Riccardo Moraschini: Il mio ricorso giudicato inammissibile. La mia storia faccia riflettere

Riccardo Moraschini, su Instagram, aggiorna sulla squalifica di un anno e sul ricorso presentato in Febbraio

Riccardo Moraschini, su Instagram, aggiorna sulla squalifica di un anno e sul ricorso presentato in Febbraio: «E’ stato ritenuto inammissibile. Accetto una sentenza ingiusta, ma non è corretto che in futuro altri atleti come me debbano subire quello che ho subito io».

Riccardo Moraschini: La mia storia faccia riflettere

Qui riportiamo alcuni dei passaggi

Il 18 febbraio ho svolto l’udienza in corte d’appello per il mio ricorso. Un’udienza in cui non si è parlato se fosse giusta o meno la squalifica del primo grado, ma se fosse quella la sede giusta del mio ricorso.

Perchè la procura Antidoping, durante l’udienza, ha sostenuto il fatto che io essendo un atleta di livello internazionale dovevo andare al Tas in quanto organo internazionale, che accoglie ricorsi

La Procura Antidoping stessa ha ammesso l’errore in primo grado. Un errore che però a me costa caro

Io e i miei avvocati abbiamo semplicemente seguito un regolamento scritto che indica di fare ricorso dove ti viene indicato in primo grado

Due casi precedenti, assolutamente uguali al mio, si sono svolti in Corte d’Appello

Qualche giorno fa il Giudice ha giudicato inammissibile il mio ricorso e quindi di fatto me lo ha annullato

Ora se facessi ricorso passerebbero 4-6 mesi, dunque a stagione già terminata

Non mi rimane altro che accettare l’anno di squalifica in primo grado. E questo nonostante mi sia stata riconosciuta la non intenzionalità. Dove l’unico mio errore è stato non sapere che una persona vicina a me stava utilizzando uno spray cicratizzante con all’interno una sostanza proibita

Credo che questa storia debba fare riflettere. Io il mio esito non lo posso cambiare, per quanto lo ritenga assolutamente ingiusto. Non è corretto che altri atleti come me in futuro debbano passare quello che ho passato io: tempi burocratici infiniti, norme non definite.

Siamo professionisti che della passione hanno fatto un lavoro. Spero che nessuno in futuro debba subire i danni che ho subito io

2 thoughts on “Riccardo Moraschini: Il mio ricorso giudicato inammissibile. La mia storia faccia riflettere

  1. Il silenzio della società (a parte qualche parola di circostanza di Ettore quando si era in attesa del verdetto) dal momento della sua positività, riscontrata in un test antidoping, ad oggi fa riflettere. Una storia che ha dell’incredibile sotto tutti i punti di vista. Dispiace che la storia di Morasca con Milano finisca in questo modo, certamente si meritava un epilogo diverso.

  2. Non sono in grado di dire se il regolamento è troppo severo e sbagliato o se lui è stato troppo dumb…….buona fortuna Morasca

Comments are closed.

Next Post

L'Olimpia lotta e spreca, il Real la vince al supplementare

I biancorossi hanno più di un'occasione per vincerla, ma Delaney spreca due volte ed è Llull a trovare i canestri del successo blancos

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: