Tutta la EuroLeague 2022-2023. L’Olimpia più vicina alle tre grandi? Tutti i roster aggiornati

Alessandro Maggi 14

La prossima sarà la settimana di Johannes Voigtmann. Intanto, in questo fine settimana, torniamo ad analizzare il mercato di EuroLeague

La prossima sarà, credibilmente, la settimana di Johannes Voigtmann. Intanto, in questo fine settimana, torniamo ad analizzare il mercato e i nuovi rapporti di forza in Europa e in Italia. Dopo LBA, ecco la EuroLeague: ecco tutti i roster, ad oggi, ruolo per ruolo, e una divisione in livelli di competitività.

Abbiamo asciugato i roster di alcuni giocatori di “secondo piano”, almeno in Europa. Aggiorneremo il lavoro con il passare delle settimane.

Indice

Clicca sul capitolo o scorri fino in fondo per cambiare pagina

14 thoughts on “Tutta la EuroLeague 2022-2023. L’Olimpia più vicina alle tre grandi? Tutti i roster aggiornati

  1. Per me si anche se Real, Barca, Efes Fenerbache e Maccabi sono squadroni che si sono ulteriormente rafforzate (le prime tre) e ricostruite in modo pesante le altre due. Anche il Monaco’ e le due serbe (soprattutto sul loro campo) saranno clienti ostici per tutti. E’ vero che avremo qualche scommessa (Lunga mitraglia x esempio) con qualche recupero della forma e del ritmo (Pangos e se arriva Voigtmann), ma credo che diremo la nostra con tutti e forse anche gli squadroni di cui sopra, ci guarderanno con rispetto e un pizzico di timore. L’esperienza di Hines e Datome, con un anno in più di EL x Shields e Hall, con gli innesti degli altri .. si credo ci si sia avvicinati … non eravamo distanti, xke se la sfortuna di perdere x alcune partite Melli Datome e Delaney nella serie con l’Efes non si fosse ad Anita con noi .. chissà magari avremmo un’altra storia. Mi aspetto anche qualche segnale da Tonut sebbene dovrà giocare come due e marcare giocatori o più veloci o più atletici, ma è carico a pallettoni e sono certo che ci darà molte soddisfazioni. Buon basket a tutti

    1. Intervento (come sempre) pertinente e circostanziato di Olimpia 1936.
      A differenza di lei però limiterei alle due spagnole ed all’Efes il trio che verrà con noi alle finali.
      Questa e’ l’Olimpia più forte dai tempi di Peterson e Casalini,sarò forse troppo ottimista ma in attesa di vederla al completo al momento la vedo leggermente inferiore solo all’Efes.

      1. Forse ha ragione lei (possiamo darci del tu ?) .. ma Gherardini ha fatto, come sempre, un egregio lavoro e ha pescato bene, sulla carta, i giocatori che servivano x rifondare una squadra che parte dall’allenatore creando un ambiente pregno di desiderio di rivalsa. Io sono d’accordo una squadra ben assortita e completa in ogni ruolo combinando tecnica, atletismo, fisico ed esperienza. Io come già detto in altre occasioni, come ciliegina sulla torta, un altro centro non lo avrei disdegnato … giusto x evitare polemiche che vedo sempre al limite della mancanza di rispetto e parere altrui, non xke non si sia già a posto, ma per aumentare le rotazioni che ci vedranno impegnati in più di 80 partite e gente come Hines e come Melli devono rifiatare. Ma Messina saprà come sempre gestire il tutto. Certo che ci starebbe bene un Borolimpia come nick .. tra il tuo e il mio c’è stata la Borolimpia che sancì il primo binomio con sponsor .. Bogoncelli avanti a tutti di almeno 10 anni. Buona domenica a te (se me lo accetti il tu ! ) e buon basket a tutti

  2. Concordo con lei Dopolavoro. Peraltro le serbe al netto di un pubblico tra il favoloso e il rischio squalifica sono le due squadre più deboli della competizione, forse con lo Zalgiris. Noi molto molto forti sulla carta…

    1. Io però parlavo di Real Barca ed Efes con l’aggiunta di Fenerbache e Maccabi … le due serbe (sottolineavo soprattutto ti a casa loro) e il Monaco’ saranno squadre ostiche .. il Partizan poi avrà in panca un certo Obradovic che da solo “fa mezza squadra” 😂 non le vedo quindi a lottare per le F8, tantomeno per le F4, ma qualche squadra ci lascerà le
      penne mentre invece Fenerbache e Maccabi lotteranno eccome .. secondo me anche se come dice DopolavoroBorletti sono un gradino sotto. Buona domenica

  3. Concordo in toto con lei Dopolavoro…. E reputo le serbe al netto di un pubblico tra lo splendido e il rischio squalifica tra le squadre più deboli della competizione

  4. Le f4 non si conquistano solo con il roster. Sono una combinazione di forma, gioco, fortuna, infortuni. Darle per scontate solo perché abbiamo un roster particolarmente valido (da assemblare) non mi sembra una buona idea

      1. Dubito fortemente … ma magari ha la carta di credito emessa da una banca russa 😁

  5. con Voigtmann la squadra e’ molto più forte dell’anno scorso, Datome e Hines potrano essere risparmiati, e Hines in forma e’ ancora davvero forte, sono ottimista e davvero contento del roster.

  6. Il nostro valore aggiunto si chiama Messina. La squadra è assemblata come ha voluto e gl innesti sono super. In quell’intervista congiunta con l’allenatore del Milan ha dichiarato che modificherà il sistema di gioco e se tutto va come deve questa sarà la nostra stagione

  7. Un’altra leggenda se n’è andata dopo aver vissuto intensamente R.I.P. Bill

Comments are closed.

Next Post

Un semplice giudizio sul roster Olimpia Milano: Davide Alviti

Iniziamo il nostro viaggio nel roster 2022/23 dei campioni d'Italia, con la presentazione e l'analisi dei sedici giocatori
Davide Alviti

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: