Olimpia Milano vs Bayern, 5 domande 5 | Tedeschi in mezzo ad una strada, ma è segreto sul roster

Domani alle ore 20.30 Olimpia Milano vs Bayern, recupero del trentesimo round di EuroLeague. Tornano le 5 domande 5 di ROM

Domani alle ore 20.30 Olimpia Milano vs Bayern, recupero del trentesimo round di EuroLeague. Tornano le 5 domande 5 di ROM.

Non si può che iniziare dal Bayern: in che condizioni sono i tedeschi?

«Ieri sono tornati a giocare una gara di BBL dopo quasi un mese. In Europa il match con il Pana, ko per 80-67, arriva 18 giorni dopo la gara con l’Olympiacos. Due frasi di Trinchieri, ieri in sala stampa: “non ti muovere, aspetta che la tempesta passi” e “più dall’ACB, dobbiamo partire dalla A”. Poi ovvio, c’è un po’ di teatralità, ma il Bayern oggi è in mezzo ad una strada».

A livello di roster, quali sono le assenze?

«Difficile dirlo, anche perchè in Germania non esiste un’informazione cestistica, e il club ha sempre maneggiato con cura ogni news al riguardo, tra Covid e infortuni. Ieri hanno vinto 93-64 con i Merlins senza Hunter, Obst, Ogunsipe, Walden e Weiler-Babb. Quest’ultimo è infortunato, per gli altri si parla di Long-Covid. Vedremo oggi».

Per l’Olimpia Milano un’altra gara chiave in quanto a classifica.

«Vincendo sarebbe fattore campo nei playoff. Un obiettivo che potrebbe arrivare anche con sole sconfitte, ma attenzione: dopo ci sono Monaco e Asvel, e Olympiacos e Real non sono irraggiungibili. Anzi. Diciamo che, evitati i greci nei playoff, ora si può cercare di “saltare” anche l’Efes ecco…».

La squadra in tal senso pare avere un’altra faccia dopo i successi su Efes e Varese.

«Ettore Messina si è fatto una risata alla parola “crisi”, ma dopo Tel Aviv era molto preoccupato. Perchè ha dei giocatori che ci rimuginano su, ma anche lui non scherza… Ho la sensazione che quell’abbraccio a Pozzecco alla sirena di Istanbul abbia un significato particolare, d’altronde l’ex Sassari è arrivato a Milano per gestire i giocatori, e certi momenti. La cosa più importante è aver visto la squadra segnare: non era crisi, ma oggi sono più leggeri».

A livello di infermeria, pare tutto in discesa.

«A parte Trey Kell, di cui al momento non ci sono informazioni. Il ritorno dei biancorossi al Forum ci permetteranno di chiedere qualcosa in tal senso al Pastore. Però sì, siamo al 28 marzo e sti stanno gestendo i rientri in campo di Shields, Mitoglou e Datome. Non male».

4 thoughts on “Olimpia Milano vs Bayern, 5 domande 5 | Tedeschi in mezzo ad una strada, ma è segreto sul roster

  1. Ecco, a parte Trey Kell tutto va ben, direi lo strano caso di Trey Kell, il cui buco informativo inizia a scocciare

    1. Concordo sulla nebbia attorno a Trey Kell. Sui playoff evitare oltre all’Olympiaos anche l’Efes non sarebbe male, perché abbiamo vinto a Istanbul ma ai playoff sarebbero scoglio durissimo.

  2. Ad una è un errore. La forma corretta è : a una. La d eufonica si utilizza solo se la parola che segue la a (o altra vocale) inizia con la stessa vocale e non ha come prima consonante una dentale. Fa eccezione, retaggio dal latino, la formulazione ad esempio.

Comments are closed.

Next Post

Olimpia Milano e la suggestione Brandon Davies. Che nasce sotto una pessima stella

In queste ore si è parlato di un possibile interesse di Olimpia Milano (fonte basketnews). Partiamo con una brutta notizia
Olimpia Milano Brandon Davies

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: