Olimpia, notte da dimenticare a Tel Aviv: è dominio Maccabi

Una pesante sconfitta per i biancorossi in terra israeliana, quasi mai in partita ed in grande difficoltà sia in attacco che in difesa

Errori difensivi inusuali, una marea di palle perse ed una difficoltà a far canestro già vista in qualche occasione: così è impossibile vincere in Eurolega, ancor di più su un campo caldo e comunque difficile come quello di Tel Aviv. Così l’Olimpia Milano esce dall’arena del Maccabi con una brutta sconfitta (75-58), in cui i padroni di casa dominano la partita, escluso un illusorio 14-1 milanese sul finale di primo tempo. Solo Melli (doppia doppia) riesce ad essere incisivo, per il resto tutti sottotono o anche dannosi, come la giornata da dimenticare di Delaney. E l’Efes si avvicina.

Maccabi vs Olimpia Milano | La partita

Assenza dell’ultim’ora di Mitoglou per Messina, ma è tutta l’Olimpia praticamente a non presentarsi in campo per 15 minuti. Subito due schiacciate subite nelle prime due azioni, attacco statico e con pochissima circolazione, mentre dietro ci sono grandi problemi contro la fisicità e l’esplosività degli israeliani. Il Maccabi ne approfitta e va presto in doppia cifra di vantaggio, con un super Williams, per poi raggiungere anche il +16 (35-19 al 14’), quando Reynolds ‘spacca’ il canestro con l’ennesima schiacciata. All’improvviso, però, Milano si sveglia: un punto concesso in 5’, parziale di 14-1 con una super stoppata di Hines e due grandi giocate di Hall ed i biancorossi sono solo a -3 all’intervallo.

La squadra di Messina, però, non completa la rimonta in avvio di secondo tempo, tornando a fare errori difensivi (soprattutto con uno spento Delaney) e non riuscendo mai a trovare continuità in attacco. I padroni di casa allungano così nuovamente, ritrovando la doppia cifra di vantaggio (52-41 al 28’) con Thomas, mentre l’AX segna solo 9 punti nel terzo quarto, tra tiri aperti sbagliati e forzature. I quattro punti in fila dell’ex Nunnally per aprire il periodo conclusivo mandano i titoli di coda alla partita, poi tornano le schiacciate israeliane ed è notte fonda per Milano.

Maccabi vs Olimpia Milano | Il tabellino

MACCABI TEL AVIV-AX ARMANI EXCHANGE MILANO 75-58 (23-11, 40-37, 56-46)

Clicca qui per il tabellino del match

Olimpia Milano calendario | I prossimi appuntamenti

I biancorossi giocheranno giovedì ad Istanbul (ore 18.30 italiane) contro l’Efes, gara fondamentale nella lotta al quarto posto, poi il ritorno al Mediolanum Forum per il derby contro Varese di sabato pomeriggio (ore 18.15).

14 thoughts on “Olimpia, notte da dimenticare a Tel Aviv: è dominio Maccabi

  1. A mi parere se non riusciamo velocemente a risolvere il problema offensivo in regia e nella disttibuzione del gioco non andremo molto lontano in Europa ma anche in Italia
    Intanto ora rischiamo molto seriamente una serie con EFES (quasi certa) con fattore campo sfavorevole)

  2. sono molto preoccupato
    Rodriguez irriconoscibile Delaney inguardabile Hines svogliato Shields da 1a divisione Datome un fantasma.Altri 85 punti presi gicando da cani in attacco. Ma che squadra siamo diventati? così si va a casa presto. Cosa è successo in questi quindici giorni ? È finita la benzina?

  3. Leggo di tanti tifosi stupiti da queste performance molto scadenti. Io non lo sono, e sicuramente neanche Messina che aveva già anticipato quello che sarebbe successo.

    Una squadra che giocava a memoria, con 8/10, elementi circa, si è ritrovata a dover cambiare minutaggi e quintetti appena il roster si è completato. Ecco, il problema enorme di adesso. Far giocare 12 giocatori, alcuni di grande carisma, è un’impresa ardua.

    Shields vogliamo rimetterlo in condizione in fretta, ma il rischio è che ci rimetteremo alcune partite in Eurolega. Per ora non tiene dietro, e davanti non la mette.

    Bentil aveva fiducia, ora rimesso a giocare senza alcuna continuità dopo alcuni NE, quella fiducia l’ha persa.

    Messina dovrà fare delle scelte : non potranno giocare tutti 10´. Nessuno troverà ritmo.

  4. Olimpia vince e perde di squadra oggi gara orribile e nessuno da salvare, coach compreso. A mio parere non c’è ne ci può essere un capro espiatorio se non chi li orepara atleticamente siamo stati dominati dagli israeliani in ogni parte del campo così come siamo stato dominati dai due esterni di Brescia. Non si può essere così legnosi nei movimenti dove sono finiti i movimenti fluidi che contraddistinguevano questa squadra? Occorre dare risposte velocemente e cambiare volto già da giovedì prossimo

    1. L’unica cosa che mi viene in mente è che nelle ultime settimane di minori impegni in Eurolega e con la certezza dei playoff ottenuti in anticipo per la fuoriuscita delle squadre russe, lo staff abbia fatto lavorare molto la squadra in palestra per ricaricare le batteria in vista del forcing finale di stagione. Col risultato che ora sono imballati ma dovrebbero migliorare nelle prossime partite.

      Le due prestazioni contro Brescia e contro il Maccabi sono state pessime sia dal punto di vista del gioco che da quello atletico e il superlavoro in palestra coi playoff aritmeticamente in tasca è l’unica motivazione che regge, altrimenti non è possibile spiegare l’involuzione di una squadra da principessa di Eurolega a brutto anatroccolo nel giro di un paio di settimane.

  5. Giovedi magari eravamo pronti ad urlare: “Mamma li turchi!”, un po meno oggi a fare lo stesso con gli israeliani; che sta succedendo ai nostri eroi? A quanto pare nulla di buono: squadra costantemente in balia dei marosi avversari, che non impone ma subisce, l’attacco sempre più da tragenda e la difesa che a fronte di tanta pochezza offensiva si affloscia, manca la giusta tensione o forse l’energia di Reynolds e compagni (che presenza Ziv) ha annichilito la nostra non irresistibile resistenza, insomma non un bel momento e purtroppo o per fortuna Giovedi siamo di nuovo in campo……..veramente non so cosa pensare, anzi una cosa voglio dire: nell’era Messina non eravamo abituati a questo diluvio di palle perse che ci lascia attoniti

  6. Per il Maccabi era vitale vincere questa sera, per l’Olimpia la partita più importante sarà quella di giovedi contro l’Efes. Bisogna abituarsi al fatto che i giocatori valutano quando si devono concentrare e impegnare o meno, oramai si è capito che funziona così.

    1. Va bene gestire le energie, ma non scendere in campo mentalmente no. E se davvero si impegnano a seconda dell’avversario o della circostanza, lo stipendio può seguire lo stesso ritmo? (Ovviamente è una provocazione)

  7. Non l’ho vista tutta per bene, ma mi è bastato…; non credo che lo spogliatoio centri, anzi spero che sia il punto fermo da cui ripartire.
    Sono invece d’accordo con Fra84 sul fatto che stiamo pagando la nuova (inevitabile, visto che dobbiamo reinserire Shields e Mito) messa in discussione degli equilibri che avevamo trovato. Una squadra di Messina paga spesso questo scotto in caso di infortuni perché punta meno sulle individualità rispetto ad altre compagini e cambiare rotazioni, accoppiamenti ecc costa caro.
    In più abbiamo perso il ritmo partita; paradossalmente i tanti rinvii non hanno agevolato, per ora, sul piano del gioco; speriamo siano invece serviti per mettere un po’ di benzina in vista del finale.
    Non mi preoccuperei eccessivamente delle avversarie, quanto del nostro percorso di recupero; al meglio possiamo battere anche l’Efes.

  8. Abbiamo perso a Tel Aviv e quasi sicuramente sarà lo stesso giovedì in Turchia ma alla fine le partite che conteranno sul serio saranno altre e pace se nei quarti dovremo poi incontrare l’Efes,se veramente vogliamo provare a vincere la coppa già quest’anno dovremo prima o poi battere tutte quelle che troveremo nel nostro cammino e questa squadra ha dimostrato di avere i valori per farlo.Se Ettore dice che la squadra sarà pronta per il momento decisivo credo sia il caso di accordargli fiducia senza processi sommari fin da ora.

Comments are closed.

Next Post

Maccabi vs Olimpia Milano | Il Tabellino di una serata da dimenticare

Il Tabellino di una serata da dimenticare, quella di Maccabi vs Olimpia Milano. Da notare il dettaglio delle palle perse e della valutazione

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: