“Si è infortunato al ginocchio”. Ettore Messina sull’uscita dal campo di Kevin Pangos

Kevin Pangos ha lasciato il campo a 6.23 dalla fine del terzo quarto per un infortunio. Il commento di Ettore Messina

Kevin Pangos ha lasciato il campo a 6.23 dalla fine del terzo quarto per un infortunio. Il giocatore è stato subito valutato dallo staff medico e ha cercato di riprendere sulla cyclette a bordo campo, ma alla fine non è più rientrato.

Alle telecamere di EuroLeague TV Ettore Messina ha parlato di infortunio al ginocchio senza sbilanciarsi oltre. L’entità del problema sarà da valutare nelle prossime ore.

Così invece in sala stampa : «Ci preoccupa molto. Non riesce a muovere il ginocchio, domani avrà gli esami. Speriamo sia solo un versamento, ma vedremo».

10 thoughts on ““Si è infortunato al ginocchio”. Ettore Messina sull’uscita dal campo di Kevin Pangos

  1. Note sparse: quella buona è che si è vista una reazione, e anche che si è visto molto bene, secondo me, che con qualcuno che sa giocare il 3, la squadra gira meglio.
    Quella meno buona è che oggettivamente questa nostra squadra farà magari i po, me lo auguro, ma non mi sembra adatta a competere contro le 4 davvero forti.

    Personalmente mi affascinano le squadre come il Fener, che tirano fuori dalla panchina uno giovane, uno del secondo o forse terzo giro di cambi come Hazer, e questo gioca con personalità da protagonista.
    Da noi non succede mai. Questo mi dispiace davvero.

    A parte la personalità del ragazzo, se un Hazer qualsiasi arriva al ferro quando vuole, e di continuo nei 7 minuti in cui è stato in campo, schiantandoci come il guscio di una noce, allora beh: la nostra difesa semplicemente non è quella che avevamo né quella che serve. Ed essendo il problema quello di tenere i più elementari, primi 1/1, non c’è tanto spazio per risolverlo, perché la gente che abbiamo è questa.
    Ed è chiaro che sia così, non c’è bisogno che lo noti io, ma è uno dei fattori che ci esclude dalla lotta con le 4 più forti, secondo me.

    Di Messina non capisco il seguente: fai una squadra che ha possibilità offensive enormi, che le permetterebbero di giocare a chi segna di più, e poi non crei niente che possa esprimere tale potenziale?
    Mi sembra incoerente con le scelte del roster, non ne capisco il motivo.

    Adesso secondo me bisogna riaggiustare le aspettative e godersi una stagione che speriamo ci possa dare tante inaspettate soddisfazioni future, anche se non con quel senso di sicurezza col quale eravamo partiti.
    Sempre a sostenere la squadra, ovviamente.

    Le polemiche sull’allenatore da sostituire sono parte della cultura calcistica. Qui non interessano.
    Questo è un gioco diverso.

      1. Le parole esatte di Messina: “Adesso, cercherò con tutte le mie forze di rimettere a posto la squadra, sia in campionato dove la situazione è diversa che nella seconda parte di EuroLeague. Se non dovessi riuscirci ne trarrò le conseguenze, andrò dal Signor Armani e dal Signor Dell’Orco e dirò che servirà una nuova persona per guidare questo progetto”.

        Mi sembra abbastanza chiaro che l’intenzione sia di provarci ancora e fino in fondo.
        Dovesse fallire rimetterebbe il mandato, ma i tempi non mi sembrano immediati – avrai letto che parla di “seconda parte della stagione EL”.

  2. Sottoscrivo. Mi è sembrata una squadra con equilibri più stabili rispetto alle ultime uscite. D’altra parte era difficile fare peggio. Bisogna ripartire da qui. Ed eliminare i cali di rendimento che sono diventati una costante. Un ultimo appunto per le telecronache di Eleven che sembrano fatte dalla Gialappa’s. Se non fossimo in questa situazione sarebbero pure divertenti

  3. Anche se Davies se ne va e con lui almeno un altro paio di giocatori non è un problema visti i risultati evidentemente non sono compatibile con l’allenatore o sono meno bravi e meno adattabili al gioco di Messina che purtroppo ha cannato a sceglierli.
    Per ora non vedo troppa per gatti in Eurolega ma neanche in Italia dove la Virtus mi pare non alla nostra portata.

    1. Per l’Italia l’Olimpia ha ancora uno slot di mercato, dovessero fuoriuscire Davies o Thomas. Per l’Eurolega di slot ne ha tre, potendo tesserare fino a 20 giocatori, anche se non credo che Messina raggiungere il cap, perchè un manager valido punta a rispettare il budget stagionale assegnato.

      La squadra comunque andrebbe giudicata compresi gli infortunati. Con Shields, Baron e Tonut, e se Datome si riprende verso il finale di stagione per un canto del cigno che si rispetti, in Italia l’Olimpia se la può ancora giocare, Virtus BO comrpesa.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Messina: L’Eurolega è al momento compromessa, Pangos ci preoccupa molto

Le parole del coach biancorosso in sala stampa, dopo la sconfitta contro il Fenerbahce al Forum

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: