L’investitura di Vlado Micov, la seconda opzione offensiva di Milano

«Con Andrew Goudelock, Vladimir Micov è il giocatore chiave di questa nostra stagione». L’investitura di Livio Proli, presidente di Olimpia Milano, è totale. E non a caso, il giocatore classe 1985 di Belgrado sta vivendo una fase di stagione importante.

Bastano i numeri. Dal 17 marzo, tra EuroLeague e LBA, Vladimir Micov ha giocato in tutto 9 gare, chiudendone 8 in doppia cifra. La media nelle ultime undici giornate di campionato dice 16 punti, 3 rimbalzi, 2 assist, 28’ e 16 di valutazione. Tanto per intenderci, nelle prime 15 gare di LBA Micov viaggiava a 8 punti di media.

Una crescita importante, per un giocatore che sta andando probabilmente oltre il ruolo inizialmente pensato. Senza Theodore, Vlado Micov più che elemento equilibratore è seconda opzione difensiva, non certo un «ministro della Difesa», ma giocatore in grado di leggere le situazioni e ritrovarsi sempre al posto giusto nel momento giusto.

Resta certamente la sofferenza fisica contro elementi esterni atletici, ma l’Italia non è l’Europa, e Micov ha mostrato quel che a Milano si cercava da tempo. Ovvero un giocatore non solo integro fisicamente (e non era scontato neppure questo), senza particolari doti atletiche ma con massima concentrazione sulla squadra e grande cura del proprio fisico. Un vero e proprio soldato di ferro.

Resta il contratto. Vlado Micov ha firmato nell’estate 2017 un contratto 1+1, con opzione totalmente nelle mani della società. Un posto per lui ci sarà nello scacchiere 2018-2019? Ad oggi, pare proprio di sì.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
U. FO.
U. FO.
2 anni fa

Micov è un professore che insegna basket , mentre gioca. Per me è uno spettacolo, vederlo giocare. Certo, non ha l’atletismo per competere con tutti a livello di Eurolega ma in LBA fa certamente la differenza. Impensabile che l’anno prossimo non sia dei nostri: potrebbe davvero essere la pietra su cui rifondare (ancora una volta) la squadra.

Next Post

Il tarlo, la pressione: Milano può perdere ma… Milano, questa è la tua occasione! E Simone Pianigiani ha scelto

E’ l’ora di dimostrare. Per dirla alla «Pancotto» di resettare, ripartire, rinascere. Ma soprattutto di cambiare sguardo e approccio. Iniziano i playoff per una Milano che non è mai crollata, ma che non ha neanche mai convinto, e di fronte a lei c’è la storia, e soprattutto il punto più basso […]

Subscribe US Now

1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: