E’ la notte di Theodore, LeDay e Van Rossom. La Virtus Bologna cade ancora

Avvincente serata di EuroCup che registra i successi di Partizan e Reyer, mentre cade ancora la Virtus di Scariolo

Meravigliosa serata di EuroCup che registra i successi di Partizan e Reyer, mentre cade ancora la Virtus di Scariolo. E ora la classifica si complica non poco anche per l’obiettivo minimo quarto posto.

BUDUCNOST-UMANA REYER VENEZIA 72-82

Montenegrini 2-0 con la Virtus, ma la Reyer passa con un grande primo tempo. 15 di Theodore, 14 di Vlado Micov parlando di ex biancorossi.

PARTIZAN BELGRADO-MORABANC ANDORRA 95-70

Lessort e LeDay trascinando il Partizan al successo. 18+12 per l’ex Maccabi, 20 per lo zaineto, mentre Punter ne ha 16 con 4/4 da 2 e ben 5 assist.

VALENCIA-VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 83-77

Una tripla di Sam Van Rossom premia Valencia in un convulso finale. Scariolo ritrova Belinelli e Sampson, ma senza Teodosic non ha guida nel finale. Per la Vu 17 di Weems, 10 del Beli con 0/4 da 3. Per Valencia 19 di Prepelic.

21 thoughts on “E’ la notte di Theodore, LeDay e Van Rossom. La Virtus Bologna cade ancora

  1. ma il personaggio che dopo la nostra sconfitta con il Fener è venuto a scrivere su questo sito adesso non scrive più? Ah già ma loro hanno gli assenti….

  2. La differenza fra la Virtus e L’Olimpia è questa:

    Se perdi e sei un tifoso Virtus giustifichi la sconfitta perché la colpa è degli arbitri o delle assenze o del riscaldamento della terra (leggere Sportando per conferma) nonostante non sia la prima sconfitta in Europa.
    Se l’Olimpia perde due partite arrivano i veri tifosi (una parte) ad insultare la squadra il coach ed i singolo giocatori.

    La differenza è che Messina in tre anni ha fatto quello che Scariolo non è ancora riuscito a fare in due.
    Finale dello scorso anno a parte, che considero sempre di più un caso astrale

    1. Non vedo come difetto il fatto che il tifoso Olimpia sia, mediamente, informato esigente ed obbiettivo…..altra cosa è scaricare palta su tutti appena le cose vanno male, se poi a Bologna sono provinciali e faziosi……..ca…..loro

  3. Quando Ettore Messina è stato ingaggiato, Milano era già di diritto in Euroleague per via della licenza pluriennale, ottenuta a suo tempo da Livio Proli, mentre la Virtus Bologna dovrà meritarsela sul campo. Per tutto ciò è improponibile il paragone tra Messina e Scariolo, il quale lo ritengo uno dei migliori coach nonostante la rivalità che c’è tra noi e la Virtus.

  4. Le lamentele sugli arbitri, purtroppo, appartengono un po’ a tutti, più volte mi è capitato di leggerle anche da parte nostra.

  5. Che la Virtus annoveri tra i suoi tifosi alcuni pirla dispersi tra una massa di competenti è un dato di fatto, tra di noi ci sono invece detrattori di Messina camaleonti che non perdono occasione per sminuire i nostri successi ed esaltare le nostre (poche) sconfitte a causa del loro odio per il coach. Quest’anno entrambe le fazioni riceveranno il fatto loro. È una promessa.

  6. La Virtus è quinta in classifica nel girone B, superata da Venezia. Al momento la Virtus è fuori, la vedo dura conquistare l’Eurolega quest’anno.
    Sono stati sfurtunati con le assenze, ma tra covid e assenze importanti neppure la nostra stagione è fortunata, eppure teniamo botta col terzo posto in Eurolega contro avversari molti più difficili dei competitor dei bolognesi.

    1. Ne passano 8 su 10 in ciascun girone, la Virtus non è fuori da nulla in questo momento; l’unica cosa è che attualmente non avrebbe mai il fattore campo nelle sfide ad eliminazione diretta dei turni successivi.

      1. Hai ragione Cap. Avevo letto che passavano le prime 8 e ho immaginato 4 per girone per arrivare ad 8 squadre come le prime 8 di Eurolega, ma mi sbagliavo (forse perché mi sembrava strano un passaggio delle prime 8 per girone) per cui chiedo venia. Comunque sia una Virtus che vorrebbe puntare all’Eurolega subito non sta facendo bene.

  7. Ho fatto lo screenshot dell’incipit (scusate se mescolo inglese e latino ma oggi va così) di questo articolo che descrive come meglio non si potrebbe il turno in EC. La classe di Maggi e’ di livello assoluto .

  8. La sconfitta dello scorso anno con la Virtus non è frutto di una congiunzione astrale ma di capacità, preparazione, minor stanchezza fisica e mentale.
    Bologna ha cambiato molto, allenatore compreso. Ha avuto certamente una grande sfortuna (anche noi, lo so) perchè perdere il centro titolare, poi anche il sostituto, poi Abass, poi Harvey, poi Belinelli e Teodosic, oltre a Mannion che incomincia ora a giocare con continuità non è poco.
    detto questo, è ancora in corsa per tutto, visto che passano le prime otto di ogni girone e, in ogni caso, mancano ancora alcune gare per sperare di raddrizzare la classifica. Insomma: nulla è ancora perduto. Io sinceramente tifo per vederli in EL con noi,.
    Poi di tifosi che se la prendono con la sfiga, gli arbitri e altro, ce ne sono tanti anche tra di noi.

    1. Caro Di. Me, possiamo aggiungere anche il fatto che la Virtus, ha avuto 2 mesi di tempo, per preparare al meglio la finale scudetto. Milano, 6 giorni. Una postilla, sul regolamento salva – panda. A mio parere, andrebbe limitato, alle 30 partite di stagione regolare. Quando viene messo in palio, un trofeo, ogni coach, dovrebbe avere la possibilità, di portare a referto, i migliori 12 giocatori che ha a disposizione, senza alcuna limitazione di sorta.Per Olimpia Milano, rinunciare a 5 stranieri, è un handicap, non indifferente.

  9. Ma quello che mi sorprende (tifosi V a parte) è che qualcuno sostenga che i dirigenti V sono più bravi ed il loro roster meglio de nostro (anche in LBA..6 nostri stranieri sono superiori ai loro + Melli Datome Ricci e magari Moraschini..). In questi due anni hanno fato una stagione mediocre in LBA lo scorso anno e sono usciti al primo ostacolo in Europa. Quest’anno sono secondi in LBA per mancanza di avversari e male in Europa. Poi hanno vinto CON MERITO lo scudetto arrivando al massimo della forma e con grande convinzione (grazie ai successi netti nei quarti e semi) ed hanno trovato invece una squadra in netto calo fisico e mentale. Bravi, complimenti ma dire che l’Olimpia debba imparare da loro anche no…

    1. A rovinare l’asset dei dirigenti Virtus basta Luca Baraldi, che oltre a esternare/pisciare sempre fuori dal vaso, nel calcio non si può dire che si sia formato un’immagine cristallina. Onestamente avevo grande stima del patron Zanetti, ma quando ha ingaggiato Luca Baraldi ho capito che anche una persona per bene come mister Segafredo può prendere qualche topica nella vita, chè nessuno è perfetto.

  10. Comunque devo dire che deve essere molto più facile giocare in LBA quando il livello della concorrenza europea per la tua squadra è questo e ti permetti pure di andare male. Io credo che persino tra i tifosi Olimpia pochi abbiano capito esattamente il livello di esaurimento di energie mentali che l’Olimpia ha raggiunto l’anno scorso prima di giocare le finali LBA.

    La Virtus ha roster e allenatore e quando può focalizzarsi su una serie o una partita contro un’Olimpia in piena lotta EL è, per me, ancora oggi favorita.

  11. La Virtus ha come obiettivo l’EL, ma non ha smania di arrivarci per forza subito oppure crolla tutto, anche perché ricordo che anche se andassero in EL e poi l’anno prossimo non arrivano nelle prime 8, indovinate dove saranno di nuovo? Al punto di partenza in EC. Quindi la società sta lavorando comunque anche su più fronti in modo da avere prima o poi una licenza che le permetta di stare in EL per più anni.

    1. Teodosic non è eterno, Belinelli neanche, la squadra non è necessariamente fatta per andare bene fra 3 anni… Per me la Virtus in questa EL potrebbe anche starci, semplicemente poi sarebbe a metà classifica in LBA. Però pensare che sia una squadra costruita per vincere fra x anni non è compatibile col roster, soprattutto se non si misura come si deve a livello europeo.

      1. Si ma poi l’anno successivo devono spendere per poter rimanere in Eurolega, e non è garantito che cio possa accadere con l’attuale roster perché gli anni passano anche per i vari Belinelli e Teodosic, non solo per i nostri Sir Kyle e il Chacho. Loro puntano all’allargamento delle squadre partecipanti con la speranza di ottonere una licenza per fare parte stabilmente del campionato europeo. In questa ottica investire avrebbe un senso.

  12. La Virtus checché se ne dica è assemblata male e condotta dalla dirigenza peggio. Non ha nessuna possibilità di ripetere l’exploit dello scorso anno in cui ha avuto la botta di culo di incontrare una Olimpia spompa e prosciugata di energia dall’andamento in Eurolega dove con il roster che aveva ha fatto miracoli. Quest’anno il roster è più profondo e costruito coerentemente . Salvo tragedie in Italia non ce n’è per nessuno e i Europa vediamo se le mosse del CSKA sortiranno qualcosa e se la tenuta del Real Madrid è del Barcellona le porterà fino in fondo. Visto che non giochiamo con le figurine Panini tutto può accadere ma noi diremo comunque la nostra e chi dubita un canturino è

  13. La Virtus a mio modesto avviso in EL potrebbe pure starci nella misura in cui ci sta lo Zalgiris o il Pana quest’anno,cioè da totale perdente,come peraltro lo siamo stati noi per anni ( Banchi escluso).Divenire vincente richiede un percorso virtuoso che non si realizza unicamente con il denaro ma salendo anno per anno un piccolo gradino per volta che e’ poi quello che stiamo facendo ultimamente noi.L’assenza del grande Teo ( come giocatore) fa per forza tornare tutti i compagni al loro livello normale perciò si capisce il perché di tante sconfitte in una Eurocup dove il livello mi sembra di molto cresciuto rispetto allo scorso anno.Quanto poi al fatto della presunta superiorità in campo nazionale della suddetta mi limito ad osservare che solo l’astrusa legge del 6+6 tiene a galla questa tesi,con i rosters al completo leggeremo molte meno interviste di quell’ometto del Baraldone….

Comments are closed.

Next Post

Olimpia Milano vs Baskonia | Palla a due alle ore 20.30. Messina con un'arma in più

Palla a due alle ore 20.30 per Olimpia Milano vs Baskonia. Si gioca al Mediolanum Forum d’Assago, diretta su Sky Sport Uno e Eleven Sports
Olimpia Milano Baskonia

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: