Gianni Petrucci: Italiani? Si può discutere. No Nazionale per chi deve riposare? Bestemmia

Gianni Petrucci, su La Prealpina, non parla di diminuzione degli obblighi sugli italiani, ma solo di dialogo

Gianni Petrucci, su La Prealpina, ha anche parlato di italiani. Ancora una volta, giusto ribadirlo, il numero uno FIP non parla di diminuzione degli obblighi sugli italiani, ma solo di dialogo.

SU RIFORME E REAZIONI GIBA

«Mi è dispiaciuta quell’uscita della GIBA: non mi sono mai permesso di dire, e mai lo dirò, che non saranno impiegati i giocatori italiani. Ma si può discutere di tutto, compreso questo, valutando di diminuirne o aumentarne le quote. Nessuno oggi può permettersi di affermare che tutto deve rimanere com’è: non ci può limitarsi solo a difendere lo status quo, è una forma sciocca di sindacalismo. Da presidente del CONI fui il primo e l’unico ad affermare che dovevano diminuire gli stranieri; però le società ci mettono soldi ed è giusto sentire anche loro».

SULLA NAZIONALE

«Durante il campionato ci sono sempre quelli che spingono per dire che i giocatori si debbono riposare, ma la considero una bestemmia: mi auguro che tutti rispondano alle convocazioni, ci sono partite difficili come quelle contro la Russia, ma anche il match contro l’Olanda non sarà facile. Il basket ha 215 nazioni al mondo, è seconda come disciplina sportiva soltanto all’atletica leggera: ci sono dieci squadre che possono vincere i campionati d’Europa, più competitivi di un Mondiale».

Next Post

Vola sempre più alto il Cincia! 16 punti e 14 assist contro l'Avtodor

Che prima parte di stagione per Andrea Cinciarini a Reggio Emilia! Prodezza di Justin Johnson dall'angolo, sulla sirena
Cincia Avtodor

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: