Olimpia Milano vs Bayern | Il tabellino di una vittoria sofferta

Il tabellino di un successo difficile, ma fondamentale per l’Eurolega biancorossa: Shields chiude a quota 22

A|X ARMANI EXCHANGE MILANO-BAYERN MONACO 84-77.

(15-19, 18-17, 23-14, 28-27).

(15-19, 33-36, 56-50, 84-77).

Olimpia Milano: Melli 11 (13 reb), Grant, Rodriguez 9, Tarczewski 6, Ricci 2, Hall 11, Delaney 3, Daniels 6, Shields 22, Hines 8, Bentil, Datome 6. Coach Messina.

Bayern Monaco: Thomas 4, Jaramaz 14, Lucic 26, George 3, Obst, Dedovic, Zipser, Rubit 5, Sisko 5,
Hilliard 11, Schilling , Radosevic 7. Coach Trinchieri.

Note: 56.3-53.8% da due punti, 38.1-36.7% da tre punti, 77.4-72.7% tiri liberi, 36-28 rimbalzi, 13-11 assist.

One thought on “Olimpia Milano vs Bayern | Il tabellino di una vittoria sofferta

  1. Andrò controcorrente rispetto a molti commenti che ho letto, ma a me pare che abbiamo vinto da squadra più forte, quindi con calma, aspettando che la partita venisse da noi, e non poteva che farlo vista anche la condizione meno che ottimale del Bayern a causa dello stop per covid.

    No dai, seriamente, ok, ci sono sempre stati attaccati alle costole, vero, e hanno vinto il primo tempo, ma hai mai avuto la sensazione che potessero vincerla?
    Io no.

    Melli monumentale. Infinito. Il senso del rimbalzo del pallone sul ferro avversario, per andarlo a prendere quando torna giù. WOW!

    Shields mi pare ancora all’80%, ma diobono se basta!
    Non basterà per andare alle F4, ma per quello c’è tempo e partite per metterlo in forma.

    Mai prima di stasera il Bayern m’era sembrato un avversario di seconda fascia, in questi due anni di scontri selvaggi.
    E non soltanto, secondo me, perché loro erano evidentemente fuori condizione, ma anche perché noi siamo cresciuti in stagione, e oggi giochiamo meglio – di loro sicuramente – anche se non tutto gira ancora come dovrebbe.

    Delaney non è in forma, gli manca qualcosa e non si capisce cosa, ma perlomeno ha capito che quando si sente così non deve fare czzate e, che io abbia visto, ne ha fatta una sola. Bene così – perché lo ricordo, lui è ancora uno di quelli che le partite le può vincere. Lui è ancora uno che se è in serata può fermare James l’ex. Speriamo che se la senta.

    A me pare che abbiamo giocato col Monaco in testa, ovvero con la partita da giocare tra due giorni. Dando soltanto quello che serviva e, lo ripeto, aspettando che la partita venisse da noi.

    Ottima Olimpia, forza Olimpia!
    Davvero un dispiacere per Mitoglu.

Comments are closed.

Next Post

Ettore Messina: Nessuna tolleranza nei confronti del doping

Le parole di Ettore Messina in sala stampa, dopo l'importantissima vittoria sui tedeschi al Forum

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: