Mentre molti italiani sono partiti per le ferie, per i giocatori dell’Olimpia Milano le vacanze si stanno esaurendo. Tra una settimana esatta, il 19 agosto, la nuova squadra di Ettore Messina si radunerà al Forum di Assago e darà il via ai lavori per la stagione 2019/20, inizialmente con lavoro atletico ed individuale, per poi iniziare anche gli allenamenti di squadra dal 22 agosto.

Olimpia Milano raduno | Saranno presenti in dieci su quattordici

Lunedì prossimo saranno presenti dieci dei quattordici componenti del roster dell’Olimpia Milano. Mancheranno solamente i quattro giocatori (Della Valle, Brooks, Biligha e Roll) impegnati con le rispettive nazionali, nella preparazione verso i Mondiali cinesi (31 agosto-15 settembre). Torneranno a settembre, in base a quanto sarà lungo il cammino fatto con l’Italia e la Tunisia, al più tardi per il derby del 19 settembre o per il Torneo di Atene.

Tornando a chi ci sarà, c’è attesa per vedere per la prima volta in maglia biancorossa Sergio Rodriguez, l’acquisto principale del mercato dell’AX Armani Exchange. Ma anche per scoprire gli altri nuovi arrivati Shalvin Mack, Aaron White e Riccardo Moraschini e per riabbracciare chi è rimasto come Andrea Cinciarini (già superato quel lieve problema muscolare dei giorni scorsi), Nemanja Nedovic, Vlado Micov, Christian Burns, Arturas Gudaitis e Kaleb Tarczewski. Che scenderanno per la prima volta in campo nello scrimmage del 28 agosto al Forum e faranno il loro debutto al Torneo di Castelletto Ticino a fine agosto.

Olimpia Milano mercato | La situazione di James Nunnally

Tra i giocatori ancora sotto contratto con l’Olimpia Milano c’è anche James Nunnally. Come detto più volte, tuttavia, l’americano non rientra nel nuovo progetto di Messina: le parti non hanno ancora trovato l’accordo per la rescissione, ma c’è ottimismo e questa settimana dovrebbe venir chiusa anche ufficialmente l’avventura dell’ex Fenerbahce a Milano.

Una volta messa definitivamente la parola fine a questa questione, come accaduto a Mike James, il giocatore sarà libero di firmare per la sua nuova squadra. Che dovrebbero essere gli Shanghai Sharks del campionato cinese, come avevamo riportato alla fine di luglio.

Annunci

1 Comment »

  1. Meo.Sacchetti non è un allenatore da Nazionale Italiana e la dimostrazione di ciò è la convocazione del figlio Brian che con qualsiasi altro allenatore non avrebbe mai indossato la maglia azzurra ma essendo il figlio è un raccomandato e sicuramente farà parte dei 12 e questo vuol dire essere realmente in 11..le esclusioni di Cinciarini e del MVP del campionato italiano Moraschini sono ulteriori dimostrazioni di pochezza del mister Sacchetti..senza contare che nel passato recente è riuscito a litigare anche con Gallinari..Sacchetti allenatore dell’Italia Basket è come lo era Ventura nell’Italia del Calcio e spero che faccia la stessa fine perché è indecoroso avere in nazionale un allenatore come lui che si porta il figlio dietro invece di convocare per merito e non per raccomandazione..una volta gli allenatori delle nazionali si qualsiasi sport venivano scelti per meritocrazia ora questo criterio non vale più altrimenti non si spiega la scelta di Sacchetti!!

Rispondi