Annunci

La Domenica Sportiva di RealOlimpiaMilano – Quanto è complicato il mercato dei play, e su Gentile e ADV…

La domenica sportiva di RealOlimpiaMilano torna, sottovoce, senza arroganza. La prossima sarà la settimana, credibilmente, delle ufficializzazioni di Amath M’Baye, Patric Young e Dairis Bertans, ma anche di ulteriori possibili inserimenti. Come detto, tre i giocatori ricercati: due esterni (di cui un play) e un lungo capace di ricoprire due ruoli. Ecco quindi alcuni passaggi fondamentali:

Amedeo Della Valle. Da giorni è stata ufficializzata, di fatto, la volontà del giocatore di lasciare Reggio Emilia. Sotto contratto sino al 30 giugno 2019 (senza uscite), con un buyout da 250.000 euro non trattabili (o quasi), visto che per settimane Alessandro Frosini, ds reggiano, ha lavorato convinto di poter ancora contare sul tiratore azzurro. Il passaggio all’agenzia BeoBasket, la scorsa estate, era stato un segnale non troppo positivo, ora la certezza di voler esplorare il mercato. Possibilità in Italia? A quei costi solo Milano, ma al momento non sarebbero state intavolate trattative. Già un anno fa la dirigenza milanese valutò il giocatore, ritenendolo bisognoso di minuti che il progetto-Repesa non poteva garantire. Un anno dopo, può essere cambiato qualcosa?

Alessandro Gentile. La stampa trentina continua a credere in un suo arrivo in prestito, così come quella bolognese (sponda Virtus) e casertana (forse anche per il milioncino accreditato al potenziale nuovo main sponsor Oreste Vigorito). Nell’incertezza, una certezza: oggi come oggi, la vicenda dell’ex capitano non avrebbe preso una direzione precisa. Esiste la possibilità che il numero cinque biancorosso torni sulle sue spalle? Sì.

Chris Singleton. L’Olimpia cerca un lungo, in grado di giocare centro, pericoloso dall’arco. Da qui la notizia circolata in settimana di un accostamento a Chris Singleton. L’americano piaceva a Jasmin Repesa già ai tempi di Krasnodar, ma i rapporti tra la dirigenza milanese e quella del Panathinaikos, titolare del contratto del giocatore anche per la prossima stagione, non sarebbero fluidi. Se l’agenzia sonda offerte, il club pretenderebbe una cifra intorno al milione di euro di buyout. Troppi, anche per il Cska al momento.

Capitolo Play. Che è poi il primo pensiero. Tyrece Rice pare destinato al Maccabi Tel Aviv, anche se il giocatore nega. Shane Larkin piace a tutti, ma avrebbe sul tavolo un’offerta biennale dal Baskonia da 1.2 milioni di euro netti a stagione. Se ci aggiungiamo che Aaron Jackson è stato semplicemente tentato da Milano, e potrebbe volare in Cina, la situazione è chiara: Cska (Teodosic verso i Bulls) e Barcellona sono sul mercato del ruolo, di rincorsa anche il Maccabi. Difficile colpire oggi, pur con un giocatore come Jordan Theodore libero (che comunque, solo un mese fa, chiese un milione e mezzo per sedersi a trattare in quel del capoluogo lombardo). E Curtis Jerrells, di certo, non basterà…

Alessandro Luigi Maggi

Annunci

Rispondi

Next Post

Sistema Pianigiani #1 - Una pallacanestro di vantaggi e letture

Il dado è tratto. La scelta, per impopolare che risulti agli occhi della gran parte della tifoseria milanese, è stata fatta, in prima persona, dal presidente Livio Proli. Ed allora, a quasi un mese di distanza dall’aver chiaramente espresso un parere personale riguardo tale decisione, è ora di andare oltre […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: