Messina: Ci siamo preparati bene, vogliamo continuare a crescere

Le parole del coach biancorosso e le ultime notizie, alla vigilia del via delle semifinali scudetto contro Sassari

È tempo di semifinale scudetto per l’Olimpia Milano. Dopo oltre una settimana dalla fine dei quarti di finale, domani (ore 19) si alzerà la palla a due della serie contro il Banco di Sardegna Sassari. Un’avversaria storica nell’ultimo periodo per i biancorossi, che cercheranno di mettere il primo mattoncino verso il ritorno in finale.

Olimpia Milano vs Sassari | Il commento di Ettore Messina

Così Ettore Messina ha presentato la sfida contro i sardi: “Ci attende una serie di grande tradizione, in cui affrontiamo una squadra e un club che hanno la giusta mentalità, quindi sappiamo che sarà una semifinale difficile in cui per imporci dovremo esprimerci ad un livello molto alto sia in attacco che in difesa“.

Il ritorno di Melli: “Abbiamo la possibilità di recuperare Nicolò Melli, sia pure con un minutaggio fortemente limitato, e questa per noi è una bellissima notizia. In generale, ci siamo preparati bene, veniamo da una serie con Reggio Emilia giocata in modo eccellente, e vogliamo ripeterci contro Sassari continuando a crescere, come abbiamo fatto finora, nel corso della serie”.

Olimpia Milano vs Sassari | Le ultime notizie

Il ritorno di Nicolò Melli è la grande notizia della vigilia, con l’Olimpia Milano che, dunque, recupera tutti gli effettivi. Ovviamente con l’esclusione dell’infortunato Delaney (stagione finita) e del sospeso Mitoglou. Poi Messina dovrà decidere chi escludere tra gli stranieri per il turnover.

2 thoughts on “Messina: Ci siamo preparati bene, vogliamo continuare a crescere

  1. Bologna sotto di 5 all’inizio del quarto quarto e zaack: fischiati tre discutibili falli a Tortona in 58 secondi. Hackett che tampona il play avversario e ..niente. Mha’…. C’è già un vincitore decretato dagli arbitri!
    Belinelli (19 nell’ultimo quarto) è un fenomeno assoluto ma non può sempre e comunque cercare il contatto e urlare sempre e fra scena sempre. E gli arbitri non possono cascarci sempre.
    Nessuna possibilità di portare a casa questo scudetto. Anche se dovessimo giocare al top.

    1. Di.Me. a malincuore devo ammettere che è la pura verità. La Virtus gioca in maniera sempre molto al limite del fallo,e spasso oltre, ed in campionato non vengono mai puniti. Belinelli è sempre stato un simulatore ma puntualmente gli arbitri ci cascano. Credo che almeno in EL il metro arbitrale sarà diverso. Purtroppo in campionato, se arrivassimo in finale con i bolognesi, per i motivi succitati la vedo dura.

Comments are closed.

Next Post

Marco Belinelli salva la Virtus contro una grande Derthona: è 1-0 alla Segafredo Arena

La vince Marco Belinelli. Con 19 punti nel quarto quarto, e tripla del sorpasso annessa, il Beli consegna alla Virtus Bologna gara-1
Belinelli Virtus Derthona

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: