Matteo Spagnolo: Vero obiettivo è lottare per lo Scudetto

Alessandro Maggi 3

Walter Fuochi, su Repubblica, intervista Matteo Spagnolo. Ecco alcune dichiarazioni dell’astro nascente del nostro basket

Walter Fuochi, su Repubblica, intervista Matteo Spagnolo. Ecco alcune dichiarazioni dell’astro nascente del nostro basket.

SULL’AMAREZZA CON DERTHONA

«Non ancora. Ci ripenso, a quei due liberi sbagliati. E intanto ringrazio i tifosi di Trento, dolcissimi con me, tutti a consolarmi, e non solo nel momento delle lacrime. Spero sia un’esperienza in più, per spingermi a lavorare in palestra»

SUL SALUTO SOCIAL

«Era un saluto di fine stagione, anzi un grazie, per essere stato trattato così bene. Faccio un buon bilancio di questa annata, il premio di miglior giovane del campionato è stato una bella soddisfazione, poi avevo l’obiettivo di far bene con la squadra, dopo l’anno con retrocessione a Cremona, e respirare l’aria dei playoff mi ha ripagato. Era lo step che cercavo, poi i veri obiettivi sono salire finché non si vince. Lottare per lo scudetto, ad esempio. Adesso non so dove sarò. Del futuro parlerò con chi dovrà sceglierlo insieme a me»

SUL REAL MADRID

«Chi fa basket gli obiettivi se li dà tutti, poi si sa che quello è un club di altissimo livello, oggi sul tetto d’Europa, e che è diffìcile emergervi. A nessun bambino che inizia a giocare si può proibire di sognare di vincere l’Eurolega»

SULLA NBA

«Dura, ma si lavora per quel sogno».

3 thoughts on “Matteo Spagnolo: Vero obiettivo è lottare per lo Scudetto

  1. Buon giocatore,forse in futuro pure ottimo,ma se si parla della più grande squadra europea come pure addirittura di NBA allora il discorso cambia assai.
    Il giovanotto ha realizzato buoni numeri sia a Cremona che a Trento ma già pensare che possa ripetersi a questi livelli a Milano come pure a Bologna e’ una ipotesi sulla quale giocatori ben più formati di lui si sono poi arenati ( Pascolo,Della Valle,Alviti…).
    A questo punto o il Real crede veramente in lui e lo porta a Madrid a far panca assieme ad Alocen sotto la tutela di due mostri sacri come i due Sergio e di Camoazzo oppure deve rivedere i suoi obiettivi e cercare fortuna altrove ma certamente ad un livello ben superiore alle due ultime esperienze.
    Io a Milano lo porterei ma con un tecnico come Messina per un giovane emergere e’ durissimo perciò da amico gli consiglierei di seguire la strada di Fontecchio,Melli ed altri che si sono messi in gioco in piazze estere come Vitoria o Berlino.

  2. Si anche secondo me e’ più conveniente per lui giocare all’estero, Spagnolo, Diop e Caruso sono tre giocatori con un grande futuro secondo me.

  3. Il Real, lo ha prelevato ( aveva 15 anni ) e, formato, nel suo settore giovanile. Nella passata stagione, è stato dato in prestito, a Cremona, in questa, a Trento. Credo, sia ancora sotto contratto, con il Real che, deciderà, per il suo meglio.

Comments are closed.

Next Post

Olimpiadi Milano-Cortina: Olimpia Milano costretta a lasciare il Forum?

Olimpia Milano lontano dal Forum d’Assago per il periodo delle Olimpiadi Milano-Cortina 2026? Il tema tiene banco su il Giorno. E su ROM
Olimpia Milano Forum

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: