Le pagelle di ROM – Micov annebbiato, Jerrells individuale, Gudaitis spettatore: Trento vince con il suo spartito

Goudelock 5 Parte con 2 falli e non entra mai in partita se non per una tripla da distanza siderale quando Milano cerca di rientrare. Non lascia il segno nel finale e chiude con 2/9 al tiro. Trento riesce a chiudergli ogni porta quando cerca «zingarate» in entrata.

Micov 5 5 palle perse che raccontano di una difficoltà globale a leggere la partita. 6 punti in 29’ con 2/9 al tiro.

Tarczewski 5 Parte forte, ma offensivamente non lascia più il segno con 6 punti e 3 rimbalzi alla sirena. Difensivamente tiene più botta di Gudaitis su Hogue.

Kuzminskas 5.5 Assente difensivamente è intermittente palla in mano. -13 di plus/minus, il più basso di squadra.

Cinciarini 5.5 La serie ancora non gli appartiene, e dopo tre gare il dato non è rassicurante. Con lui Milano prova a ragionare, ma il +1 di plus/minus non deve ingannare.

Bertans 6 Manca alcune conclusioni aperte dall’arco (2/5 alla fine), ma lascia il segno quando aggredisce il ferro. Alla fine 13 punti.

Jerrells 5 Assenza totale in regia, prova a fare da solo riuscendoci solo in alcune occasioni. Nel finale almeno tre scelte sbagliate che vanificano ogni sforzo.

Gudaitis 5 A Trento si deve lottare e lui non si presenta. 7 punti e 6 rimbalzi sì, ma contro il lituano Hogue banchetta.

Coach Pianigiani 5.5 Il piano partita di Trento è cosa nota ma lui procede come nulla fosse, confidando nello sfinimento avversario. Vedremo in gara-4.

0 0 vote
Article Rating

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
saboles
saboles
2 anni fa

non vedo grandi meriti di trento che stasera ha vinto solo grazie ad una inesistente milano. palle perse a nastro e giovanottoni imbambolati. un minimo di lucidità in più (oggi poca da parte di tutti) e la si portava a casa. in due giorni un cambio così radicale? letti scomodi negli hotels trentini? in 48 riusciranno a recuperare il fuso orario.
buona pallalcesto e forza olimpia.

U. Fo
U. Fo
2 anni fa

Non ho visto il match ma un…”passo falso” ce lo si poteva anche aspettare. Sara’ pero’ fondamentale gara quattro: una sconfitta minerebbe tutte le certezze delle precedenti gare. Ho letto l’intervista al coach: davvero 30 liberi contro 10? Se e’ cosi’ forse gli arbitri sono stati un po’ piu’ permissivi con Trento, rispetto a gara uno e due.

Matteo Vitali
Matteo Vitali
2 anni fa
Reply to  U. Fo

Sì, davvero. E il primo libero a metà 3o quarto. Ora, mi scoccia davvero fare certi discorsi, ma sono situazioni spiacevoli. Delle due l’una: o Milano era così molle da non cercare contatti, oppure effettivamente è stato dato un po’ di margine a Trento. In ogni caso c’è spazio per qualche recriminazione, secondo me. Mai visto gli arbitri applicare uniformemente il regolamento. Il Piangina ha sollevato marginalmente la cosa, secondo me a buon ragione, speriamo non diventi però una foglia di fico per giustificare altri problemi, come una scarsa lettura del piano di gioco di Trento. Oggi non credo che… Leggi il resto »

Anonymous
Anonymous
2 anni fa

Quando il tuo unico schema e’ palla a licio e Goudelock o viceversa e che dio ce la mandi buona può succedere questo …
Dopo 9 mesi o miracoli individuali o il nulla …
A panchine invertite sarebbe stato un 4-0 con 20/25 di scarto ogni gara

palmasco
2 anni fa

Un passaggio a vuoto brutto, ma non troppo preoccupante. Speriamo di poter dire: succede. Sicuramente noi abbiamo giocato male, anzi quasi non abbiamo giocato, soprattutto nei nostri uomini fondamentali, purtroppo. Ma perché? Cosa è successo? Nessuna delle spiegazioni che ho letto in giro mi convince, a cominciare dalle parole di Pianigiani. Cosa è successo? In campo che Sutton e Hogue abbiano fatto il loro gioco e inciso sulla partita, come sanno fare e finora non avevano fatto. Sutton variando parecchio le proprie soluzioni, tirando con successo da 2 e da 3, quindi aprendosi l’opportunità del ferro. Hogue piantando i piedi… Leggi il resto »

U. Fo
U. Fo
2 anni fa

Un minimo di coerenza ci vuole, sempre. Pianigiani negli ultimi venti giorni sembrava un eroe, oggi e’ un incapace. Non ho visto il match, quindo azzardo una mia ipotesi: a Trento si e’ giocato nel terreno consono e famigliare per i nostri avversari. Ovvero difesa forte, molto fisico, punteggio basso e tanta energia. Milano in queste condizioni ha faticato per tutta la stagione. Un passaggio a vuoto ci puo’ stare, soecie dopo una serie di gare notevoli. Milano ha i suoi limiti che le vittorie recenti non hanno certo cancellato, solo nascosto, ma questi play off hanno dimostrato che la… Leggi il resto »

Next Post

L'Olimpia e gara 4: tante certezze, qualche dubbio e quel tiro dall'arco imprescindibile

E’ il giorno di gara 4 o sono passate solo 36 ore da gara 3? L’Olimpia tra qualche ora calcherà il legno duro del PalaTrento per la sessione di tiro che precede ogni gara, forte del vantaggio nella serie ma ancora segnata da quella gara 3 che è stata giudicata, […]

Subscribe US Now

6
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: