Olimpia Milano vs Maccabi | Palla a due alle ore 20.30 al Mediolanum Forum

Alessandro Maggi

Palla a due alle ore 20.30 per Olimpia Milano vs Maccabi, terzo round di EuroLeague. Arbitrano Pukl, Perez e Hordov

Palla a due alle ore 20.30 per Olimpia Milano vs Maccabi, terzo round di EuroLeague. Arbitrano Pukl, Perez e Hordov.

La gara sarà trasmessa su Sky Sport Uno e Sky Sport Arena con il commento di Geri De Rosa e Andrea Meneghin. La diretta in streaming sarà su Eleven.

Le parole di Ettore Messina

Olimpia Milano vs Maccabi | Missione continuità

Si torna al Forum dopo il bel successo di Vitoria con la sensazione di una superiorità presente anche con la squadra israeliana.

Sempre privo di Troy Daniels Ettore Messina si confronta con una squadra che vive la contraddizione di uno dei migliori coach a livello difensivo, Ioannis Sfairopoulos, in un complesso di grandi solisti come Scottie Wilbekin, Derrick Williams e James Nunnally.

Le parole di Gigi Datome

Tutto, oggi come ieri, parte dalle giocate del play, assolutamente attaccabile da Delaney, Rodriguez e Hall, ma ovviamente fuoriclasse palla in mano. La battaglia però si sposta nel pitturato, dove manca Ante Zizic, ma dove la coppia Reynols-Lessort può fare molto male, soprattutto il primo, un vero rebus l’anno scorso nei sette confronti com il Bayern Monaco.

Fattori a favore dei biancorossi: i 66 punti di media del Maccabi (contro gli 81 di Milano), i 29.5 rimbalzi complessivi (a 37), una percentuale da 3 deficitaria, 32.6 contro 41.7.

Ma è anche la conferma di un gruppo in divenire che non ha espresso nulla o quasi del suo potenziale fino ad oggi, battendo il Bayern con il solo Wilbekin in doppia cifra (con 28 punti). Dunque attenzione alla coppia Nunnally-Williams, letale in campo aperto se messa in ritmo, e corpi ingombranti a rimbalzo come quelli di Caloiaro, Blayzer e Cohen.

L’avversario | Il Maccabi Tel Aviv

Maccabi Tel Aviv
Coach: Sfairopoulos (confermato)
Acquisti: Nunnally (a), Reynolds (c), Williams (a), Taylor (a), Ziv (p), Evans (g), Cohen (c), Sorkin (a), Lessort (c)
Principali partenze: Bryant (g), Hunter (a/c), Dorsey (g), Zoosman (a), Bender (a), Casspi (a), Dorsey (g), Jones (p)

Roster:
PG – Wilbekin, Ziv
G – DiBartololomeo, Evans, Taylor
3 – Nunnally, Blayzer
4 – Caloiaro, Williams, Sorkin
C – Zizic, Reynolds, Cohen, Lessort

Come un anno fa, la contraddizione resta la stessa. Una squadra di solisti, e grandi attaccanti, con il coach che ai tempi dell’Olympiacos costruì il miglior sistema difensivo di EuroLeague.

Come uscirne è cosa nota solo a Ioannis Sfairopoulos, che si trova a gestire “ego” cestistici già affermati in EuroLeague come Wilbekin, Nunnally, Zizic e Reynolds, e un elemento come Derrick Williams, atteso dalla nascita a grandi cose. Senza mai davvero centrare l’obiettivo.

Vi è poi il pubblico, la grande mancanza della passata stagione, per molti decisiva nel precipizio intrapreso nel post pandemia. Sarà vero? Difficile dirlo, ma certamente a Tel Aviv il calore del pubblico aiuta.

E allora spazio al campo, trovando equilibri intorno alla “prima donna” Wilbekin, ottenendo il massimo da ottime doti atletiche come quelle di Evans, Taylor, Blayzer e Caloiaro. Massima attenzione su Ante Zizic, il vero flop della stagione passata.

Olimpia Milano vs Maccabi | I precedenti (dal sito ufficiale)

L’Olimpia ha vinto due delle sue tre Coppe dei Campioni battendo in finale il Maccabi Tel-Aviv. A Losanna il 2 aprile 1987, finì 71-69 per Milano, coach Dan Peterson. Un anno dopo, a Gand, finì 90-84 sempre per l’Olimpia nella prima edizione della Coppa dei Campioni assegnata tramite Final Four.

L’avversario | Il momento del Maccabi

L’Olimpia in semifinale eliminò l’Aris Salonicco. L’allenatore era Franco Casalini. In tutto, le due squadre si sono affrontate 37 volte e il bilancio è favorevole al Maccabi 19-18. A Milano è 12-5 per l’Olimpia. A Tel Aviv 14-4 per il Maccabi. In campo neutro è 2-0 per l’Olimpia e i due precedenti riguardano proprio le due finali di EuroLeague vinte da Milano.

A queste due gare andrebbero aggiunte le due sfide dell’Euroclassic di Chicago e New York del 2015 con una vittoria per parte. Nell’era EuroLeague il bilancio è 12-8 per il Maccabi, 7-3 per l’Olimpia a Milano. Nel 2014, nei playoff, l’avversario fu proprio il Maccabi che si impose 3-1 nella serie e poi vinse il titolo europeo a Milano. L’anno passato, l’Olimpia ha interrotto un digiuno che durava dal 1987 vincendo a Tel Aviv 86-85 dopo un tempo supplementare con il jumper della vittoria segnato da Malcolm Delaney.

La connection

James Nunnally nella stagione 2018/19 ha giocato nell’Olimpia. In EuroLeague è andato in campo 10 volte con 14.1 punti per gara. Jalen Reynolds lo scorso anno al Bayern Monaco ha giocato i playoff contro l’Olimpia. Il coach del Maccabi, Ioannis Sfairopoulos è stato all’Olympiacos assieme a Christos Stavropoulos, general manager dell’Olimpia.

Next Post

Nicolò Melli: Il Maccabi può perdere di 20 in casa e poi vincere di 30 fuori

Nicolò Melli lancia Olimpia Milano vs Maccabi di domani sera. Ecco le sue parole a Sky Sport sulla gara di EuroLeague
Nicolò Melli

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: