Microbiologa e medico delle star: ecco la professionista denunciata da Dinos Mitoglou

Lavora allo Zografou Health Center, è microbiologa e somministrava trattamenti intravenosi a molti clienti famosi

Lavora allo Zografou Health Center, cinque chilometri a est di Atene, è microbiologa e somministrava trattamenti intravenosi a molti clienti famosi.

E’ questa la vita della dottoressa fermata dalla polizia greca la scorsa settimana per somministrazione di sostanze proibite e truffa al sistema sanitario nazionale in Grecia.

Decisiva anche la denuncia di Dinos Mitoglou, che nella sua tesi difensiva afferma di aver assunto sostanze illecite “a sua insaputa”. Nella casa del medico sono stati ritrovati anche falsi bolli con cui riusciva a far passare per approvati dal sistema sanitario nazionale farmaci proibiti.

Secondo Dinos Mitoglou, lo ricordiamo, la dottoressa: «aveva assicurato che quello fosse un farmaco miracoloso arrivato dalla Russia». In realtà la provenienza del preparato pare fosse la Bulgaria.

12 thoughts on “Microbiologa e medico delle star: ecco la professionista denunciata da Dinos Mitoglou

  1. Ridicola la denuncia, ammissibile solo se fatta a tutela di un minore.
    Ma come?…..Sei un professionista strapagato, con uno staff medico/sportivo di prim’ordine allestito da chi ti paga, e vai dalla “stregona”?

  2. Ma questo davvero pensa di salvarsi dicendo che la dottoressa a cui si è rivolto (invece di fidarsi dello staff medico della società) era in realtà un’imbonitrice alla Wanna Marchi? Se fossi il giudice gli raddoppierei la pena. Come dice Wanna nella serie Netflix se lui crede che io gli possa vendere la fortuna merita di essere truffato.

  3. Never ending story, ennesimo capitolo; caro Mitos, costituisce un aggravante per te, aver creduto, come nei villaggi dell’800, al truffatore che spacciava la pozione miracolosa per guarire la qualsiasi

  4. Se c’è giustizia dovrebbe essere radiato a vita. Ma io ho il timore che tutto questo can-can sia stato montato ad arte dai greci per farlo uscire indenne, come una povera vittima, per far si che si becchi, come pena, il minimo possibile.

    1. Per me i dopati andrebbero bannati a vita dallo sport professionistico, perché nessuno si siede al tavolo di gioco con un baro conclamato. MI riferisco ai dopati in stile Mitoglou, non ai superficiali tipo Moraschini, casi in cui c’è la stupidità ma manca la volontarietà, e dunque possono essere recuperati, dopo un minimo periodo di squalifica.

  5. Messina, reduce dall’avventura a San Antonio, ha messo a punto in Olimpia una struttura professionale in stile NBA che cura ogni dettaglio, e tu Mitoglou vai dalla dottoressa greca che ti propina rimedi russi miracolosi? L’Olimpia credeva in te e ti avrebbe aspettato tutto il tempo necessario alla guarigione, caro Dinos……se solo ti fossi fidato dello staff.

  6. Quella della strega fattucchiera è chiaramente una strategia legale, inventata lì per lì, cercando di ottenere qualche sconto.
    Quello che stupisce anche me è che davvero i suoi legali possano pensare che la strega che in questa tesi gli carpisce le buone intenzioni, possa essere un’attenuante, e non invece un’aggravante, come appare ovvio.

  7. Contro il peccato bisogna essere inflessibili, per cui è giusto che paghi la “giusta pena” che credo debba essere severa ma non in una logica punitiva..
    Contro il peccatore penso che l’approccio debba essere più flessibile. Non si tratta di perdonare ma di capire che le persone possono sbagliare facendo cose alle volte atroci ed alle volte stupide. Credo che Mitoglou sia stato stupido , mentre di Moraschini si può al massimo dire che sia stato superficiale (magari solo sfortunato).
    Quindi parlare di soluzioni come la radiazione mi sembra eccessivo in questo caso.

  8. Il caso Mitoglu mi sembra molto simile a quello di Iannone – per chi non lo conoscesse, un motociclista beccato a doparsi – che si è preso 4 anni di squalifica.
    A me sembra una pena giusta anche per il greco.

    1. D’accordo con te sulla pena, se così fosse equivalerebbe più o meno alla radiazione, perchè dopo 4 anni di inattività chi lo ingaggerebbe?

  9. Flessibile con chi si assume le proprie responsabilità, senza accampare scuse ridicole e patetiche, e non è il caso di Mitoglou, che, con il suo legale, sta cercando qualsiasi escamotage tutte pur di uscirne vittima.
    Per Moraschini si può parlare di stupidità e superficialità, non per Mitoglou che, secondo me, era consapevole perché, scusami, io non credo assolutamente alla sua buona fede.

  10. Forse raccontando di questa ciarlatana sta cercando la seminfermità mentale

Comments are closed.

Next Post

Buon compleanno in casa Olimpia Milano: tanti auguri a Stefano Tonut

Giornata di festa in casa Olimpia Milano per il compleanno di Stefano Tonut. L’ala biancorossa, e azzurra, compie 29 anni
Buon compleanno Stefano Tonut

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: