Un semplice giudizio sul roster Olimpia Milano: Naz Mitrou-Long

Una stagione da urlo a Brescia: saprà ripetersi con i campioni d’Italia? Analizziamo cosa potrà dare il nuovo playmaker biancorosso

Proseguiamo il nostro viaggio nella nuova Olimpia Milano, quella che inizierà gli allenamenti per la prossima stagione il 24 agosto. Oggi ci occupiamo di un nuovo acquisto, Naz Mitrou-Long, arrivato in biancorosso dopo una grande scorsa stagione a Brescia. 

Olimpia Milano roster | Cosa può dare Naz Mitrou-Long

Punti – L’ha dimostrato a Brescia e non solo, Mitrou-Long ha tanti punti nelle mani e può segnare in vari modi, che sia una penetrazione al ferro, un jumper o un tiro da 3 punti.

Fisico – Ha la stazza per non andare sotto contro i pari ruolo anche in Eurolega, poi dovrà riuscire a dimostrare sul campo di poterlo davvero fare. 

Giochi rotti – Come dicevamo, è in grado di fare canestro praticamente in tutti i modi, grazie al suo talento, con cui può anche togliere d’impaccio la squadra in qualche attacco poco fluido.

Olimpia Milano roster | Le criticità per Naz Mitrou-Long

Inesperienza – Non ha mai giocato in Eurolega e nemmeno in una squadra al via per vincere: quindi è tutto da testare sotto questo profilo. 

Meno minuti – Vero che a Brescia si è diviso la leadership con Della Valle, però aveva un alto minutaggio sempre garantito. All’EA7 ci saranno sere in cui giocherà molto meno.

Palle perse – Non sempre è stato in grado di fare la scelta giusta quando si trattava di passare la palla, collezionando qualche palla persa di troppo. Un lato su cui migliorare. 

14 thoughts on “Un semplice giudizio sul roster Olimpia Milano: Naz Mitrou-Long

  1. Ha tutto per essere, nel suo genere, uno nuovo Devon Hall.
    Secondo me è la presa più sottostimata dell’estate e da lui passerà, tecnicamente, al netto di fortune varie, la differenza tra fare i playoff e fare le F4/vincere.

  2. Lui è l’unica incognita del mercato biancorosso, non solo perchè non ha mai giocato a certi livelli, ma anche perchè con Pangos dovrà gestire l’eredità del Chacho e di Delaney. Se anche questa nuova coppia di play, sarà a livello o addirittura un upgrade (Deleney spesso è stato a mezzo servizio), allora tutti i traguardi saranno raggiungibili.

  3. Più che un giudizio, basato su alcune sue partite viste, è una speranza. Speranza di tenere fisicamente suo due lati del campo avversari tecnicamente e atleticamente di livello indubbio. Che le sue capacità di 1c1 e di aggredire il canestro in velocità siano ribadire in EL. Che le sue % al tiro trovino conferma. Che la sua capacità di far ‘girare’ la squadra sia all’altezza delle attese. Che il suo rendimento/minuti non subisca alcuna penalizzazione data la differente modalità di impiego che avrà a Milano. Quindi potrebbe davvero essere una sorpresa un po’ per tutti, senza voler togliere alle sue capacità cestistiche. Mi pare poi che debba aspettarsi una fisicità nei contatti, sui blocchi, sui raddoppi e sul palleggio nettamente diverso e qui il suo connazionale KP, unitamente ai senatori e allo staff tecnico Olimpia, lo metteranno sicuramente in grado di dare il meglio. Buon basket e buona estate a tutti

  4. Spero possa essere il colpo più sottovalutato della stagione, un po’ in stile Hall. In LBA mi ha impressionato, adesso mi aspetto la consacrazione a questi livelli

  5. Difficile parlare di lui e in generale dei nuovi arrivi formulando considerazioni di senso compiuto prima di vederli operare nel nuovo contesto; rimango alle impressioni che ho avuto vedendolo giocare a Brescia, che sono positive……wait and see

  6. Lo spessore umano sembra eccellente, dalle interviste viste. Arriva al posto di Delaney però, quindi l’eredità è di quelle importanti. Molto, molto curioso di vederlo a Milano.

  7. Magari sbaglio, ma ho l’impressione che le nostre ambizioni passino molto dal rendimento del nostro secondo play.
    Se funziona come play e riesce a sostituire bene Delenay siamo molto competitivi, altrimenti utilizzare altri al suo posto rischia di disequilibrare l’assetto della squadra.
    Sono curioso di vedere

  8. Molte diverse considerazioni su Mitrou Long.
    La prima, secondo me fondamentale, è di massima prudenza: anche Della Valle a Brescia sembra un fenomeno rinato, e Cinciarini a Reggio e, in misura minore, Moretti a Pesaro.
    Giocare da star di una squadra di ambizioni minori non è come giocare ai massimi livelli, con richieste e funzioni molto meno affidate all’estro personale.
    Quindi? Quindi spero molto in Mitrou Long, ma realisticamente sono molto cauto – e in particolare ho il dubbio se il suo diciamo “spirito d’iniziativa” sia compatibile col rigore di Messina.
    (Ma certo, se le cose funzionassero come devono, come dovrebbero, allora beh… gran bel giocatore!).

    Seconda considerazione: Pangos è fermo praticamente da più di un anno.
    Per me è un fenomeno ancora in sviluppo, ma non ho dubbi che bisognerà attenderlo almeno per qualche mese, prima di vederlo togliersi la ruggine e mostrarsi per quello che è.
    Quei mesi credo e spero che siano il tempo di Mitrou Long.
    Immagino che goda di minutaggi maggiori, e spero che approfitti della circostanza per calibrarsi con la squadra, e che la squadra si calibri con lui.
    Dunque avrà qualcosina in più di tempo per mostrarsi al suo massimo.
    E poi in campionato penso si alternerà in tribuna con Pangos, il che vuol dire che avrà la squadra in mano per diverse partite, insieme a Baldasso.

    Terza considerazione.
    Sono, lui e Pangos una coppia di play al livello o superiore di Rodriguez Delaney?
    Direi subito di no, nelle punte massime.
    Nessuno dei due, per me, è a livello dei 15 minuti migliori del Chacho, anche se forse Pangos…
    Ma appunto: sia Pangos che Naz quello che sanno fare, che non è poco, sanno farlo per 30 minuti a ogni partita – e se consideri che Delaney ha potuto giocare poche partite in generale, e pochissime partite davvero, io direi che la coppia Pangos Mitrou Long è decisamente superiore alla precedente, dal punto di vista della regolarità e affidabilità delle prestazioni.
    Certo, sarà difficile riuscire a incantarci come faceva il Chacho, ma magari i due canadesi ci incanteranno con la moneta solida dei risultati…

    Se Naz riuscisse a intendersi con Messina…

      1. C’è scritto “sembra”, ma bisognerebbe sapere leggere, non solo copiare e rosicare.
        Non è roba per te, fai finta di non aver fatto una figura di merda, come al solito.

      2. Infatti anche il “sembra” è fin troppo per un giocatore (se così si può definire) come Moretti 😂
        Sei comico!!!

  9. Come si dice se son rose fioriranno.
    Io so che era un sogno ma la coppia Pangos Chacho mi avrebbe fatto dormire sogni tranquilli..ma accontentiamoci

    1. E avrebbe fatto sognare ad occhi aperti tutti noi !!!

  10. Sulle palle perse penso che gli shampoo di Messina gli leveranno il difetto in fretta. È la scommessa dell’ anno questo ragazzo. Speriamo bene

Comments are closed.

Next Post

Dinos Mitoglou attende la squalifica. E anche il Panathinaikos spera

Deshaun Thomas è da inizio agosto un giocatore di Olimpia Milano. Battuto anche il Panathinaikos, che spera in Dinos Mitoglou

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: