che Mack, per quanto si impegni, non è il giocatore che serviva a Milano. Curioso di capire se Messina vede il minutaggio di Scola più adatto al campionato, dove la differenza la può fare punto e basta, o in Euroleague, dove forse non sempre ci riesce se deve partire da fermo.

  5. Caro Palmasco, ti ringrazio perche’ sai cogliere e condividere dettagli importanti che ci fanno apprezzare sempre di piu’ questo “gruppo-squadra”. Non sono pero’ d’accordo sulla gestione. Infortuni a parte (che sono sempre dietro l’angolo) io credo fermamente che Scola, Micov e Rodriguez debbano avere meno minuti per essere piu’ freschi e lucidi nelle gare che contano. Cinciarini, Miraschini e Della Valle (ma anche Biligha) sarebbero titolari in qualsiasi altra squadra italiana. Parlo di lba, ovviamente. Certi “vecchietti”, seppur atleti, vanno preservati, secondo me.

  6. Palmasco per me numero 1. E’ quello che hanno dentro che li rende uomini veri e anch’io prevedo fuochi d’artificio a sistema Messina assimilato da tutti, e dico tutti. ADV quando ha compreso ci ha ripensato.La squadra sta diventando un unicum e l’affiatamento cresce con il tempo…….

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Olimpia Milano vs Reggio Emilia | Le pagelle di RealOlimpiaMilano

Micov, Roll e Tarczewski su tutti, in un successo più sofferto del previsto, mentre non arrivano le risposte dagli italiani

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: