Olimpia Milano vs Unics in campo l’1 marzo: la situazione dopo la riunione di ieri

Il futuro di EuroLeague resta in discussione, ma in casa Olimpia Milano, parlando di situazione logistica, è tutto definito

Il futuro di EuroLeague resta in discussione, e la situazione è tutt’altro che serena dopo la dura presa di posizione dello Zalgiris Kaunas, ma in casa Olimpia Milano, parlando di situazione logistica, è tutto definito. 

Proprio l’1 marzo la squadra di Ettore Messina ospiterà l’Unics Kazan. Si gioca alle ore 19 al Mediolanum Forum d’Assago, e i biglietti sono in vendita. Dopo qualche iniziale dubbio, la decisione di EuroLeague di confermare le gare in trasferta secondo calendario delle squadre russe.

BIGLIETTERIA

I russi lavorano in funzione del match, e lo stesso vale per Olimpia Milano vs Zenit del 29 marzo. I biancorossi hanno infatti già sostenuto le tre trasferte in Russia, battendo il Cska e cedendo all’Unics e alla squadra di San Pietroburgo.

Intanto Belgrado ha accettato di ospitare Unics, Zenit e Cska per il finale di stagione nelle partite casalinghe.

10 thoughts on “Olimpia Milano vs Unics in campo l’1 marzo: la situazione dopo la riunione di ieri

  1. Se Shenghelia come ho appena letto, per cui una notizia da verificare lascia il Cska come è possibile giocare martedi contro Unics.

    ” ho preso questa decisione in segno di protesta contro l’invasione russa. Non ritengo possibile continuare a giocare per il club dell’esercito russo”

    Fra poco altri lasceranno e sarebbe un gesto forte non scendere in campo…tanto è questione di giorni e la Russia sarà isolata completamente.

    1. Grande Shenghelia se lo facesse davvero, come pare.
      Del resto lui aveva già infranto non poche barriere con la sua gente, lui georgiano che va a giocare per i russi.
      Coglierebbe l’occasione per rimediare a due torti.
      Speriamo che lo faccia davvero! Sarebbe un grandissimo.

  2. Bastererebbe escludere la Russia dall sistema Swift e poi gli imprenditori russi estromessi dal business internazionale farebbero fuori Putin in poche settimane.

    Per me la Russia andrebbe esclusa da Eurolega, Fifa e Uefa immediatamente. il Cio l’ha già fatto.

    1. Oh Signore, diffida di coloro che vivono di certezze senza essere sfiorati dal dubbio……..dopodiche martedi non si gioca o perlomeno non si dovrebbe giocare perchè fare la guerra è peggio di avere un tot numero di positivi…….

  3. Armani ha le qualità morali per impedire che ci si renda protagonisti di una vergogna: NON SI GIOCA CONTRO I RUSSI!!!

    1. Tutti Uniti a tifare Olimpia Milano contro il nemico russo…e parlo di nemico russo perché si tratta della squadra sponsorizzata dal gasdotto gestito dai tirapiedi del pazzo…Il nostro nemico non è il popolo Russo, ma il pazzo dittatore. Questo più che un deficiente, è un pazzo criminale guerrafondaio, e sa benissimo dove vuole arrivare, a scapito di tutto e di tutti. Pericoloso, molto pericoloso, un paio prima di lui hanno provocato disastri fisici ed umani immensi, ma la storia non insegna niente. O meglio, la storia insegnerebbe, il problema è che non si vuole imparare.

  4. Anche io contrario al match. Segnale forte, importante.

    Vera la storia di Shengehelia? Sarebbe un segnale davvero molto, molto forte

  5. Come non essere d’accordo con una decisione di questa caratura! TOKO sei UNA GRAN PERSONA!!! Bravo Toko: del resto è uno di quelli che mi sarebbe da sempre piaciuto assai vedere in biancorosso: da oggi mi piacerebbe ancora di più.

  6. Toko non sarebbe mai dovuto andare al Cska e l’opinione pubblica Georgiana non glielo ha mai perdonato.Forse non tutti su questo sito conoscono bene la storia dell’invasione russa dell’Abkazia ma in Georgia ci sono ancora sfollati di quella zona che vivono in condizioni estremamente disagiate e nessuno da quelle parti aveva approvato il suo gesto.Felice per lui che abbia riconsiderato la sua posizione,certamente avrebbe potuto farlo molto prima pure per la sua patria….

  7. Contrario a Olimpia – Kazan, a costo di perdere la partita a tavolino.

    Ma l’Eurolega sta facendo una figuraccia, dovrebbe escludere le squadre russe dalla stagione. Sulla formula per farlo non so, ma non si possono ignorare le decine di morti civili a Kiev e non si può veder giocare l’Olimpia contro i russi come se non fosse successo niente.

    Le squadre russe non hanno colpa per le decisioni di Putin, ma va fatta terra bruciata attorno alla Russia su tutti i fronti, politici, diplomatici, economici e anche sportivi fino alla ritirata delle truppe russe dall’Ucraina e al ritorno della pace.

Comments are closed.

Next Post

Domani nuova drammatica riunione di EuroLeague. Intanto è fuga dalla Russia

Lunedì i club di EuroLeague si ritroveranno nuovamente per un nuovo, drammatico, confronto. E’ il secondo vertice dopo quello di venerdì
Mercato Olimpia Milano | Mindaugas Kuzminskas all'Olympiacos

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: