Tommaso Baldasso: Mi sono accorto di essere due passi indietro. Prendo tutto quello che posso

Tommaso Baldasso protagonista su Repubblica-Milano nella rubrica “Uomini e Canestri” di Luca Chiabotti

Tommaso Baldasso protagonista su Repubblica-Milano nella rubrica “Uomini e Canestri” di Luca Chiabotti. Ecco alcune delle dichiarazioni di Tommy B.

SUL SUO STATUS

«So benissimo che una scelta di tiro sbagliata o, più probabilmente, un errore in difesa mi può portare in panchina col rischio che non entri più. Ma questo mi fa vivere col massimo della concentrazione. Mi sono reso conto che nelle mie precedenti esperienze non era così, giocare all’Olimpia mi sta facendo crescere e la cosa mi piace tantissimo. Uso gli allenamenti per correre qualche rischio e misurare quello che posso permettermi, poi in partita provo a fare la cosa migliore»

SU OLIMPIA MILANO

«Oggi posso dire che giocare all’Armani è come mi aspettavo, pensavo e desideravo fosse quando ho scelto di venire qui: un ambiente stimolante e super professionale, compagni che mi aiutano e sono supercompetitivi, un tecnico come Ettore Messina dal quale essere allenato mi piace un sacco. Mi sono reso conto, ed è naturale che fosse così, di essere ancora un passo indietro se non due, in mezzo a tanti campioni. Da questa esperienza prendo tutto quello che posso tutti i giorni, ed è la cosa più bella

SU POZZECCO

«E poi, confrontarsi con Gianmarco Pozzecco è importante per tutti, ma soprattutto per me che gioco playmaker. È l’opposto del coach e la cosa funziona perché Poz ti raggiunge in modo diverso, dà sempre una spinta, ti parla molto. Una cosa utile non solo a livello umano, ma anche tecnico»

Next Post

Malcolm Delaney su Ettore Messina: Ha cambiato prospettive in NBA. Ora siamo duri da scoutizzare

Ospite di Swishcultures Malcolm Delaney ha parlato di Ettore Messina e del suo gioco: Penso che il periodo a San Antonio lo abbia cambiato
Malcolm Delaney Ettore Messina

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: